Consigli Fantacalcio 18a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 18a giornata – Le possibili sorprese Fantamagazine

Da Schick a Bernardeschi, da Giuseppe Rossi a Calhanoglu, ecco tutte le possibili sorprese per la 18a giornata di campionato.

di Valerio Blasi Xella

Nuova giornata, e quindi nuovo appuntamento con il Fantacalcio. Mancano poche ore allo scoccare della diciottesima giornata della Serie A 2017-18, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 18a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE FANTAMAGAZINE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori potrebbero costituire una piacevole sorpresa o un dispiacere per le vostre squadre nella 18a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

CHIEVO – BOLOGNA

Cominciamo con i padroni di casa. Per la squadra allenata da Maran spicca il bomber Inglese, sempre pericoloso e propositivo. Lottatore di professione, anche venerdì ci aspettiamo la solita partita “alla Roberto” con quantità e qualità a servizio della squadra. Ad attenderlo ci sarà un Bologna che nelle ultime 6 partite ha concesso ben 11 gol e che potrebbe soffrire la stazza di un attaccante alto come lui. Per il Bologna troviamo un tris di nomi formato da Pulgar, Falletti e Gonzalez. Per quanto riguarda il primo, l’anno scorso fece una delle sue migliori prestazioni in quel di Verona, che sia il Bentegodi a portargli bene? Gonzalez potrebbe portare un buon voto in ottica modificatore, mentre Falletti è la mossa azzardata che piace tanto ai fantallenatori che amano il rischio. Ultimamente ha dichiarato di essere al 100%. Noi vogliamo credergli. E voi?

CAGLIARI – FIORENTINA 

Per i padroni di casa il primo nome a sorpresa è Romagna. Archiviate le sbavature della prova contro la Sampdoria, a Roma ha giocato un’ottima partita difensivamente e s’è reso protagonista di alcune uscite palla al piede molto interessanti, che potrebbero anche incidere positivamente sul suo voto. Joao Pedro è invece il nome nel centrocampo rossoblu. Probabilmente uno di quelli più a rischio insufficienza tra i padroni di casa. Da schierare se vi sentite un azzardo con possibilità di una vincita alta: nel caso, che la sorte e le decisioni di Lopez vi assistano! La Fiorentina rilancia con Thereau e Simeone. L’attaccante francese sta vivendo un periodo di appannamento. Sembrato fuori forma contro il Genoa, l’ex Udinese è chiamato ad una prestazione simile a quella contro il Sassuolo quando ispirò i suoi con due assist perfetti e decisivi per il 3-0 finale. Partita che sulla carta sembrerebbe aperta, rischiamolo. Dall’altra parte Simeone corre e si sbatte molto per la squadra e non sempre arriva lucido in zona goal. Finora ha segnato 5 reti in 45 tiri complessivi, ovvero impiegando in media nove conclusioni per trovare la via giusta.

LAZIO – CROTONE

Per i biancocelesti troviamo Murgia. Potrebbe essere arrivato finalmente il momento di vederlo titolare in campionato. Giocherà in regia almeno inizialmente, quindi con poche chance di colpire a rete. Anche se le medie realizzative di questo ragazzo non sono per niente male. Il Crotone si difende con il solito Budimir. E’ oggettivamente molto difficile pensare al bomber croato a segno con la Lazio. Però, la squadra di casa ha dimostrato nelle ultime partite qualche piccola pecca difensiva, potrebbe approfittarne!

SASSUOLO – INTER

Nel Sassuolo di Iachini potrebbero emergere i difensori Goldaniga e Acerbi. Sarà una partita difficile per i due centrali, che però potrebbero anche uscire con un gran voto se il Sassuolo dovesse chiudere il match subendo un solo goal, o comunque in assenza di grossi errori dei due. Nell’Inter citiamo Skriniar. Contro l’Udinese è arrivato un 5 secco (e sacrosanto) ma anche una traversa che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita. Un passo falso può capitare, dopo tutto viene da un anno calcisticamente intenso tra Nazionale, Sampdoria e Inter, ma non può mollare proprio ora.

UDINESE – VERONA

Per la squadra di Oddo Adnan e Danilo sono le mosse a sorpresa. Per il Verona Bessa e Kean dopo la splendida prestazione contro il Milan. Sapranno ripetersi?

NAPOLI – SAMPDORIA

Se tralasciamo il gol col Sassuolo (arrivato per puro caso), a Callejon manca il gol addirittura dal 23 settembre. Ma, soprattutto, quello che è più mancato allo spagnolo ultimamente è Insigne, il suo braccio destro, l’unica persona al mondo in grado di trasformare coi suoi cross i tagli di Callejon in armi di realizzazione di massa. Quindi il ritorno di Lorenzo non può che fargli bene. Per la Sampdoria potrebbe esaltarsi Strinic, l’ex della partita.

SPAL – TORINO 

La sorpresa per questa Spal potrebbe essere Schiattarella. Col suo destro ha pennellato un magnifico assist per Floccari. Ha un peso specifico importante nel centrocampo biancazzurro, grazie soprattutto ai suoi trascorsi in massima serie. Mentre per il Torino potrebbero fare bene Niang e Berenguer. Il primo contro la Roma è stato il miglior Niang di questa parentesi granata, dedito al sacrificio ed efficace in entrambe le fasi di gioco. Ora manca solo il gol, per regalare ai suoi possessori un gran bel regalo di Natale. Il secondo ha il piedino caldo. Bonus in arrivo anche per lui?

GENOA – BENEVENTO

Il nome di spicco che emerge tra le sorprese rossoblu è sicuramente Giuseppe Rossi. La partita contro la Juve ha rivelato che la voglia di combattimento dell’ex Fiorentina è ancora viva. Pochi minuti potrebbero essergli sufficienti per sfornare una super prestazione, magari condita da un bel +3.  Per il Benevento possiamo trovare Puscas. Sembra finalmente essere entrato in forma il ragazzo scuola Inter, si è creato più palle gol lui nei 20 minuti giocati contro la Spal che Armenteros in 80′. Deve essere più cattivo sotto porta, è l’unico suo difetto che ha sempre avuto sin dai tempi di Bari.

MILAN – ATALANTA 

Per i rossoneri riecco Cahlanoglu. Sta lavorando faticosamente per recuperare il top della forma. Se dovesse lasciare il segno nella partita sarà difficile poi per Gattuso (che già lo stima) lasciarlo fuori. Fino ad oggi la sua creatività sembra scomparsa. Arriverà la svolta finalmente? L’Atalanta di Gasperini risponde con Cristante. Ha quasi sempre almeno un’occasione a partita. E quale partita migliore, se non quella contro la sua ex squadra che forse troppo presto lo ha lasciato partire, per lasciare il segno?

JUVENTUS – ROMA

Chiudiamo con il big match: la sfida tra la Juve e la Roma. Per i padroni di casa troviamo un tris d’assi come scommesse di giornata: Bernardeschi, Dybala e Matuidi. Il primo sta crescendo e fornisce finalmente prestazioni davvero convincenti a tutto tondo. Non saremmo sorpresi di vederlo subentrare contro la Roma, magari lasciando il segno. Dopo un periodo di appannamento riecco Dybala, che si è finalmente sbloccato in Coppa Italia. Per la Juve chiude il cerchio Matuidi, che in questo sistema di gioco può sempre lasciare il segno con un suo inserimento. Per la squadra di Di Francesco i nomi più a sorpresa sono Alisson e Schick. Il primo perché contro una Juventus che cercherà di cingere d’assedio la Roma, potrebbe esaltarsi. Il secondo perché incontrerà la sua “quasi” ex squadra, quella che prima l’ha sedotto, poi abbandonato. Aggiungiamo che il primo gol del ceco in serie A con la Sampdoria è venuto proprio contro i bianconeri allo Juventus Stadium…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy