Pagelle Fiorentina – Juventus 0-2: Bernadeschi mette la firma dell’ex! – Voti Fantacalcio

Pagelle Fiorentina – Juventus 0-2: Bernadeschi mette la firma dell’ex! – Voti Fantacalcio

Un gol su punizione dell’esterno bianconero apre le marcature all’inizio del secondo tempo. Higuain nel finale chiude la partita su assist di Chiellini.

di Voti Fantamagazine

Allo stadio “Artemio Franchi”, la tesissima gara tra Fiorentina e Juventus assume i contorni di un incontro di pugilato: le due compagini colpiscono a turno e poi si difendono, pronte a sferrare l’attacco decisivo. Il colpo del k.o. porta la più classica firma dell’ex Federico Bernardeschi che, con un’astuta punizione, beffa Sportiello sul suo palo. Allo scadere, Higuain mette in statistica la quattordicesima rete in campionato. Termina 0-2 con una Fiorentina quadrata che è costretta ad arrendersi ad una Juventus non proprio irresistibile ma tremendamente cinica.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Sportiello 5,5 – Pur non trasmettendo particolare sicurezza, si fa trovare pronto anche su un insidioso appoggio di Astori. Ha qualche colpa sul piazzato di Bernardeschi sul quale è, forse, troppo frettoloso a battezzare l’angolo.

Pezzella 6,5 – Il duello con Higuain è tutto argentino, in anticipo riesce quasi sempre ad avere la meglio, quando l’attaccante bianconero gli prende il tempo ricorre alle maniere forti. Autoritario.

Astori 5,5 – La presenza di altri due centrali di ruolo gli permette di fungere da regista arretrato con meno apprensione: sempre preciso negli appoggi, ha la freddezza giusta per prendersi dei rischi quando necessario ma allo scadere chiama male in fuorigioco e fa salire in ritardo la propria retroguardia, Higuain non perdona.

Milenkovic 6,5 – Le sue prime tre apparizioni in Serie A sono state così brillanti da convincere Stefano Pioli a decentrarlo sulla destra per contenere Mandzukic. Pecca un po’ di nervosismo ma, complice la serata poco ispirata dell’ariete croato, riesce a ben figurare anche grazie ad un ottimo senso della posizione. Promosso.

Biraghi 5,5 – È l’unico terzino di ruolo schierato nella difesa ibrida di Pioli e, dunque, spettano a lui tutti i compiti di spinta. Complice una forte pressione juventina, resta abbottonato nella propria metà campo e, pur senza sbagliare, si limita troppo al compitino.

Benassi 6,5 – Si francobolla su Pjanic e gli toglie tempo e spazio per avviare in modo pericoloso la manovra bianconera. Pur non vedendosi quasi mai in zona offensiva, a conti fatti è lui ad aver mandato in tilt il centrocampo di Allegri.

Badelj 5 – Tra i centrocampisti gigliati è l’unico ad avere la giusta dose di coraggio per tentare spesso la verticalizzazione. La precisione non è quella delle serate migliori e nemmeno la lucidità: si lascia saltare troppo spesso e permette alla Juventus di guadagnare preziosi calci piazzati.

Veretout 6,5 – Copre instancabilmente ogni zolla del campo: parte al centro, raddoppia a destra, poi a sinistra, arriva quasi a battere dal dischetto ma il VAR dice di no, un gol avrebbe reso la sua prestazione praticamente perfetta.

Chiesa 6 – Lotta come sempre, riesce a dare un grandissimo contributo in fase difensiva ma, almeno per stasera, quando si tratta di spingere non riesce ad essere un concreto pericolo. La prestazione è sufficiente perché, contro questa Juventus, era fondamentale spirito di sacrificio da parte di tutti.

Simeone 5,5 – Memore della gloriosa giornata vissuta ai danni dei bianconeri in maglia rossoblu, si prepara ad imbastire una “nuova Waterloo” per la Juventus. I fatti non seguono le promesse ma, pur non essendo pericoloso, fa a sportellate costantemente tra due colossi come Benatia e Chiellini.

Gil Dias 6,5 – A giudicare dalla prestazione di stasera, sembra sia quasi entrato nelle dinamiche della Serie A: oltre a puntare l’uomo, si sacrifica in fase difensiva e solo il palo gli nega la gioia di un gol pesantissimo. Spina nel fianco.

Thereau 5 – Entra in campo e si ritrova sui piedi un pesantissimo pallone da spingere in porta a tu per tu con Buffon ma, complice la poca distanza tra lui e il numero uno bianconero, spreca calciando alla cieca. Il resto è tanta corsa a vuoto, poca concretezza e un giallo per fallo tattico.

Eysseric S.V.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

PAGELLE JUVENTUS

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Juventus

Buffon 6,5 – Salvato dal palo nel primo tempo, si esalta nel secondo salvando il vantaggio bianconero.

Lichtsteiner 5,5 – Male come tutta la squadra nel primo tempo, ogni tanto prova a sfondare sulla fascia ma con poco successo.

Benatia 6,5 – Soffre il gran momento della Fiorentina, ma nel secondo tempo torna ad essere il grande difensore che è.

Chiellini 7 – Che palla di destro per Higuain, una giocata che tramortisce i viola. Per il resto gran partita su Simeone che oggi sembrava anche in forma.

Alex Sandro 5,5 – Netto passo indietro rispetto ai segnali incoraggianti delle ultime prestazioni. Ammonito nel primo tempo, soffre sulla fascia di competenza.

Khedira 5,5 – Dopo la grande doppietta contro il Sassuolo non riesce a ripetersi. Prestazione scialba e inconsistente, forse ancora acciaccato.

Pjanic 6 – Partita degna del vecchio Pjanic, alterna grandi giocate a svarioni da far venire i brividi, soffre la fisicità del centrocampo viola.

Marchisio 6 – Si impegna e corre come un matto, ma se vuole ritrovare il posto da titolare che gli manca da 3 anni deve fare ben altro. Con Matuidi la Juve gioca meglio.

Bernardeschi 7 – Primo tempo anonimo in sintonia con i compagni, si illumina nel secondo tempo guadagnandosi e realizzando la punizipne del vantaggio. Il più classico dei gol degli ex.

Higuain 6,5 – Che dire, gioca 85 minuti totalmente anonimi, un solo tiro in porta e poca cattiveria, poi detta il movimento a Chiellini e si ritrova davanti a Sportiello chiudendo di fatto una partita difficilissima.

Mandzukic 5,5 – Ancora un passo indietro, la forma fisica non c’è e si vede. Tuttavia Allegri non può farne a meno che si giochi a 3 o a 4 lì davanti.

Barzagli 6,5 – Entra e mette le cose in chiaro, nonostante non sia più titolare fisso e nonostante l’età rimane uno dei difensori più forti al mondo. Col suo ingresso la viola non arriva più in area.

Douglas Costa 6 – Qualche buono spunto ma nulla di più, poco tempo e poco spazio per incidere.

Bentancur sv

Pagelle a cura di Luca Furfaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy