Pagelle Parma – Inter 0-1: Martinez salva la panchina di Spalletti! – Voti Fantacalcio

Pagelle Parma – Inter 0-1: Martinez salva la panchina di Spalletti! – Voti Fantacalcio

Un gol dell’attaccante subentrato nella ripresa su assist di Nainggolan permette all’Inter di battere un bel Parma.

di Voti Fantamagazine
lautaro martinez

La strada per il gol passa da Parma. Pur tra mille patimenti, l’Inter ritrova la vittoria, la sesta lontano dalle mura amiche. Dopo un primo tempo a tinte crociate – clamorosa la traversa di Gervinho – l’Inter sale in cattedra e costringe i padroni di casa a una difesa costante della propria porta. Alla fine è Lautaro Martinez, ancora una volta da subentrante, a decidere la contesa, indirizzandola verso Milano con un preciso diagonale poco più di dieci minuti dal termine.

PAGELLE PARMA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Parma

Sepe 6,5 – Riconosce e anticipa le intenzioni di Naingollan, nell’unica vera occasione in cui viene chiamato in causa. Incolpevole sul gol.

Gagliolo 6 – Le sue zone di competenza non sono frequentate né da dribblatori né da funamboli, lui ringrazia e porta a casa la sufficienza.

Iacoponi 5 – tiene in gioco Lautaro, condannando i suoi a una sconfitta immeritata.

Bruno Alves 6,5 – muro portante dell’intelaiatura parmense, si sdoppia e mette testa, corpo e tutto quel che serve per serrare la retroguardia dei padroni di casa.

Scozzarella 5 – Giocatore di governo del centrocampo gialloblu, oggi “ministro senza portafoglio” sopraffatto dalla fisicità dei corrispettivi nerazzurri.

Kucka 5,5 – perde la sanguinosissima palla da cui nasce il vantaggio ospite. A corto d’ossigeno e di idee.

Barillà 5,5 – I polmoni non gli assicurano la sufficienza. Corre a vuoto per novanta minuti.

Bastoni 6 – Indulge in eleganza, contrariamente al più ruvido compagno di reparto, ma non demerita. Chiude Icardi in più di un’occasione:

Gervinho 6,5 – L’apprensione a cui costringe la retroguardia nerazzurra è quella dei grandi attaccanti. Si accende a intermittenza, ma quando lo fa crea sempre superiorità numerica.

Inglese 6 – Lotta e sbuffa, rincula e ribatte ai colpi della coppia centrale più granitica del campionato. Tutt’altro che una serata semplice, ma l’applicazione è encomiabile.

Siligardi 5,5 – freccia spuntata del tridente parmense, si dimentica della “legge dell’ex” non rendendosi mai pericoloso o utile alla causa gialloblu.

Stulac sv

Biabiany 5 Non entra mai in partita.

Pagelle a cura di Giacomo Degli Esposti

PAGELLE INTER

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Inter

Handanovic 6 – Guantoni immacolati per lo Sloveno quest’oggi. Non rischia nulla e non effettua alcun disimpegno. Unico brivido la traversa da distanza ravvicinata di Gervinho nelle battute iniziali. Poi trascorre una serata tranquilla anche grazie al merito dei due difensori centrali.

D’Ambrosio 5 – Soffre il passo nettamente superiore di Gervinho che quando accelera gli crea più di un grattacapo. D’avanti prova a sviluppare qualcosa, ma il risultato è solamente qualche cross sbilenco e un gol giustamente annullato dal var per un tocco di mano.

De Vrij 6,5 – Dopo i primi dieci minuti di assestamento prende in mano le redini della difesa, annulla praticamente Inglese e fa dormire sonni tranquilli al proprio portiere.

Skriniar 6 – Solito muro e solita sicurezza, al contrario del solito, però, sbaglia qualcosina in appoggio.

Asamoah 5,5 – Non deve curare la fase difensiva poiché Siligardi non lo impensierisce più di tanto e allora può proporsi sovente con facilità in avanti. Il problema è che lo fa male, sbagliando spesso cross o perdendo palla malamente.

Brozovic 6,5 – Discreta partita per il Croato in cabina di regia. I compagni gli affidano spesso il “primo passaggio” che smista sapientemente senza strafare. Prende un bel palo con un ottimo tiro sul finale.

Vecino 5 – Troppa sciabola e poco fioretto. Rischia più volte il doppio giallo. Svolge il compitino senza la solita “garra” che lo contraddistingue. Fallisce due limpide occasioni per chiudere la gara fra l’83’ e l’85, nella prima soprattutto sarebbe bastato un semplice tocco per insaccare, ma di poco manca la porta.

Joao Mario 6,5 – Propositivo e diligente in questo nuovo ruolo. Con abnegazione aiuta i due dietro e supporta quando può i tre davanti. E’ il più pericoloso insieme a Perisic. Peccato cicchi nel primo tempo un ottima palla che avrebbe meritato miglior sorte. Esce al 76’ per Lautaro Martinez.

Naianggolan 6,5 – Passi avanti per il Ninja. Più al centro del gioco rispetto alle ultime uscite, anche se non lucidissimo. Una palla come quella che gli capita in avvio di ripresa, ad esempio, uno come lui la dovrebbe buttare dentro invece di sparecchiarla sul portiere. Si fa perdonare con un imbucata sublime che Lautaro Martinez è bravo a mettere dentro.

Perisic 6,5 – Le voci che lo vedevano ristabilito e rigenerato in settimana erano vere. Volitivo e indefesso è uno dei pochi che prova a inventare qualcosa. Sbatte contro un ottima difesa avversaria e con gli errori di mira dei compagni, ma i suoi sono sempre ottimi passaggi e cross. Sradica la palla del vantaggio a centrocampo dai piedi di Kucka e lancia il contropiede che vale i 3 punti.

Icardi 5 – Sette partite senza gol cominciano a essere un po’ troppe. Il capitano non è solito a digiuni così lunghi e mostra anche qualche piccolo segno di nervosismo. Oggi due o tre palle giuste da buttare dentro ce le avrebbe pure, ma le spreca malamente. Poi come al solito è fuori dalla manovra, ma a quello siamo abituati.

Lautaro Martinez 7 – 14 minuti per lui e si fa trovare subito nel posto giusto al momento giusto da Naianggolan. E’ lucidissimo, poi, a trafiggere il portiere con un chirurgico destro che si insacca sotto la traversa.

Gagliardini sv – Cambio all’89 per diluire il recupero e fare respirare i suoi.

Cedric Soares sv – Come per Gagliardini, ma con un minuto in più sul cronometro.

Pagelle a cura di Giorgio Giordano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy