Diego Perotti – Scheda Estiva Fantacalcio

L’annata dell’argentino non è andata come molti si aspettavano. I bonus non sono però mancati, complici i numerosi calci di rigore messi a segno. Riuscirà finalmente a centrare la stagione da sogno sotto la guida di Eusebio Di Francesco?

di Francesco Busacchi

Oggi poniamo sotto la lente d’ingrandimento uno dei centrocampisti più ambiti dell’asta passata: Diego Perotti. Nonostante gli 8 gol (di cui 7 su calcio di rigore) e i 6 assist, l’argentino non è stato in grado di offrire un rendimento costante, complice qualche infortunio di troppo ed un turnover davvero lancinante applicato da Spalletti. Ecco i numeri dalla sua ultima stagione:

FANTASTATISTICHE 2016-2017


 Presenze: 31

Gol: 8

Assist: 6

Media Voto: 6,20

Fantamedia: 7,28

Ammonizioni: 2

Espulsioni: 0


Dati alla mano la stagione di Perotti è stata tutt’altro che negativa, ma va interpretata sulla base di quanto ci si aspettava da lui ad inizio campionato. La sua fantamedia di 7,28 lo colloca statisticamente tra i migliori del suo reparto, grazie anche agli 8 gol (record personale) ed ai 6 assist. Ottimo il fronte malus: solo 2 cartellini gialli e nessun rosso. Venendo agli aspetti negativi si evidenzia la titolarità precaria dell’argentino, capace di collezionare si 31 presenze, ma soltanto 20 dal primo minuto. A causa di qualche infortunio di troppo, si è ritrovato col tempo al centro di continui ballottaggi per una maglia da titolare con i suoi compagni di reparto Salah ed El Shaarawy. Stessi ballottaggi che si sono poi riproposti puntualmente ogni settimana per via del turnover incessante Europa League-Serie A applicato da Luciano Spalletti. Chi ha acquistato Perotti a peso d’oro in estate si aspettava per certo di più da lui, avendo goduto dei suoi bonus in maniera poco lineare e continuativa.

STAGIONE 2017-2018: COSA ASPETTARCI?

Con la cessione ufficiale di Salah al Liverpool e l’arrivo in panchina di Eusebio Di Francesco, Perotti si candida come punto di riferimento titolare nell’attacco giallorosso della prossima stagione. Non sono esclusi però colpi in entrata per il reparto offensivo, incognita a dir poco rilevante per determinare l’appetibilità del giocatore. Il suo valore in campo rimane fuori discussione; il giocatore infatti è in grado di giocare in caso di necessità anche come falso 9 (qualità non da tutti) in una squadra che fa dell’attacco il suo punto di forza. Continuerà con tutta probabilità ad avere ancora il ruolo di rigorista, grazie al quale ha le potenzialità di raggiungere la doppia cifra. Non dovessero esserci innesti “pericolosi” nel suo ruolo crediamo possa catalogarsi ancora come un top player di centrocampo, fastidi fisici permettendo. Il prezzo d’acquisto all’asta potrebbe in alcune leghe essere relativamente contenuto, e alcuni fantallenatori potrebbero addirittura snobbarlo. In quel caso approfittatene al volo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy