Consigli Fantacalcio 7a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

È sabato e tornano le nostre rubriche di consigli. Ecco tutte le possibili sorprese per la settima giornata di campionato tratte dalle schede partita Gruppo Esperti.

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Mancano poche ore allo scoccare della settima giornata di campionato, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, i calciatori da evitare ed uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti(che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 7a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori potrebbero costituire una piacevole sorpresa al Fantacalcio per la 7a giornata della serie A, regalando bonus inaspettati. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibile negli store iOS e Android.

UDINESE – SAMPDORIA:

Tra le fila bianconere da monitorare Jankto: l’esterno destro del centrocampo friulano, nelle ultime uscite, è andato a corrente alternata, alternando cose buone ad altre meno utili. Per questo turno potrebbe comunque valere la pena trovare un posticino per lui nell’undici titolare, sperando in una giornata  favorevole con annesso bonus. Trasferta non semplice invece per i blucerchiati, che arrivano con il morale a mille dopo le splendida vittoria contro il Milan: Strinic se la vedrà con un cliente scomodo come De Paul sulla fascia e, in caso di ottima prestazione, il voto potrebbe essere davvero molto alto. Buon tassello per provare il modificatore difesa.

GENOA – BOLOGNA:

Momento non facile per i liguri: dopo la sconfitta (immeritata) contro l’Inter, si proverà a fare risultato contro un Bologna in forma.  L”esperienza di Rossettini sarà l’arma più importante per contrastare al meglio il centravanti rossoblù (Petkovic, Destro o Palacio che sia). Inoltre è un ex (ha giocato a Bologna nel 2015-16) ed in quella stagione ha messo a referto 3 gol. Che possa scapparci il gol dell’ex? Chissà. In casa felsinea sono due le ”coppie” che potrebbero regalare delle gioie inaspettate: la prima riguarda i centrali di difesa, Gonzalez ed Helander, chiamati alla prova del 9, proprio nella partita più complicata per loro: non bisogna mai sottovalutare una squadra che – quando vuole – può mettere in difficoltà chiunque in casa (vedi Genoa-Juventus): o la và o la spacca! La seconda la troviamo in mezzo al campo: Donsah e Poli, con il secondo che sentirà parecchio il match (essendo un ex Sampdoria). Che sia lo stimolo giusto per fargli timbrare la prima rete stagionale? Vedremo.

 NAPOLI – CAGLIARI:

Gara che si prospetta spettacolare, tra due attacchi abituati a segnare: per il Napoli la lente d’ingrandimento sarà puntata su Hamsik, ancora molto lontano dalla migliore condizione. A Marek nelle ultime partite è sempre capitata almeno una grossa occasione che non ha saputo o è riuscito a sfruttare. In attesa che la situazione fisica migliori, in match come questi bisogna schierarlo e basta. In casa Cagliari, Joao Pedro è colui che avrà le possiblità più alte (dopo Sau) di portare a casa un bonus. Schierabile con la giusta prudenza, in caso di prestazione negativa l’insufficienza sarà inevitabile. Menzione d’onore anche per Farias, che difficilmente sarà del match, ma in caso di utilizzo è da tenere d’occhio (a segno al San Paolo nelle ultime stagioni): da schierare solo con la dovuta copertura.

BENEVENTO – INTER:

Ancora a quota zero in classifica, i campani dovranno gioco forza tentare il colpo grosso contro una big. Nel marasma generale di una squadra in netta difficoltà, potrebbero spiccare le qualità di Memushaj, qualora venisse impiegato come mezzala di un centrocampo a 3. Altro nome che ha voglia di riscatto è quello di Coda: la difesa nerazzurra tende a concedere almeno 1-2 occasioni a partita e lui cercherà di capitalizzarle al meglio. In casa Inter proponiamo un tris di nomi: dopo Bologna e Genoa, ci si aspetta una rete direttamente su azione da Icardi, Eder e Perisic , motivo per cui vengono collocati nelle possibili sorprese per questo turno.

CHIEVO VERONA – FIORENTINA:

Due nomi a sorpresa da segnalare per i padroni di casa: il primo è Gamberini che contro il suo passato, siamo sicuri che andrà in campo concentrato e sicuro di sè. Sempre ampiamente sufficienti le sue prestazioni, di solito un gollettino a stagione lo realizza e chissà che non sia arrivato il momento giusto. Schierabile. Il secondo è un altro, freschissimo, ex dei Viola: Tomovic. Se non ora, quando collocarlo tra le scommesse del turno? Il motivo è presto detto: giocherà con il sangue agli occhi contro l’allenatore che lo ha ”buttato” fuori dalla squadra toscana. Vogliamo dargli fiducia per questa partita, anche perchè onestamente in quella scorsa non ha demeritato.

LAZIO – SASSUOLO:

Dopo la vittoria in Europa League, è tempo di rituffarsi in clima Campionato per i biancocelesti: tra le possibili sorprese laziali troviamo il jolly per antonomasia, il capitano. Lulic in campo dà sempre l’anima, questa volta come a Verona scalerà nei 3 di centrocampo. Questo gli permetterà di avere più chance anche in area di rigore: contro il Sassuolo in passato ha già segnato. Tra i neroverdi, reduci da una prestazione incolore nel derby contro il Bologna, il nome più accreditato è quello di Falcinelli: questo suo avvio non è stato per niente fortunato, certo avrà le sue colpe, ma poteva senza dubbio girargli meglio. Il cambio modulo lo ha agevolate e reso più presente e cattivo sottoporta. Ora, finalmente, tornerà quasi certamente dal primo minuto, e noi vogliamo dargli fiducia, convinti che possa portare in dote il primo bonus della stagione.

SPAL – CROTONE:

Sfida delicatissima al Paolo Mazza in ottica salvezza. Gli estensi arrivano da una prestazione tutto sommato positiva contro il Napoli, nonostante il risultato finale: Viviani, dopo la magnifica punizione infilata alle spalle di Reina, è ancora tra le scommesse del turno, in quanto potrebbe avere una ghiotta occasione di ripetersi anche in questo match. Attenzione alla possibilità cartellini sempre alta per lui. Anche Antenucci si candida prepotentemente ad essere un nome a sorpresa: contro gli azzurri ha servito un assist, dimostrando di essere l’uomo che serviva nei panni di seconda punta della squadra. In mancanza di alternative migliori, se siete disposti ad assumervi dei rischi, potete schierarlo. Tra le fila dei calabresi Rohden è l’uomo più in palla e col Benevento non ha deluso. Classico inserimento in area da centrocampista assaltatore e primo +3 stagionale. Risulta sempre uno dei meno peggio in campo ed in caso di risultato negativo la sufficienza è alla portata.

TORINO – HELLAS VERONA:

In casa granata i nomi da tenere in considerazione c’è quello di  Lyanco, difensore centrale in cui Mihajlovic ripone tantissima fiducia. È senza dubbio la partita ideale per schierarlo nelle vostre difese bisognose di buoni voti, specialmente in ottica modificatore. Altro nome appetibile è quello di Ansaldi: zitto zitto l’ex terzino interista sta scalando le gerarchie puntando, grazie alla sua poliedricità, a mettere Mihajlovic in difficoltà su entrambe le fasce difensive. In questo turno favorevole, in attesa del recupero di Barreca, dovrebbe spuntarla a sinistra e potrebbe essere una buona occasione per schierarlo. Sulla carta impegno proibitivo per gli scaligeri: Romulo e Bessa sono le papabili sorprese, in quanto, se il Verona dovesse riuscire a combinare qualcosa lí davanti, ci saranno molto probabilmente i loro zampini nelle azioni chiave dei gialloblù.

MILAN – ROMA:

Settimana non facile per i rossoneri, dopo la debacle di Genova. Sarà un banco di prova tremendamente importante per Kalinic. Il croato è stato comprato per fare la differenza soprattutto in queste partite, inventandosi da solo gol e giocate che possano tappare le falle anche in momenti di crisi. Deve dimostrare di essere un Big contro le Big. È lui la scommessa di questo turno. De Rossi pazza scommessa in casa giallorossa: senza Perotti tra i piedi sarà il rigorista designato. Un posticino glielo si può trovare in formazione. Altro nome da non sottovalutare è quello di El Shaarawy: ci sono tante leggi in Italia, tutte complesse e contraddittorie. Ma c’è n’è una semplice, semplice: la legge dell’ex. Ecco, quella di solito non sbaglia mai. Due gol in due partite a San Siro per il faraone contro il Milan da quando veste la maglia della Roma. Non c’è due senza tre, dice il proverbio

ATALANTA – JUVENTUS:

Partita che chiuderà l’intera giornata di Serie A: i bergamaschi, dopo il passo falso di Lione, vorranno riscattarsi. Chi potrebbe stupire tra i nerazzurri? Noi optiamo per De Roon: Marten è un gladiatore e si esalta in questo tipo di partite. E poi è una possibile sorpresa, magari potrebbe esserlo in negativo. La Juventus, reduce invece da una vittoria importantissima in campo europeo, vuole suonare la settima in Campionato: Higuain finalmente si è sbloccato nel momento più atteso, nel modo più bello. Le due panchine si spera gli abbiano fatto bene soprattutto a livello psicologico, per spingerlo a tirare fuori la rabbia e la cattiveria giusta per tornare a fare quello che sa fare meglio, i gol. Ora è chiamato a confermarsi per dimostrare di essersi effettivamente ritrovato, ma Bergamo non è il campo più semplice per farlo. Ci riuscirà? Su Douglas Costa, dopo due buone partite in cui è sembrato in crescita, vogliamo essere moderatamente fiduciosi, perché con la sua velocità e i suoi dribbling ha le armi giuste per trovare la giocata in qualsiasi momento. Chiude il novero delle possibili sorprese bianconere Bernardeschi: il ragazzo sembra crescere di partita in partita e, da titolare o da subentrante, chissà che non sia proprio lui, un po’ a sorpresa, a metterci lo zampino in un possibile gol bianconero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy