Andrea Conti al Milan, cosa cambia al fantacalcio?

Il difensore dell’Under 21 si è trasferito da Bergamo a Milano, sponda rossonera. Andrea Conti è uno dei nuovi colpi del Milan, scopriamo assieme se rimarrà un giocatore importante per il fantacalcio.

di Ricky Schiavon, @rccrdschvn

Andrea Conti è un nuovo giocatore del Milan. Il difensore dell’Atalanta si è trasferito al Milan in cambio di 24 milioni di euro più il cartellino del giovane centrocampista Pessina. La trattativa è stata lunga ma il Milan e Andrea Conti erano promessi sposi da parecchio tempo, e alla fine l’Atalanta e il tecnico Gasperini hanno dovuto cedere di fronte alle sirene rossonere.

ANDREA CONTI – CARATTERISTICHE TECNICHE E CARRIERA

Andrea Conti è un laterale destro, dotato di una forte esuberanza atletica e di ottimi mezzi tecnici, originario della città di Lecco. La sua strada e quella del Milan si erano incrociate già quando il giocatore era in tenerissima età. Da bambino, quando militava nella Virtus Malgrate, gli osservatori del Milan lo avevano segnalato come potenziale talento. Conti sostenne addirittura una serie di provini con il Milan, che prese la decisione di tesserarlo. Ma sul più bello, quando tutto sembrava pronto, Conti decide di non accasarsi ai rossoneri. Il motivo? Il campo di allenamento si trovava vicino all’aeroporto di Linate e il piccolo Conti, stando a quanto riferito dal padre in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, non ha mai particolarmente tollerato il forte rumore degli aerei. Ecco che allora, nel 2001, arriva l’Atalanta, che lo soffia al resto della concorrenza.

Conti con l’Atalanta fa tutta la trafila delle giovanili, e nel 2013 viene ceduto in prestito al Perugia in Lega Pro collezionando 16 presenze nella sua prima stagione tra i professionisti. L’anno seguente sale di categoria, la Virtus Lanciano punta su questo giovane ragazzo per l’imminente campionato di Serie B. In cadetteria mette assieme 24 presenze prima di fare ritorno alla casa madre: l’Atalanta. Ai nastri di partenza della stagione 2015/2016 Andrea Conti è nella prima squadra della Dea. I primi mesi ha dovuto attraversare un necessario percorso di ambientamento, l’esordio ufficiale in Serie A avverrà infatti solamente nel mese di Gennaio. Qualche settimana più tardi, Conti realizza il suo primo gol nella partita contro il Verona, ripetendosi poi nella gara contro la Fiorentina, chiudendo la stagione con un bottino di 2 reti in 14 apparizioni.

Ma è il campionato appena trascorso, 2016/2017, quello che lo ha consacrato definitivamente tra i migliori laterali del panorama italiano. Con l’avvento di Gasperini sulla panchina dell’Atalanta, Andrea Conti diventa uno dei perni insostituibili dello scacchiere del Vate di Grugliasco. Il giocatore avanza il proprio raggio d’azione di una ventina di metri rispetto al passato, e le sue scorribande offensive diventano una delle chiavi della stagione incredibile dell’Atalanta. Gli orobici chiuderanno il campionato con un quarto posto da record, e Andrea Conti ne è stato indubbiamente uno dei protagonisti indiscussi. A fine stagione il tabellino personale reciterà 8 gol (tutti su azione) in 33 presenze, numeri da sballo per un giocatore che nei listoni di Agosto era quotato difensore. E proprio al fantacalcio Andrea Conti è stato un crack per chi l’ha comprato alle aste estive. Vediamo assieme numeri alla mano il rendimento di Conti nella stagione appena passata.

ANDREA CONTI – FANTASTATISTICHE 2016/2017


Presenze: 33
Gol: 8
Assist: 4
Media Voto: 6.28
Fantamedia: 6.97
Ammonizioni: 12
Espulsioni: 0


Senza mezzi termini, Andrea Conti è stato il miglior difensore al fantacalcio della stagione appena passata. Un acquisto pazzesco per chi lo ha pagato solamente qualche manciata di crediti nelle torride aste agostane, uno di quelli che sposta gli equilibri. Un difensore da 8 reti, tutte su azione, è il non plus ultra per il fantacalcista. Ma non solo i bonus, Andrea Conti è stato il migliore in assoluto. La sua fantamedia è stata la più alta tra i difensori della Serie A con un numero significativo di presenze. E pensare che questa fantamedia di 6.97 è stata ottenuta con ben 12 ammonizioni sul groppone, l’unico vero tallone d’Achille di Conti. A condire il tutto 4 assist, che per un difensore sono comunque un buon numero. In sintesi, il campionato 2016/2017 di Conti è stato da urlo. Riuscirà a ripetere questi numeri nella nuova squadra?

ANDREA CONTI – STAGIONE 2017/2018: COSA CAMBIA AL FANTACALCIO? 

Andrea Conti non giocherà più nell’Atalanta, il trasferimento al Milan cambia anche la sua utilità al fantacalcio, vediamo perchè. Con il passaggio in rossonero il laterale destro dell’Under 21 tornerà verosimilmente a giocare qualche metro indietro rispetto alla stagione passata. Tuttavia non fatevi ingannare dai numeri degli schemi. Mister Montella ha predicato più volte l’utilizzo del 4-3-3 come modulo base, ma è l’interpretazione del modulo che fa la differenza. Chi ha avuto occasione di seguire il Milan dell’Aeroplanino nella stagione passata, soprattutto fino all’infortunio di Abate, ha potuto notare come, spesso e volentieri, il terzino destro del Milan avanzasse sulla linea di centrocampo con il contemporaneo arretramento del terzino opposto (De Sciglio ieri, Rodriguez domani) sulla linea difensiva a formare una sorta di pacchetto a “3 e mezzo”, per usare un termine tanto in voga ultimamente. La qualità di Abate è ovviamente quella che è, senza voler denigrare un giocatore che ha comunque offerto prove più che sufficienti grazie ai suoi mezzi atletici, ma negli ultimi metri ha spesso mancato di lucidità. Il nuovo Milan ha quindi deciso di puntare con forza sul miglior talento che il campionato passato ha espresso in quel ruolo: Andrea Conti.

Conti arriva al Milan per fare il titolare come terzino destro. L’esperienza di Abate e la gioventù di Calabria, al netto di movimenti di mercato, potranno tornare utili nel corso di stagione per motivi legati al turnover e all’Europa League (qualora i rossoneri si qualificassero), ma il posto è suo, e dopo un corteggiamento tanto serrato non potrebbe essere altrimenti. L’exploit della stagione passata, 8 gol e 4 assist, è francamente irripetibile, non tanto nel numero delle assistenze ma in quello delle segnature. Nonostante  le scorribande offensive saranno comunque permesse, come spiegato sopra, il numero tenderà comunque a diminuire rispetto allo scorso campionato, mentre aumenteranno i compiti difensivi, anche se la cerniera di destra formata da Conti e da Kessiè, trapiantata in blocco da Bergamo a Milano, è collaudata e dovrebbe girare a pieno ritmo sin da subito. Non escludiamo comunque, di tanto in tanto, un passaggio al 3-5-2, che permetterebbe a Conti di tornarsi a esprimere nel ruolo che lo ha consacrato tra i migliori.

Dopo una stagione come quella appena trascorsa, e il trasferimento tanto chiacchierato dalla Dea al Milan, il nome di Andrea Conti sarà uno dei più ambiti alle aste, il nostro consiglio però è quello di non farvi prendere la mano e stra pagarlo più del dovuto. La conferma come assoluto top della difesa non è così scontata, e un atteggiamento prudente è giusto mantenerlo. Certamente rimarrà un difensore affidabile, ma è più facile che il rendimento della scorsa stagione sia stato un exploit rispetto ad una conferma sugli stessi livelli nel prossimo campionato. Il nostro consiglio quindi è quello di considerare Conti come un secondo slot. Capiamo che difficilmente il giocatore potrà passare sottotraccia in sede d’asta, ma il rapporto tra costo e rendimento potrebbe davvero non valere la spesa.


 Titolarità: Ottimo

Salute: Ottimo

Bonus: Buono

No Malus: Scarso

Lega a 8: 2° slot

Lega a 10: 2° slot


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy