Fantamagazine chiama, Delio Rossi risponde

(Fanta)intervista al tecnico del Bologna, con un occhio al fantacalcio

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

Ricominciare da zero. Delio Rossi è stato chiaro nella conferenza di presentazione della nuova stagione: Il Bologna deve dimenticare in fretta il campionato da protagonista in B lo scorso anno, chiuso con la promozione attraverso i play-off, e gettarsi subito nella nuova realtà della Serie A dove sarà chiamato a lottare per una salvezza difficile. Noi di Fantamagazine.com abbiamo (fanta) intervistato l’allenatore rossoblu per cercare di capire come intende disegnare il suo Bologna quest’anno, e su quali giocatori lui, e quindi tutti i fantacalcisti, potranno puntare.

Bentornato in Serie A Mister Rossi. Ci fa piacere rivedere  il Bologna nella massima Serie, ma la squadra che ha raggiunto la promozione lo scorso anno, sarà all’altezza anche della Serie A?

Grazie per il bentornato. Una città come Bologna merita di avere la propria squadra in Serie A, per me è stato un onore aver contribuito al rilancio di questa società, anche se riconosco che devo condividere il merito della promozione con chi mi ha preceduto, Diego Lopez, che ha guidato la squadra sino a Maggio. In pochi mesi ho cercato soprattutto di compattare il gruppo e di trasmettere tranquillità facendo giocare ognuno nel proprio ruolo, ma non c’era tempo da perdere era troppo importante fare risultato ogni settimana per centrare la promozione. A fine campionato poi ci siamo seduti con la società e abbiamo deciso di costruire una squadra molto diversa per la Serie A. Dobbiamo ripartire da capo, con qualche punto fermo chiaro, ma con una squadra che sarà per il 70-80% diversa rispetto allo scorso anno.

Ecco Mister, lei ha parlato di certezze. Ci fa qualche nome sul quale si può puntare quest’anno?

Il nostro mercato è ancora in piena evoluzione. Al momento è difficile fare nomi perché stiamo ancora cercando di portare a segno qualche colpo che potrebbe essere davvero prezioso. Sapete tutti quanto siamo stati vicini ad un giocatore importante come Quintero, segno che la società ha davvero voglia di portare giocatori di valore in rosa. Soprattutto davanti dobbiamo fare qualcosa, basti pensare che il nostro capocannoniere lo scorso anno è stato Cacia, con 12 gol in 42 presenze e dopo di lui Laribi con 8 e Sansone con 7, due giocatori che hanno dovuto lasciarci perché in prestito e rientrati alle loro squadre di appartenenza. E’ chiaro che abbiamo bisogno di forze fresche lì davanti.

Se l’attacco dunque è ancora un’incognita, a centrocampo la società ha già portato volti nuovi. Partiamo da Rizzo per esempio: può prendere il posto lasciato vuoto da Laribi?

Luca Rizzo
Luca Rizzo, primo anno a Bologna
L’anno scorso ci siamo trovati bene con il 4-3-1-2 con un centrocampo muscolare e Laribi trequartista dietro le due punte, non è escluso che si possa andare avanti così. Rizzo è un giocatore giovane ma molto interessante, un ’92, con già un anno di esperienza in A lo scorso anno alla Samp. Una stagione positiva se pensiamo che con 15 presenze è riuscito a mantenere una fantamedia sopra la sufficienza (FM 6,115) compito non facile per un esordiente. E si è anche già tolto la soddisfazione del primo gol in A. Può giocare sia esterno che trequartista, a seconda del mercato che faremo capirò dove impiegarlo. Di sicuro però ha la qualità per ritagliarsi un ruolo da protagonista, ora starà a lui dimostrarlo.

E rimanendo a centrocampo magari un po’ di muscoli in meno rispetto allo scorso anno, ma decisamente più qualità con l’arrivo di Crisetig.

Lorenzo Crisetig
Lorenzo Crisetig, anche lui un nuovo arrivo
Lorenzo è un giocatore importante, l’anno scorso a Cagliari è stato sfortunato perché la squadra aveva diversi problemi, ma lui ha delle qualità sopra la media. E’ un ’93 ma ha già tanta esperienza, anche con l’Under 21.  Se parliamo di calcio secondo me è un centrocampista importante, qualità da regista, ci darà una grossa mano. Ma qui parliamo di fantacalcio quindi il discorso un po’ cambia. E’ chiaro che lui non ha il gol nel sangue, i numeri parlano chiaro, finora tra A e B in carriera ha 93 presenze già eppure solo 2 gol entrambi in B ai tempi del Crotone. L’anno scorso ha chiuso con una Fantamedia di 5,596 con 8 cartellini gialli. Quindi se lei mi chiede se puntare su Crisetig all’asta posso assicurarvi solo che avreste un titolare perché io lo farò giocare sempre quando starà bene, ma sulla fantamedia non mi sento di garantire.

Mister, dunque sbaglio se le dico che paradossalmente al momento il reparto fantacalcisticamente più interessante del Bologna è la difesa?

Marios Oikonomou
Marios Oikonomou pronto per la Serie A
No probabilmente non sbaglia. Abbiamo tanti giocatori forti, a partire dalla coppia dei centrali. Anzi al momento in rosa ho 3 centrali di grande livello. Gastaldello lo scorso anno è arrivato a Febbraio e ci ha dato una grande mano per la promozione. Un difensore con questa esperienza e questa qualità è davvero difficile lasciarlo fuori. Ma poi abbiamo Oikonomou che forse fantacalcisticamente accende ancora di più le vostre fantasie. D’altronde quando si legge di un centrale che gioca 34 partite e segna 4 gol è chiaro sono numeri che rubano l’occhio.  Marios è un giovane davvero interessante, un ’92 anche lui, e da quello che ha fatto vedere l’anno scorso sembra avere le qualità per poter potersi ripetere con successo anche in Serie A. Però attenzione perché dal mercato ci è arrivato un altro centrale importante come Luca Rossettini. Lo scorso anno è stato uno dei migliori nel naufragio del Cagliari, basti pensare che nonostante la stagione orribile dei sardi è riuscito a chiudere con Fantamedia 5,833 con più di 30 presenze, soprattutto grazie ai 3 gol che ha trovato. Lui di esperienza ne ha tanta, sarà la sua ottava stagione in Serie A ormai, in alcuni momenti quando una squadra deve salvarsi è più facile affidarsi a giocatori di esperienza che ai giovani. Però no, non le sto dicendo che Rossettini-Gastaldello sarà la coppia di difesa titolare certa. Oikonomou è un ragazzo interessante e se dovesse restare con noi, come mi auguro, avrà sicuramente le sue chance. Quindi non lo lascerei libero all’asta, può sicuramente essere un obiettivo di mercato, magari coprendosi con uno degli altri due centrali.

E dei terzini non abbiamo parlato?

Anche qui vediamo se arriva qualcosa dal mercato. Per ora abbiamo due ragazzi sulle fasce, sebbene molto promettenti, come Mbaye e Masina che sono due ’94. Masina in particolare ha giocato davvero una ottima stagione lo scorso anno con 28 presenze ed un gol, però sono molto giovani, non vanno caricati di aspettative.

Chiudiamo con il capitolo portiere. E’ arrivato Mirante

Sì, ottimo portiere, giocatore di esperienza e sicuro affidamento. Ha più di 250 presenze in Serie A, non dobbiamo certo scoprirlo noi. Quello che posso dirvi è che il Bologna è una squadra solida dietro, lo scorso anno abbiamo chiuso al quarto posto nella stagione regolare ma siamo stati la seconda miglior difesa della Serie B dopo il Carpi che ha dominato il campionato. Quindi non vorrei peccare di presunzione, ma appena usciranno i calendari io un’occhiata alla tabella degli incroci per vedere con chi poter accoppiare il Bologna la consiglierei, chissà che non ci scappi uno di quei bei colpi low cost che soprattutto per questo reparto non guastano mai. L’intervista è ovviamente frutto di fantasia dell’autore, ma forse neanche più di tanto…  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy