Fantacalcio, 5 attaccanti per la 5a Giornata: è tempo di gol per Pavoletti e Pazzini

Ancora Serie A, nel turno infrasettimanale: abbiamo selezionato 5 attaccanti per la 5a giornata di campionato

di Piergiuseppe Musolino, @PiergiuMusolino

Si è giocato in mezzo alla settimana per via degli impegni europei di diverse squadre, si giocherà in mezzo alla settimana di nuovo per via del turno infrasettimanale: spazio quindi a chi finora il campo l’ha visto poco. Dubbi, ballottaggi, formazioni incerte: vi aiutiamo noi nella scelta degli attaccanti consigliandovi 5 nomi da schierare in questa 5a giornata di campionato.

CONSIGLI FANTACALCIO, 5 ATTACCANTI PER LA 5a GIORNATA 


Stephan El Shaarawy (Benevento – Roma)
Gazzetta dello Sport (MV 6 – FM 6.25)

Assist per il Faraone nella sfida contro il Verona dov’è partito titolare; nell’infrasettimanale torna titolare, col Benevento, a dispetto di un Perotti non al top. Per convincere Di Francesco non basta qualche prestazione convincente o qualche assist però, servono i gol. L’importanza di Perotti nel tridente è fondamentale, e il suo apporto sui rigori è da tenere sempre in considerazione. Se Stephan vuole mantenere il posto, deve dimostrare di saper giocare con la squadra, ma qui è già a buon punto, e di saper segnare.


Leonardo Pavoletti (Cagliari – Sassuolo)
Gazzetta dello Sport (MV 6.25 – FM 6.25)

La prova del 9 per l’ex Genoa: in casa, contro un avversario non al top, bisogna firmare la prima marcatura. La prima della storia alla Sardegna Arena non poteva che essere di un sardo (Sau), ma adesso i sardi si aspettano i gol del livornese. Il Cagliari è sempre stato un fortino in casa, specialmente adesso che lo stadio è nuovo e si registra un notevole afflusso di tifosi.


Roberto Inglese (Genoa – Chievo)
Gazzetta dello Sport (MV 6 – FM 6.75)

Che orrore la difesa del Genoa: contro la Lazio soprattutto gli ultimi 2 dei 3 gol realizzati in totale dai biancocelesti sono disattenzioni difensive da matita rossa. Spolli prima, Gentiletti poi, non assicurano solidità difensiva, e se la difesa deve ancora ingranare, l’attacco non è dei migliori. Insomma, il Genoa non naviga in acque tranquille; il Chievo, che ha aumentato il proprio score in trasferta negli ultimi anni, può fare punteggio contro questo Genoa orfano di Izzo e Spolli. Il candidato numero uno per la marcatura è Inglese, uomo da trasferta, bomber di proprietà del Napoli, che ha speso ben 10 milioni per acquistarlo. Adesso è tempo di dimostrare il proprio valore.


Giampaolo Pazzini (Verona – Sampdoria)
Gazzetta dello Sport (MV 5.38 – FM 6.14)

Il Verona non ha tradito le attese: partenza complicatissima, difesa colabrodo e attacco spesso inefficace anche contro difese non proprio impeccabili. Pecchia sembra sull’orlo dell’esonero, anche se sicuramente non è totalmente sua la “colpa” del punto conquistato in 4 partite e degli 11 gol subiti. Unica nota positiva: il gol segnato, proprio da Pazzini, alla prima in casa col Napoli. L’allenatore spesso lo tiene in panca, senza una motivazione ben precisa: il Pazzo ha ancora molto da dare alla squadra e alla categoria e in questa giornata, dove affronta una difesa solida, ma lenta, e dove parte titolare, può timbrare e dimostrare a Pecchia di poter combattere per la maglia gialloblu.


Kevin Lasagna (Udinese – Torino)
Gazzetta dello Sport (MV 6.38 – FM 7)

La prima marcatura in A con l’Udinese se l’è vista sparire davanti agli occhi per merito del VAR, poi il colpaccio: errore di Romagnoli in disimpegno, Kevin si avventa e nessuno può annullargli il temporaneo 1-1 in Milan – Udinese. La gioia è incontenibile, anche se alla fine l’Udinese perderà la partita; Kevin ha sulle spalle l’intero peso dell’attacco bianconero, insieme a Maxi Lopez che però sembra più una seconda punta vista l’età: chissà che questo gol non lo abbia sbloccato, sperando che possa continuare a regalare +3 anche contro il Torino ai suoi fantapossessori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy