Fantacalcio chiama Hellas Verona: c’è nessuno?

Fantacalcio chiama Hellas Verona: c’è nessuno?

Il punto sui giocatori dell’Hellas Verona. Sperare o tagliare?

di Andrea Parente

Settembre 2015: Buon mercato, Moras sicurezza, Sala&Romulo scommesse appetibili, Viviani assist-man, Toni certezza.

Novembre 2015: Hellas ultimo in classifica, difesa colabrodo, Sala&Romulo non pervenuti, Viviani in infermeria per la pubalgia, Toni appena tornato da una lesione al ginocchio.

Lontani anni luce dalle buone sensazioni di mercato di fine estate, l’Hellas si trova ora in un tramonto che sembra essere davvero pesante e senza fine. La classifica parla chiaro: 0 vittorie 6 pareggi 8 sconfitte, ultima (al pari con il Carpi) con soli 6 miseri punti, con 8 gol fatti (peggior attacco) e 21 gol subiti (3a peggior difesa). Bottino decisamente misero per meritarsi la permanenza in Serie A. Il Frosinone dista a 5 punti, ma è un fortino in casa; il Bologna a 13, ma ha un Donadoni in più; Empoli-Udinese-Palermo a 15 punti, ma sono squadre più che competitive per la salvezza.

Al fantacalcio la domanda sorge spontanea: Che fare con i giocatori dell’Hellas Verona?

La risposta più immediata trova ispirazione nel celebre film di Johnny Depp “Edward Mani di Forbice”, ed è una risposta giustificata: tagliare, tagliare, tagliare. Ma siamo proprio sicuri che sia la mossa giusta tagliare senza pietà i giocatori scaglieri presenti in squadra? Analizziamo reparto per reparto.

Portieri Verona

Che Mandorlini avesse come suo tallone di achille l’assetto difensivo, era ormai risaputo. Rafael, poi, ci mette anche del suo: portiere inaffidabile, che alterna prestazioni importanti a ingenuità clamorose. La FM di 4,41 ci conferma che schierare Rafael è come giocare con il 4 d’ufficio. Da tenere solo come 3° slot in caso di estrema urgenza.

Difensori Verona

Gli unici due difensori che sono più o meno “affidabili” sono Moras e Souprayen. Entrambi non hanno una media eccelsa, ma sono gli unici due che garantiscono il voto certo e che non suscitano apprensione nel fantallenatore quando vengono schierati. Un dato curioso è che Moras è più affidabile in trasferta (MV del 5,92), mentre Souprayen in casa (MV del 5.72), considerando che hanno, rispettivamente, una MV di 5.85 e 5.69 (medie piuttosto basse, ma discrete se rapportate in Leghe numerose in cui il tappabuchi è prezioso).

Pisano e Marquez sono partiti piuttosto bene, ma ultimamente hanno confermato di essere tornati nella loro mediocrità; si possono tagliare tranquillamente. Helander, alla lunga, dovrebbe scalzare Marquez ed essere titolare; il consiglio è quello di tenerlo come scommessa, dato che è un difensore che ha qualità importanti. Non appena l’Hellas tornerà a girare, le medie miglioreranno e arriverà anche qualche bonus, dato che i piazzati di Viviani sono sempre ottimi.

Centrocampisti Verona

Delusione Sala. Il vice-Romulo, che ha fatto molto bene nell’ultimo scorcio di stagione passata, è andato ben al di sotto delle aspettative: MV del 5.5, con 1 assist e 4 ammonizioni. La giovane mezz’ala destra sembra essere proprio un altro giocatore rispetto alla stagione passata. Si può tagliare tranquillamente, dato che i margini di miglioramento sembrano essere ridotti.

Discorso diverso per Viviani: è sicuramente il centrocampista Hellas di maggiore qualità, ed è il classico giocatore alla Valdifiori, con una buona media voto (6.17), con 2 assist in 6 partite. La sua unica incognità è legata alle condizioni fisiche: la pubalgia. La notizia positiva, però, è che Viviani, dopo 1 mese passato a curarsi in un centro specializzato di Cesenatico, è tornato ad allenarsi in gruppo e ieri ha svolto tutta la seduta con i compagni. Recupero importante sia per l’Hellas Verona sia per i suoi fantapossessori. Da tenere come 7° slot a causa della sua pubalgia.

Il centrocampista più affidabile rimane sempre Hallfredsson: nonostante qualche acciacco di troppo, Emil ha una media del 6, con 1 assist e 3 cartellini, tutto in 9 partite. Hallfredsson è il classico giocatore che carbura nella seconda metà di stagione, e sarebbe un errore tagliarlo adesso. Serviranno anche i suoi assist per Toni, e, quindi, non può che migliorare in termini di fantacalcio. Ionita non assicura titolarità, mentre Greco e Matuzalem sono da cestinare senza alcuna pietà, dato che non sono per niente utili al fantacalcio. Checchin giovane promessa, ma è ancora presto per poterlo prendere in considerazione al fantacalcio.

Attaccanti Verona

In attacco l’unica certezza fantacalcistica rimane sempre lui: Luca Toni. Mai come quest’anno, la salvezza dell’Hellas Verona passa dai suoi gol. Se in 2 anni Toni ha realizzato 42 gol in 76 presenze, non ci sono dubbi sull’apporto che Luca può ancora dare sia alla squadra di cui lui è capitano e leader, sia alla squadra di chi ha puntato su di lui quest’anno. L’aspettativa è che faccia un’ottima seconda parte di stagione, risultando quell’uomo in più che fa la differenza. Ora che è tornato dalla lesione al ginocchio (recuperata a tempo record), Toni è pronto per far esultare tifosi e fantapossessori, anche se darà il meglio di sè nella seconda parte di stagione.

Se, non appena si è infortunato, l’avete scambiato con Pazzini, avete commesso l’errore più grande che si potesse fare al fantacalcio: Pazzini ha dimostrato di non essere il vice-Toni ideale e, da qui fino alla fine della stagione sarà un giocatore impossibile da gestire, dato che non assicura titolarità e prendere i suoi bonus saranno imprevedibili (dato che molto probabilmente subentrerà sempre in gara in corso).

Un altro che sta deludendo di parecchio le aspettative, è J.Gomez: con una squadra più solida, poteva apportare qualche bonus in più rispetto alla scorsa stagione, ma così non è stato. Rimane comunque un tappabuchi prezioso per Leghe numerose, dato che lui è uno dei fedelissimi di Mandorlini; la speranza è che, non appena la squadra torni a girare, Juanito porti più bonus, migliorando la sua fantamedia che – al momento – risulta pietosa (FM del 5.81, non il massimo per un attaccante). Personalmente, non lo taglierei, o, al massimo, lo taglierei per un giocatore più appetibile in termine di bonus.

Siligardi è indubbiamente un giocatore di qualità, ma nel 4-3-3 è piuttosto adattato, mentre Jankovic è solo un danno, dato che prende più cartellini che buone prestazioni. Da tagliare entrambi.

Conclusione: chi tenere al Fantacalcio nel Verona?

Come abbiamo analizzato precedentemente, non tutti i giocatori dell’Hellas sono da tagliare. I fedelissimi sono da tenere (Moras-Hallfredsson-Toni), insieme ai tappabuchi Souprayen-J.Gomez, con Viviani ed Helander come scommesse appetibili.

La stagione fantacalcistica dell’Hellas Verona inizia proprio dalla delicata trasferta contro il Frosinone, dove la squadra sarà chiama ad una reazione d’orgoglio, per smouvere al più presto una classifica che inizia a diventare pesante. L’Hellas Verona riuscirà a salvarsi anche questa volta? Difficile, ma non impossibile!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy