Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Croazia

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Croazia

Ecco a voi la scheda squadra della Croazia, inserita in un girone tutt’altro che semplice con Argentina, Islanda e Nigeria.

di Valerio Blasi Xella

banner_up

Dopo non poche difficoltà la Croazia si è qualificata per i mondiali 2018 e farà parte del gruppo D assieme ad Argentina, Islanda e Nigeria. Girone molto duro e dagli esiti tutt’altro che scontati. Modric e compagni hanno faticato non poco a centrare la qualificazione durante la fase preliminare. Arrivata seconda nel girone I dietro proprio all’Islanda (uno degli avversari che dovrà affrontare), la squadra guidata da Zlatko Dalic è dovuta passare per le forche dei play-off per prenotare un posto in Russia. Alla fine però la qualificazione è arrivata grazie alla vittoria sulla Grecia.

La Croazia è una squadra piena di talenti e di ottimi giocatori. La stella assoluta è Luka Modric, il fuoriclasse del Real Madrid nonché capitano della nazionale. Ma anche gli altri reparti presentano giocatori di livello internazionale: basti pensare a Rakitic, Kramaric e ai ben noti “italiani” Perisic, Mandzukic, Brozovic e Kalinic. Insomma una compagine di tutto rispetto dal punto di vista tecnico. Il modulo prescelto dal Ct Dalic è un 4-2-3-1 decisamente a trazione anteriore. Il paradosso è che questa squadra dal grande potenziale offensivo spesso fatica a segnare.

La Croazia è sicuramente la favorita per passare il turno assieme all’Argentina. Occhio però, il pronostico è tutto tranne che scontato. L’Islanda è una squadra solida che ha già dato filo da torcere a Modric e compagni. Anche la Nigeria potrà dire la sua. Insomma ci sarà da lottare. Una cosa è certa: lo spettacolo è assicurato.

croazia

Immagine

La probabile formazione (4-2-3-1): Subašić; Strinić, Lovren, Vida, Vrsaljko; Rakitic, Brozovic; Kramaric, Modric, Perisic; Mandzukic.

Tra i pali ci sarà un portiere che fornisce molte garanzie e risolve quello che per anni è stato il punto debole della Croazia: Danijel Subašić.

Per quanto riguarda la difesa, i centrali titolari dovrebbero essere Dejan Lovren e Domagoj Vida, quest’ultimo insidiato da Vedran Corluka. A destra Ivan Strinić si giocherà un posto con Josip Pivaric, mentre a sinistra sarà confermato Šime Vrsaljko.

Il centrocampo è il pezzo forte della squadra. La mediana sarà composta da Ivan Rakitic e Marcelo Brozovic. Quest’ultimo dovrà lottare per un posto con Mateo Kovacic e Milan Badelj. Kovacic e Brozovic sono delle opzioni sicuramente più offensive, Badelj darà più compattezza al centrocampo. La sensazione è che il mister Dalic deciderà chi mandare in campo a seconda dell’avversario e della partita.

Il trequartista sarà la stella della squadra, Luka Modric. Il capitano neo-vincitore della Champions League avrà il compito di illuminare la trequarti e di mandare in porta i propri compagni.

L’attacco sarà composto da Ivan Perisic e Andrej Kramaric rispettivamente a sinistra e a destra. La punta sarà Mario Mandzukic. A disposizione del Ct Dalic ci saranno nomi del calibro di Nikola Kalinic, Marko Pjaca e Ante Rebic, che troveranno spazio a partita in corso.

Immagine

Vida 55% – Corluka 45%

Strinić 55% – Pivarić 35% – Jedvaj 10%

Brozovic 50% – Kovacic 25% – Badelj 25%

Immagine

Modric: Luka è sicuramente la stella di questa squadra. Sarà il cuore e cervello del gioco croato. Tutte le occasioni più pericolose sgorgheranno dal suo magico piede. Rigori e calci di punizioni saranno tutti suoi. Unica pecca? Beh, lo pagherete un occhio della testa.

Perisic: noi italiani lo conosciamo molto bene. Ivan il terribile sa essere micidiale sulla fascia sinistra. Le sue accelerazioni e i suoi inserimenti saranno la chiave del gioco offensivo croato. Quest’anno con Spalletti è maturato molto. Ha tutto per poter essere un protagonista di questo mondiale.

Immagine

Vrsaljko: fresco vincitore dell’Europa League con l’Atletico Madrid, toccherà a lui cavalcare sulla fascia destra e tentare di piazzare qualche bel cross per i compagni.

Kramaric: per lui questa sembra essere l’occasione giusta per affermarsi tra i grandi. Reduce da una grande stagione disputata in Germania, si è dimostrato un giocatore completo e versatile: ottimo realizzatore, brillante assist-man. Si presenta con un biglietto da visita di 13 reti e 8 assist in 34 partite con la maglia dell’Hoffenheim. Insomma se il buongiorno si vede dal mattino…

Immagine

Strinic: il terzino della Sampdoria è spesso l’anello debole della squadra. Non ha una grande esperienza internazionale e potrebbe soffrire certi palcoscenici. Inoltre non avrà il posto assicurato. Girate al largo!

Vida: vecchia conoscenza della nazionale croata. Giocatore esperto e smaliziato ma non sempre impeccabile in fase difensiva. Durante la competizione potrebbe perdere il posto a favore di Corluka.

Una menzione speciale all’esperto del Forum Gruppo Esperti Mattia D’Ambrosio per la gentile collaborazione 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy