Big match 6a giornata, Inter-Fiorentina: Icardi vs Simeone

Big match 6a giornata, Inter-Fiorentina: Icardi vs Simeone

Una sfida tutta Albiceleste per l’anticipo della 6a giornata. Certezza Icardi o sorpresa Simeone?

di Matteo Previderio

In questa sezione analizzeremo il big match della quinta giornata di Campionato, con i due giocatori che potrebbero trovare il +3 vincente in una sorta di “duello”. La scelta della partita e i giocatori inseriti saranno totalmente a discrezione dell’autore, a seconda delle sue idee e delle sue valutazioni.

INTER: ICARDI

Nel Campionato 2017/2018, in sei giornate aveva già realizzato 6 gol. Quest’anno, l’emozione Champions ha contagiato l’Inter ed il suo bomber che, paradossalmente, è riuscito a sbloccarsi prima in Europa in un solo match, che in Campionato, in ben quattro presenze. Le due vittorie consecutive arrivate con Tottenham e Sampdoria, hanno portato in casa nerazzurra dei punti importanti, ma il gioco stenta a decollare. Maurito è definito da tutti un centravanti d’area, quasi infallibile quando il pallone passa in quella zona. Eppure, al momento, l’unico gol realizzato in questa stagione è arrivato con uno splendido tiro da fuori area, mostrando invece delle imprecisioni sotto porta. Nulla di preoccupante sia chiaro, ma nessun tifoso interista e nessun fantallenatore avrebbe mai pensato che, in cinque giornate, la FM di Icardi potesse essere del 5,25 e che, Candreva ad esempio, avrebbe impiegato meno tempo dell’argentino per sbloccarsi in Campionato.

FIORENTINA: SIMEONE

Avvio più che positivo per la viola, rimasta a secco di gol solo in occasione della sconfitta per 1-0 subita contro il Napoli. Il 4-3-3 di Pioli convince, sia in termini di gioco e, di conseguenza, in fase realizzativa. La Fiorentina infatti, in queste prime giornate, è una delle squadre ad aver mandato più giocatori a segno, con il Cholito − terminale offensivo principale − già a quota 2 gol. Un bottino che, con più convinzione e precisione, sarebbe potuto essere decisamente migliore. Da quando è in Italia, la sua è stata una crescita evidente, soprattutto dal punto di vista del gioco, anche se, i numeri contano. Difatti, i numeri dicono che Simeone al suo primo anno al Genoa, realizzò 12 gol in 35 match. Ancora meglio nella stagione 2017/2018 quando, proprio con la sua Fiorentina, realizzò 14 gol e 5 assist in 38 gare. Riuscirà quest’anno a migliorarsi ulteriormente?

INTER-FIORENTINA: ICARDI vs SIMEONE

Scuola Barcellona contro scuola River Plate. Classe 93′ il primo e classe 95′ il secondo. L’Argentina dei giovani riparte proprio da loro e sicuramente, il neo CT Scaloni, osserverà con attenzione la sfida di San Siro. Icardi contro Simeone è anche e soprattutto la sfida interna dell’Albiceleste.

L’Inter, come detto in precedenza, non ha entusiasmato sotto il profilo del gioco, in nessuno dei match giocati fino ad ora. Tuttavia, il cuore ed il carattere sono delle caratteristiche che non abbandonano mai questa squadra che, nei momenti di difficoltà, riesce sempre a tirare fuori il meglio dai propri giocatori. L’anno scorso Maurito, nella doppia sfida tra andata e ritorno contro la Fiorentina, realizzò 3 gol su 4 − andata, 3-0; ritorno, 1-1 − portando ai nerazzurri 4 punti su 6 contro i toscani.

La Fiorentina è alla ricerca di un’altra vittoria, per continuare a stupire e restare aggrappata ai piani alti della classifica. Simeone, in quattro confronti contro l’Inter, disputati tra Genoa e Fiorentina, ha realizzato un solo gol. Non proprio la sua vittima preferita. Nonostante questo però, l’attaccante viola sta continuando il suo percorso di crescita che, per forza di cose, passa anche da queste sfide sulla carta molto complicate.

Arriviamo al dunque. Tirare delle somme o comunque, fare riferimento ad alcuni dati in queste prime giornate, lascia il tempo che trova. La Fiorentina tuttavia, nelle uniche due trasferte disputate fino ad ora − Napoli e Sampdoria − ha raccolto un solo punto, nel pareggio di Marassi, dando l’idea di offrire più garanzie quando si gioca a Firenze. Discorso inverso per i nerazzurri , che nelle due partite di Campionato disputate a San Siro, non hanno ancora trovato la vittoria, giocando tutto sommato discretamente, senza però raccogliere i fondamentali 3 punti.

Il “duello” di questa giornata, secondo noi, va a Mauro Icardi. L’argentino è senza alcun dubbio uno dei top della nostra Serie A. I numeri sono tutti per lui, capace, a soli 25 anni, di collezionare in 220 presenze in A, ben 119 gol, tra Sampdoria ed Inter. In modo decisamente discutibile ed affrettato, i media hanno indicato l’Inter come l’anti-Juve. Vero è che i nerazzurri hanno allestito una rosa importante, che però deve ancora trovare la giusta e completa sintonia. Pensare all’Inter ancora a secco di vittorie davanti al proprio pubblico risulta molto difficile, ma non impossibile, proprio perché la Fiorentina è al momento una delle squadre più in forma in Serie A. Icardi, statistiche alla mano, è molto più determinante per la sua squadra rispetto a Simeone. Il fatto che debba ancora sbloccarsi in Campionato, il fatto che l’Inter debba ancora trovare i 3 punti a Milano, il fatto che Icardi rispetto al Cholito sia anche il rigorista dei suoi, spostano notevolmente le preferenze sull’attaccante interista, almeno per noi..

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy