Pagelle Chievo – Genoa 0-0: al Bentegodi vince la noia, imbattibilità per Radu e Sorrentino – Voti Fantacalcio

Pagelle Chievo – Genoa 0-0: al Bentegodi vince la noia, imbattibilità per Radu e Sorrentino – Voti Fantacalcio

Finisce 0-0 la sfida tra Chievo Verona e Genova.

di Voti Fantamagazine

Scialbo e soporifero 0 a 0 al Bentegodi dove le poche occasioni sono concentrate nei minuti finali. Chievo un pò meglio, ma sempre sterile, si scontra contro il muro del Genoa che alla lunga si accontenta del punto guadagnato allungando a +11 sulla zona salvezza. Per i Clivensi, fermi a 10, la situazione è sempre più critica.

PAGELLE CHIEVO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Chievo

Sorrentino 6 – Ordinaria amministrazione, si sporca i guantoni solo in qualche uscita e in una parata su un tiro smorzato dai difensori.

Schelotto 6 – Fa da spola fra terzo centrale in fase di ripiegamento e terzino destro in uscita. Interpreta bene il ruolo sostituendo al meglio De Paoli. Con più cattiveria avrebbe potuto creare molti pericoli.

Bani 6,5 – Ordinato e lucido passa un pomeriggio tranquillo anche grazie all’inoperosità delle punte avversarie. Ottimo intervento nel finale che salva il risultato.

Barba 6,5 – Riportato al centro e responsabilzzato mette un toppa dove deve ed è sempre preciso di testa.

Jaroszynski 5,5 – Gioca alto il terzino oggi schierato da Di Carlo. Dietro il Genoa non lo impensierisce e lui prova a proporsi in avanti. Sua è la prima occasione della partita al 30’, poi 60’ di anonimato.

Leris 6 – Partita di sacrificio che non è nelle sue corde, si vede più in fase di contenimento che in altro, però lo fa molto bene.

Rigoni N. 5,5 – Scompare nella mischia di una partita senza particolari sussulti.

Hetemaj 6,5 – Regge il centrocampo dei suoi. È l’uomo ovunque con pressing costante e recuperi palla, il non gioco del Genoa è anche merito del suo lavoro in mediana.

Kiyine 6,5 – Sostituisce Giaccherini dietro le punte e si nasconde fra le linee. Si nota benissimo invece con calci piazzati velenosi che avrebbero meritato miglior sorte.

Stepinski 5 – Avulso. Lui ci prova a farsi vedere, a fare salire la squadra come sempre, ma i suoi appoggi sono imprecisi e i rifornimenti scarseggiano sempre più.

Meggiorni 5,5 – Qualche cosa in più rispetto al compagno di reparto, ma niente di concreto. Non è mai stato un bomber, ma un attaccante di manovra, però fa sempre troppo poco.

Diouussè 6 – Muscoli e peso al servizio della squadra nell’ultima mezz’ora. Dà una boccata d’aria al centrocampo.

Djordjevic 6 – Vorrebbe mangiarsi il mondo nei pochi minuti concessigli e ci prova. Risulta ai punti il più pericoloso dei suoi, ma non basta.

Piazon sv – Seconda apparizione in Italia nella manciata di minuti di recupero nei quali tenta il colpaccio con una punizione insidiosa.

Pagelle a cura di Giorgio Giordano

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Radu 6 – Poco sollecitato in generale, da segnalare giusto un’efficace respinta di pugno sugli sviluppi di una punizione insidiosa nel corso della prima frazione.

Biraschi 6 – Si dimostra ancora una volta piuttosto inadatto in proiezione offensiva, mentre difensivamente regge tutto sommato bene. Finisce la partita stremato e proprio nel finale rischia di causare un rigore che sarebbe risultato determinante.

Romero 6 – Attento e pulito nella maggior parte dei contrasti, aiuta raddoppiando i compagni di reparto quando li vede in difficoltà nell’uno contro uno. Solita prestazione di sostanza.

Zukanovic 6 – Aiutato dall’atteggiamento della squadra che si schiera molto bassa a protezione della propria area, raramente si trova a dover difendere la profondità alle sue spalle. Non va quindi in difficoltà, come invece successo altre volte nel corso della stagione.

Criscito 6 – Qualche volta risulta troppo impreciso, altre un po’ in ritardo sugli sviluppi dell’azione. Non la sua migliore prestazione, ma rimane comunque uno degli elementi complessivamente più positivi della formazione rossoblù.

Lerager 5 – Dopo un paio di prestazioni convincenti, un passo indietro notevole. In ombra nel corso di tutta la gara, sempre in ritardo nelle giocate. Rischia persino il secondo giallo in un paio di situazioni.

Radovanovic 5,5 – Seguito a uomo da Kiyine per gran parte della gara, non riesce a dettare i ritmi del gioco. Un po’ in affanno anche nel fare filtro a centrocampo.

Rolon 6,5 – Risolve un paio di situazioni pericolose con dei buoni ripiegamenti difensivi e propone anche qualche interessante soluzione offensiva. Il migliore del centrocampo rossoblù.

Bessa 6 – Nella prima frazione risulta essere il più attivo nella trequarti avversaria, ma riesce comunque a concretizzare poco a causa dei pochi spazi concessi dal Chievo negli ultimi venti metri. Nella ripresa, spostato sulla fascia, si vede poco. Non sempre lucido nel prendere la decisione sull’ultimo passaggio.

Kouamè 6 – Spento, poco lucido negli appoggi e in difficoltà nei contrasti aerei: nella prima frazione non si è visto il solito Kouamè. Meglio nella ripresa, quando sfiora anche il gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma troppo isolato nel cercare di creare qualche trama pericolosa.

Sanabria 5,5 – Lotta su tutti i palloni e prova a far salire la squadra a più riprese. Si vede poco dalle parti di Sorrentino, ma più per la mancanza di gioco di chi gli sta dietro che non per suoi specifici demeriti.

Lazović 6 – Subentra a Lerager a mezzora dalla fine e si mette in mostra con qualche guizzo interessante sulla fascia destra. Non riesce comunque a far cambiare marcia alla squadra in fase offensiva.

Veloso 5,5 – Prende il posto di un Rolon che fino a quel momento non aveva affatto sfigurato, diversamente da lui che soffre la vivacità dei centrocampisti clivensi.

Pandev 5,5 – Un quarto d’ora per sfruttare la sua fantasia e proporre qualcosa in più nell’ultimi metri: esperimento fallito. Riceve pochi palloni e non sfrutta a dovere neanche quelli.

Pagelle a cura di Alessandro Vai

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy