Pagelle Sassuolo – Cagliari 3-0: Locatelli, Babacar e Matri per tre punti d’oro! – Voti Fantacalcio

Pagelle Sassuolo – Cagliari 3-0: Locatelli, Babacar e Matri per tre punti d’oro! – Voti Fantacalcio

Male il Cagliari che non riesce mai ad entrare in partita.

di Voti Fantamagazine

Il Sassuolo torna a vincere in casa dopo diverso tempo, imponendosi su un Cagliari praticamente mai in partita. Apre le marcature Locatelli che mette in rete a distanza ravvicinata una respinta di Cragno su tiro di Berardi. Sempre nel primo tempo Babacar raddoppia su rigore guadagnato da Djuricic dopo consulto VAR. Nel finale Matri firma il 3 – 0 su assist di Duncan.

PAGELLE SASSUOLO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Sassuolo

Consigli 6 – Praticamente mai impegnato se non sulle palle alte, sulle quali è attento, e un tiro basso di Birsa nel finale.

Lirola 6,5 – L’asse con Berardi funziona bene, con lo spagnolo che attacca la fascia e mette diversi cross. In difesa non soffre.

Magnani 7 – Non soffre la rapidità di Joao Pedro, sempre attento sulle palle alte.

Peluso 7 – Giocatore ritrovato, come Magnani non sbaglia nulla e risulta elegante in disimpegno. Pregevole la marcatura su Pavoletti per tutto il match.

Rogerio 6,5 – Il Cagliari attacca sulla sua fascia, ma chiude bene. Meno preciso in fase offensiva, dove pochi cross vanno a segno.

Bourabia 6,5 – Oltre al solito lavoro di copertura, ci mette un buon palleggio e sfiora il goal con una bella punizione.

Magnanelli 7 – Partita silenziosa ma perfetta. Regia sontuosa, non perde un pallone. Ottimo anche in copertura. Esce nel finale per un problema fisico, sostituito da Duncan.

Locatelli 7 – Meno pulito dei due compagni di reparto, però gioca molti palloni con classe e qualità. Suo il goal in tap in che apre il match.

Berardi 6,5 – Gli manca solo il goal. Mai banale nelle giocate, dialoga bene coi compagni e apre gli spazi a Lirola. Presente anche in copertura, dove non si risparmia.

Babacar 6 – Fa a sportellate coi centrali avversari ma si vede poco. Cragno gli nega il goal che poco dopo trova però su rigore: freddo, spiazza Cragno. Esce infortunato per Matri.

Djuricic 6 – Le qualità ci sono, ma in questo ruolo è lontano dalla porta. Bravo a guadagnare il rigore, ma ci si aspetta qualche giocata in più. Sostituito da Boga nel secondo tempo.

Boga 6,5 – Il suo ingresso rigetta indietro un Cagliari che stava salendo. Rapido e tecnico, scende bene sulla fascia e rischia di segnare un paio di volte.

Matri 6,5 – Fa salire la squadra, pur perdendo qualche possesso di troppo. Lesto e freddo a sfruttare un bel passaggio di Duncan per chiudere la contesa.

Duncan 6,5 – Gioca una ventina di minuti, ma si vede quanto sia fondamentale in questa squadra. Copre e riparte bene ed è suo il bell’assist per la rete di Matri.

Pagelle a cura di Niccolò Villani

PAGELLE CAGLIARI

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Cagliari

Cragno 6 – Brutta respinta sul primo gol, ma sulla punizione di Bourabia si allunga e toglie la palla dal 7 e salva su Babacar al 42’, il quale si riscatta con il rigore trasformato al 48’. Poi non più impegnato fino all’84’, quando neutralizza il tiro ravvicinato di Boga. Non può nulla sul 3-0 di Matri.

Srna 5 – Sarebbe una buona partita quella del terzino croato, che si propone sempre, ma l’attenzione in difesa non è quella dei periodi migliori, provocando il rigore che porta il Sassuolo sul 2-0. Col passare dei minuti si spegne sempre più, perdendo concentrazione e piglio.

Ceppitelli 6,5 – Non basta il lavoro ordinario, nel primo tempo è costretto a fare il doppio turno, quello suo e di Pisacane. Provvidenziale per evitare il raddoppio del Sassuolo nel primo tempo, prima che Srna provochi il rigore. In ritardo sul gol di Matri, ma forse la responsabilità maggiore è dei due terzini.

Pisacane 5 – Forse colpito da un paio di attacchi di panico, cade rovinosamente a terra concendendo a Babacar di involarsi verso la porta con il solo Ceppitelli a contrastarlo. Per sua fortuna, il capitano neutralizza l’attaccante del Sassuolo. La partita non prosegue meglio di come è iniziata per lui.

Lykogiannis 5 – Non si vede tanto e quando si vede, è impresentabile, come quando lascia Berardi libero di spedire una palla insidiosa davanti a Cragno, sulla cui respinta Locatelli porta in vantaggio i neroverdi. Sostituito da Farias all’inizio del secondo tempo.

Barella 6 – il più attivo dei suoi nel primo tempo, nonostante abbia macchiato la sua prestazione con una ammonizione che gli costerà la squalifica. Continua con verve, tecnica e corsa, ma non basta.

Cigarini 6 – Partita un po’ anonima la sua, con qualche lampo che però i compagni non riescono a sfruttare, come Barella pescato solo in mezzo all’area del Sassuolo. Esce quando Maran decide di giocare la carta Birsa.

Faragò 6 – Partita ordinata, qualche recupero e qualche bella incursione. Spinge molto anche nel secondo tempo, da terzino sinistro, dialogando bene con Fariàs, e poi da terzino destro in tandem con Birsa. A difesa sbilanciata, non riesce a recuperare su Matri che segna e chiude il match.

Ioniță 6 – Molte palle recuperate, ottima presenza in campo, ma il gioco offensivo non c’è, complice anche un Cagliari frastornato dal doppio vantaggio del primo tempo. Nel secondo tempo arretra a centrocampo, rendendosi protagonista di una buona partita.

Joao Pedro 5,5 – Nel complesso da migliorare, si impegna ma sbaglia qualche tocco di troppo e risulta un po’ lento nella manovra.

Pavoletti 5,5 – Si sbatte quanto può, come suo solito, ma non riesce ad incidere e a rendersi pericoloso.

Fariàs 6 – Ai sardi serviva un po’ di tecnica e lui la mette a disposizione, creando qualche buona situazione di gioco. Lo si vede anche recuperare in difesa.

Birsa 6 – Ingresso nel secondo tempo per l’ex Chievo arrivato nella finestra di Gennaio, con qualche buona azione ed un tiro insidioso che poteva portare, però, solo al gol della bandiera.

Padoin 5,5 – Rileva uno smarrito Srna, fa in tempo a perdersi Duncan che è libero di servire Matri solo in area.

Pagelle a cura di Claudio Podda

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy