Bessa al Genoa: ecco cosa cambia al Fantacalcio

Bessa al Genoa: ecco cosa cambia al Fantacalcio

Daniel Bessa è da poco un nuovo giocatore del Genoa per i prossimi 18 mesi. Vediamo insieme come cambia la sua gestione al Fantacalcio.

di Riccardo Corsano, @riccardoc9

Con l’entusiasmante promozione in Serie A del Verona, molti fantallenatori si erano già segnati sul proprio taccuino per le aste estive il nome dell’italo-brasiliano Daniel Bessa. Con 42 presenze e otto goal collezionati nel campionato cadetto, il talento ex Inter ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori, in particolare per quelli sempre alla ricerca della scommessa vincente. Il piano, però, non è andato come previsto e dopo una prima metà di stagione deludente, Bessa si accasa nelle file del Genoa grazie ad un prestito di 18 mesi concesso nelle ultime ore dagli scaglieri.

BESSA AL GENOA: IL CENTROCAMPO IN CASA ROSSOBLU

Il centrocampo a tre titolare previsto da Ballardini vede Veloso in cabina di regia, con Bertolacci e Rigoni nel ruolo di mezzala. Omeonga per ora è la prima riserva degli ultimi due, mentre per rinforzare la rosa è tornato Hiljemark, con Cofie che stava per salutare i rossoblu nelle ultime ore di mercato.

Durante questa sessione di mercato si è vociferato di una possibile cessione di Rigoni, ma con Veloso ai box per un mese a causa di una lesione al soleo della gamba destra, difficilmente si muoverà da Genova. Quindi lo spazio per Bessa nelle partite da un mese a questa parte sarà molto e le possibilità per fare bene, viste le qualità del giocatore, ci sono tutte.

BESSA AL GENOA: ECCO COSA CAMBIA AL FANTACALCIO

L’italo-brasiliano, per ora, non ha rispettato le aspettative che in molti avevano riposto in lui: ha perso la titolarità nel corso della stagione e ha collezionato solo 16 presenze, un goal, un assist e ben cinque ammonizioni. Il rendimento non ottimale è in parte dovuto alle difficoltà del Verona e, in particolare al conflitto tra il giocatore, Pecchia e la società.

Ora che è passato al Genoa, troverà un ambiente meno complicato e lo spazio a disposizione in questo primo frangente potrebbe essere molto. Nonostante la tendenza al cartellino sia la sua maggiore controindicazione, i bonus finora raccolti sono troppo pochi e da lui ci si possono aspettare ancora 2/3 bonus pesanti. Visto che le aste di riparazione si avvicinano, i possessori si saranno sicuramente interrogati su come gestirlo.

BESSA AL GENOA: COME GESTIRLO ALL’ASTA

Bessa alle aste si presenterà nelle stesse condizioni di agosto: è tuttora una scommessa da slot 5/6 slot e per chi l’ha già in rosa non gli resta che decidere se mantenere la scommessa fatta in casa, oppure optare per nuove opzioni tra gli svincolati. Da lui è lecito aspettarsi un rendimento migliore di quello finora ottenuto e in maglia rossoblu troverà condizioni più agevoli per mettere in mostra il suo talento. Di conseguenza si presenta come una scommessa da fare, e quindi da mantenere, per chi ce l’ha in rosa. Mentre chi sta pensando di prenderlo, potrebbe pensare di acquistarlo a cifre contenute senza svenarsi eccessivamente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy