5 errori da non fare all’asta del fantacalcio dopo la prima giornata

Dalla grande prestazione di Cutrone fino all’eurogol di Ciciretti, come evitare di farsi ingannare dalle prime giornate di campionato.

di Luca Furfaro, @Luca69028030

Le prime due giornate di fantacalcio spesso portano i fantallenatori che fanno l’asta a mercato chiuso, a puntare su giocatori non del tutto appetibili, che però in un modo o nell’altro riescono a segnare o comunque a farsi notare durante le prime partite. E nella maggior parte dei casi si tratta di giocatori che verranno pagati molto di più del loro effettivo valore o che addirittura difficilmente durante l’intera stagione avranno il posto da titolare. Inoltre c’è da considerare che a volte a fine agosto vengono fatti giocare quei giocatori che la società vorrebbe cedere, nella speranza che una buona prestazione possa attirare pretendenti o far salire il prezzo, portando di conseguenza i giocatori a giocare al massimo delle loro possibilità anche per convincere l’allenatore a puntare su di loro durante l’intera stagione.

Ovviamente non stiamo parlando di non comprare assolutamente quei giocatori che riescono a fare bene durante le prime giornate, ma di fare molta attenzione a non farsi prendere la mano, a non strapagarli e di tenere soprattutto d’occhio quei giocatori che al contrario, non hanno disputato grandi partite e che di conseguenza potrebbero essere snobbati all’asta.

LA SCOMMESSA CUTRONE, ATTENZIONE ALLA PROBABILE PERMANENZA A MILANO

Nonostante la faraonica campagna acquisti rossonera, in questo precampionato l’uomo in più del Milan è stato l’attaccante della Primavera, che a soli 19 anni ha saputo reggere il peso dell’attacco della squadra di Montella segnando anche all’esordio in Serie A. Lo stesso allenatore, dopo la partita contro il Crotone ha dichiarato l’intenzione di tenere il ragazzo, spegnendo di fatto le voci che davano per concluso il trasferimento in prestito proprio alla squadra calabrese. Dichiarazioni che sono sicuramente un attestato di stima per il giovane Cutrone, dichiarazioni che però rovinano i piani di noi fantallenatori che già immaginavamo le possibili prodezze che avrebbe potuto compiere da titolare l’attaccante lombardo. Nonostante l’arrivo di Kalinic, con l’Europa League il Milan avrà sicuramente bisogno di lui in certe occasioni e quella di ieri non sarà l’ultima partita da titolare per Cutrone, ma il classe 1998 non è titolare e difficilmente lo diventerà, per cui puntateci solo come ultimo slot in leghe numerose, magari abbinandolo con Andrè Silva o Kalinic, e formerete una formidabile coppia offensiva che potrà darvi molte soddisfazioni.

CICIRETTI E DI FRANCESCO, ATTENZIONE ALLE SQUADRE DI APPARTENENZA

Due dei migliori colpi low cost che si potevano fare prima di questa giornata di campionato, “rovinati” da due gol meravigliosi che Ciciretti e Di Francesco hanno regalato alle rispettive squadre. Non a caso gli unici gol di Benevento e Bologna sono arrivati proprio dai due giovani che sembrano essere gli unici o quasi, a poter dare soluzioni offensive a squadre che sennò rischiano di risultare prevedibili e prive di qualità. E saranno proprio Benevento e Bologna i limiti per questi due giocatori che, viste le poche prospettive di disputare un buon campionato da parte delle due squadre, difficilmente riusciranno ad ergersi a trascinatori e di conseguenza soffriranno i periodi di difficoltà collettivi.

ATTENZIONE A GOMIS, NON E’ LUI IL TITOLARE

Il pareggio della Spal in casa della Lazio è stata la prima sorpresa della stagione, infatti oltre a quella dose di fortuna che non deve mai mancare nel calcio, i neopromossi si sono rivelati una squadra veramente arcigna specialmente dal punto di vista difensivo. Il bonus porta inviolata guadagnato da Gomis, accompagnato da una buonissima prestazione, tuttavia non deve illudervi circa la titolarità del senegalese. Il titolare è Meret e presto tornerà tra i pali della squadra di Ferrara. Se volete azzardare e prendere il portiere della Spal, è sull’italiano che dovrete puntare.

MILIK, UN GOL CHE ILLUDE

E’ difficile sconsigliare di pagare molto un giocatore come Milik, in un universo parallelo molto probabilmente il polacco sarebbe stato il sostituto ideale di Higuain a Napoli, ma purtroppo per lui la sfortuna si è messa di mezzo. Infatti il titolare del Napoli, nonostante sia partito dal primo minuto contro il Verona e nonostante il gol, non è lui ma lo è Mertens, come più volte specificato da Maurizio Sarri. Prenderlo in coppia con il belga vi porterebbe ad avere un duo di livello assoluto davanti, ma vi porterebbe anche a spendere tantissimi crediti che forse potrebbero essere impiegati per un altro attaccante titolare e più appetibile rispetto a Milik.

INGLESE, UN ATTACCANTE POCO AVEZZO AL GOL

Ormai da un paio di anni, Inglese è diventato l’attaccante titolare di una squadra che al gol è veramente poco abituata, il Chievo. L’importanza che ha l’attaccante nello scacchiere di Maran è nota a tutti, il giocatore classe 1991 è il classico attaccante che lavora molto per la squadra e che di conseguenza, come tutti i suoi pari ruolo, fatica enormemente sotto porta. Non prendetelo come un consiglio a non prendere Inglese, rimane un valido elemento per le vostre rose, un titolare che potrebbe anche raggiungere la doppia cifra, ma se lo doveste prendere fate attenzione a non illudervi che possiate aver preso un top player del reparto d’attacco.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy