Pagelle Genoa – Torino 0-1: il gol dell’ex Ansaldi trova i 3 punti! – Voti Fantacalcio

Pagelle Genoa – Torino 0-1: il gol dell’ex Ansaldi trova i 3 punti! – Voti Fantacalcio

Tanti ammoniti e tanti errori per una partita decisa da un singolo episodio

di Voti Fantamagazine

In una partita nervosa e spezzettata fin dalle battute iniziali, il Torino espugna il Ferraris riagganciando il treno per l’Europa e superando inaspettatamente la Lazio. È dell’ex Ansaldi il gol decisivo, che condanna invece il Genoa sempre più in basso in classifica, ormai solo a +5 dalla zona retrocessione. Tra i granata spicca Sirigu, che festeggia le 400 presenze tra i professionisti con l’ennesima prova superlativa della sua stagione.

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Radu 6,5 – Praticamente inoperoso nel corso dell’intera gara, non ha responsabilità sul gol di Ansaldi. Nel finale compie un miracolo sul tentativo a botta sicura di Paragini. Dimostra la solita imprecisione nei rinvii.

Lazović 6 – Schierato nell’inedito ruolo di terzino destro, soffre un po’ l’aggressività iniziale di Ola Aina, ma senza andare mai veramente in affanno. Gioca una gara sufficiente, ma comunque piuttosto timida, senza spingersi mai troppo in avanti.

Romero 6,5 – Insieme a Zukanovic contiene senza grosse difficoltà Belotti. Riesce a sbrogliare anche un paio di incomprensioni con il compagno di reparto che si sarebbero potute trasformare in delle occasioni potenziali per gli avversari e gestisce i difficili minuti finali in maniera impeccabile, fungendo anche da attaccante aggiunto. Sempre preciso ed elegante nelle uscite palla al piede.

Zukanovic 6 – Poco prima della mezzora ha sulla testa l’occasione per portare avanti il Genoa, ma manda a lato il pallone. Gioca una partita insolitamente sicura, coprendo bene la sua area di competenza. Nel finale soffre inevitabilmente i tentativi in contropiede del Torino.

Criscito 6,5 – Attento in fase difensiva e molto propositivo in avanti, probabilmente il migliore in campo nella prima frazione. Dai suoi cross nascono le migliori occasioni da gol del Grifone, comprese quelle di Lerager e Lapadula nel finale di primo tempo. Nella ripresa cala l’autonomia e la squadra fatica a creare gioco dalla sua parte.

Lerager 5,5 – Solita gara priva di acuti da parte del danese, che però si mangia una grande occasione di testa a tu per tu con un superlativo Sirigu nel finale di primo tempo.

Veloso 5 – Gioca una gara ordinata in fase di possesso palla, contribuendo anche in maniera importante alla fase di interdizione. Imperdonabile però l’errore sulla punizione che da il via all’azione del vantaggio granata.

Radovanovic 5,5 – Inizialmente si pensava potesse essere schierato come centrale di difesa, invece è al solito posto a metterci il fisico in mezzo al campo. Prestazione rivedibile, soprattutto nei minuti finali, quando non mantiene i nervi saldi come dovrebbe.

Sturaro 6,5 – Tra i più propositivi nella prima mezzora giocata, si disimpegna bene sulla trequarti. Sfortunato nel contatto con Meitè che lo costringe ad uscire anzitempo in barella.

Lapadula 6 – Lotta su ogni pallone e in ogni contrasto, spesso finendo anche per esagerare con l’irruenza. Non gli capitano occasioni d’oro, ma prova a crearsene un paio con una bella torsione nel finale di primo tempo e un tentativo di anticipo su Nkoulou ad inizio ripresa. Non basta.

Sanabria 5 – Con Lapadula affianco, è lui ad occuparsi maggiormente di dialogare col centrocampo. Un lavoro che non gli riesce affatto bene: impreciso nelle sponde e nel fraseggio, spesso vittima anche di errori tecnicamente piuttosto banali. Conferma di essere in un periodo negativo.

Rolon 5 – Sottotono, forse addirittura inadeguato ad una gara di questa importanza. Ha evidenti responsabilità sul gol di Ansaldi, lasciato colpevolmente solo all’interno dell’area. Fa rimpiangere Sturaro, uscito infortunato.

Kouamè 6 – Entra a inizio ripresa per velocizzare un po’ la manovra del Grifone. Sicuramente un upgrade rispetto allo spento Sanabria, ma da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più. Sfortunato nel finale quando Sirigu gli toglie il pallone del pareggio dall’incrocio dei pali.

Bessa 5,5 – Subentra a Veloso per dare un po’ di vivacità ad un centrocampo troppo statico nella seconda frazione. Non incide come ci sarebbe potuti aspettare.

Pagelle a cura di Alessandro Vai

PAGELLE TORINO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Torino

Sirigu 7 – Festeggia la gara numero 400 in carriera con l’ennesima grande prestazione di questa stagione. In una gara in cui tutto sommato non viene troppo sollecitato, salva due volte il Torino: su colpo di testa da distanza ravvicinata di Lerager appena dopo la mezzora e nel finale sulla frustata di Kouamè.

Izzo 6 – Gioca la solita partita aggressiva alla continua ricerca dell’anticipo sul diretto avversario. Stavolta però arriva spesso in ritardo sui contrasti, finendo per commettere fallo anche in situazioni piuttosto evitabili.

Nkoulou 6 – Non soffre quasi mai il continuo movimento di Lapadula, neutralizzandolo con il fisico e l’esperienza. Altra partita di sostanza.

Moretti 6 – Come Nkoulou, si trova a gestire anche un paio di avversari contemporaneamente, ma se la cava tutto sommato bene sfruttando l’esperienza ed uno spiccato senso della posizione.

Aina 6 – Parte bene sulla fascia sinistra costringendo spesso Lazović ad un lavoro difensivo che non è esattamente nelle sue corde. Spostato a metà della prima frazione sulla fascia destra, soffre invece molto le discese di Criscito e non riesce a rendersi altrettanto pericoloso in proiezione offensiva. Meglio nella seconda frazione, quando ritorna sulla sua fascia di competenza.

Meitè 6,5 – Fa sentire la sua presenza fisica in mezzo al campo, entrando anche spesso nel vivo del gioco. Smista bene i palloni sulle fasce e cerca la fortuna con un paio di tiri dalla distanza.

Rincon 6,5 – Solita partita di sostanza in mezzo al campo: dalle sue parti non filtra un pallone. Gestisce bene la palla quando se la ritrova tra i piedi.

Ansaldi 6 – Non una grande gara dell’ex, che però finisce per risultare decisivo come all’andata. Partita giocata sotto ritmo e non priva di qualche imprecisione, soprattutto nella prima frazione, ma l’incursione in occasione del gol è fondamentale per le sorti del match.

Baselli 5,5 – Partita piuttosto anonima per il trequartista granata, che non entra mai veramente nel vivo del gioco. Diffidato, rischia più volte il giallo fino a guadagnarselo appena prima della sostituzione.

Berenguer 6,5 – Tra i giocatori granata più attivi in un primo tempo giocato su ritmi piuttosto bassi. Prova a farsi vedere sulla trequarti con qualche dribbling ed un paio di suggerimenti interessanti per i compagni. Bravo a premiare l’incursione di Ansaldi in occasione del gol.

Belotti 6 – Si vede più che altro quando fa a sportellate con i difensori centrali del Genoa. Non ha grandi occasioni né se le procura, ma si dimostra generoso nel finale quando anziché mettersi in proprio serve a Parigini la palla del potenziale raddoppio.

Parigini 5 – Entra nel finale, giusto in tempo per farsi ammonire stupidamente e per sbagliare clamorosamente un gol a tu per tu con Radu.

Lukic sv

Pagelle a cura di Alessandro Vai

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy