Fanta-Riparazione: dare una possibilità o cedere?

Fanta-Riparazione: dare una possibilità o cedere?

In questa sezione analizzeremo i quattro giocatori a cui dare una chance nel mercato di riparazione, nonostante lo scarso rendimento e quelli che per vari motivi è meglio cedere.

di Matteo Previderio

Siamo quasi al giro di boa e il mercato di riparazione è alle porte. Tantissimi fantallenatori iniziano a tirare le somme di questi primi mesi, e le incertezze sulle scelte fatte ad inizio stagione sui vari giocatori, sono più complicate della scelta tra Pandoro e Panettone. Con alcuni spunti cercheremo di aiutarvi e indirizzarvi verso la scelta migliore da fare in questo mercato, con quattro nomi che secondo noi, al di là delle difficoltà, possono contribuire in modo positivo ad un buon girone di ritorno, e quattro nomi che al contrario invece, possono essere tranquillamente ceduti, recuperando crediti importanti per arrivare ad altri giocatori.

FANTA-RIPARAZIONE: I QUATTRO NOMI DA CONFERMARE

Borriello

L’impatto avuto con il club ferrarese non è per nulla paragonabile alla stagione passata, quando alla 18a giornata aveva già realizzato 7 gol. L’anno scorso era il giocatore capace di dare quella marcia in più di cui il Cagliari aveva bisogno, mentre quest’anno, con la maglia della Spal siamo appena ad un gol, realizzato contro l’Udinese. Questo rendimento indirizzerebbe chiunque verso una sua cessione, ma Marco è una prima punta capace di far gol, soprattutto quando gli uomini di mister Semplici avranno bisogno di punti importanti per centrare la salvezza. Che possa essere lui in primavera a far rifiorire il reparto avanzato biancazzurro?

Milik

Il polacco classe 1994 è ancora fermo ai box, ma corre verso il rientro che, salvo complicazioni dovrebbe essere per febbraio. Confermare un giocatore che per gran parte della stagione è stato infortunato, può considerarsi sì un vero e proprio azzardo, ma soprattutto in leghe numerose, credere in un bomber di livello come Arek, potrebbe rivelarsi una scelta positiva.

Ricardo Rodriguez

Può un giocatore, che appena un anno fa era sul taccuino dei più grandi club europei, avere questo rendimento, tanto da mettere in discussione il suo acquisto in casa Milan? Il calcio è anche questo e il Milan sta vivendo un momento assolutamente negativo. Il cambio allenatore non sembra aver dato la scossa che tutti si aspettavano, ma resta il fatto che il terzino sinistro della nazionale svizzera ha delle qualità importanti che non tutti i difensori possiedono, quindi, dare una chance ad un giocatore per cui sono stati investiti crediti importanti, è la scelta più logica da fare.

Rugani

Le ultime panchine vi stanno convincendo a cedere il giovane difensore bianconero? E’ vero, forse il suo impiego non è dei più sicuri visto l’affollamento nel reparto arretrato juventino, ma avere pazienza, soprattutto quando la Champions entrerà nel vivo, può rivelarsi una scelta azzeccata, specialmente se siete coperti con uno dei titolari. Mister Allegri potrebbe rispolverare l’ex Empoli e tutti conosciamo il suo valore.

FANTA-RIPARAZIONE: I QUATTRO NOMI DA TAGLIARE

Andrè Silva

Arrivato in Italia a suon di milioni, è lui il flop che più fa rumore in casa rossonera. Nelle varie leghe sono stati tantissimi i crediti investiti per lui, per un rendimento insufficiente e al di sotto delle aspettative. Nelle gerarchie milaniste è stato addirittura superato da Cutrone, che per cattiveria agonistica si è dimostrato molto più “da Milan”. Cederlo per recuperare crediti o inserirlo in qualche trattativa di scambio con chi è in possesso di Kalinic; le strade sono infinite, e il portoghese non si è dimostrato all’altezza.

Saponara

Doveva essere uno degli elementi fondamentali di questa Fiorentina, invece Riccardo, tra infortuni e difficoltà nel ritrovare la condizione fisica, non sembra essere un punto fermo della viola. Pioli in questo momento sta alternando il 3-5-2 al 4-3-3, ma in entrambe i casi, giocatori come Chiesa e Théréau sono per distacco le prime scelte del tecnico, che difficilmente rinuncerà a questi due giocatori per inserire in questo scacchiere il trequartista italiano.

Dalbert

I più appasionati di calciomercato, ricorderanno l’estenuante trattativa per convincere il Nizza a cedere Dalbert e forse adesso staranno sorridendo. Il terzino nerazzurro è una delle note stonate di questa sorprendente prima parte di stagione interista. Il tecnico Luciano Spalletti, per gran parte del girone d’andata, ha impiegato sulla corsia di sinistra Nagatamo, mentre nelle ultime gare ha optato per la soluzione Santon. Poco, pochissimo spazio per il brasiliano, che ha mostrato grosse lacune a livello difensivo, rispetto alle doti offensive. Difficilmente il  mister si affiderà a lui, quindi, cederlo per acquistare un difensore titolare di una squadra di medio-bassa classifica, è una soluzione assolutamente lecita e sensata.

Conti

I guai del Milan sono iniziati proprio dopo il suo infortunio, con una rosa non in grado di rimpiazzare l’ex Atalanta; nessuno dei sostituti ha dato la sensazione di poter garantire la stessa qualità di Andrea in fase di spinta ed il suo rientro, fissato per marzo, sembra essere troppo lontano per i tanti fantallenatori che hanno creduto in lui. Il giovane fludificante va tenuto solo in caso di riconferme; nel caso contrario è praticamente inutile impegnare uno slot per un giocatore che, una volta rientrato, difficilmente si riprenderà dalla prima partita il posto da titolare, proprio per la sua condizione fisica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy