Pagelle Benevento – Genoa 1-0: Diabatè punisce i liguri – Voti Fantacalcio

Pagelle Benevento – Genoa 1-0: Diabatè punisce i liguri – Voti Fantacalcio

Basta un lampo dell’attaccante maliano per decidere la contesa: sugli scudi anche Puggioni, autore di tre grandi parate.

di Voti Fantamagazine

L’anticipo della 37a giornata di Serie A termina 1-0 tra Benevento e Genoa al Vigorito. I padroni di casa, nell’ultima partita casalinga, salutano i propri supporters con una bella vittoria conquistata in una partita avara di occasioni nel primo tempo. Nonostante il grande forcing offensivo praticato dagli attaccanti rossoblù. è di Diabatè il gol decisivo, furbo nel farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. In grande evidenza anche il portiere Puggioni, vero e proprio eroe di serata con diversi interventi miracolosi che tengono in piedi i padroni di casa.

PAGELLE BENEVENTO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Benevento

Puggioni 7,5  – Ordinaria amministrazione fino a metà del secondo tempo, poi sale in cattedra e tiene autenticamente a galla la sua squadra con due doppi interventi: prima annienta Hiljiemark e poi salva su Omeonga, poco dopo respinge un pericoloso tiro di Rossi e sulla ribattuta ferma anche Salcedo. Praticamente impenetrabile.

Letizia 5,5 – C’è da dire che spinge costantemente sulla sua fascia ma senza particolare efficacia. Spesso impreciso nelle due fasi, leggermente sotto la sufficienza.

Djimsiti 6,5 – Spilungone che offre un’altra importante prestazione per il reparto arretrato del Benevento. Difende con ordine, aiutato anche dalla pochezza offensiva genoana che ritrova verve solo con l’ingresso di Pepito Rossi.

Tosca 6 – Mezzo voto in meno del suo compagno di reparto per due sbavature di cui una poteva anche costar cara. Per il resto difesa ordinaria ampiamente
sufficiente.

Sagna 6,5 – Esperienza ed impegno importanti per la sua squadra. Non si rende partecipe di sbavature a parte un intervento rischioso su Lapadula. Per il resto spinge il giusto e contiene con efficacia le incursioni degli avversari.

Viola 6 – Conferma quanto di buono fatto fin’ora. Non la sua migliore prestazione ma ripiega con ordine e prova a rendersi pericoloso con un paio di inserimenti che non vengono ben valorizzati dai suoi compagni. Prestazione sufficiente.

Cataldi 5,5 – Bene all’avvio, amministra con ordine e ci mette impegno. Interviene su Bertolacci con un fallo tattico per evitare la ripartenza, da lì si spegne diventando più impreciso. De Zerbi lo sostituisce per ridare vigore alla mediana.

Gyamfi 6 – Entra al posto di Cataldi ma nei 23 minuti giocati non si fa particolarmente notare, né in bene né in male.

Sandro 6,5 – Un paio di leggere sbavature che non minano la sua prestazione di ordine, muscoli ed intelligenza tattica. Si conferma faro di centrocampo di importante rilevanza per il Benevento.

Parigini 6 – Meno pericoloso del suo compagno di reparto Brignola, ma comunque utile. Parte bene creando qualche grattacapo a Rosi, poi si spegne lasciando spazio a Coda nel secondo tempo.

Brignola 7 – Spina nel fianco sinistro del Genoa, è un motorino perpetuo che tenta di rendersi costantemente pericoloso. Tanto impegno ma poca lucidità in fase di finalizzazione. A 5 minuti dalla fine ritrova le energie per un ”coast to coast” che consegna a Diabatè l’assist vincente.

Diabatè 6,5 – Primo tempo insufficiente, soprattutto per mancanza di assistenza dei suoi compagni. E il tipo di attaccante che difficilmente si crea le occasioni in modo autonomo, ma al momento giusto si fa trovare pronto trasformando la rete decisiva.

Coda 5 – Entra all’inizio del secondo tempo con la speranza di dare verve offensiva alla sua squadra, ma a parte un cross impreciso non si fa mai vedere.

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Lamanna 6 – Come Puggioni, inoperoso per gran parte della gara. Si fa trovare pronto su un pericoloso tiro di Viola ma appare insicuro sui palloni alti.

El Yamiq 6,5 –  Senza dubbio il migliore del reparto difensivo genoano. Nel primo tempo si rende protagonista di due interventi importantissimi, per il resto nessun particolare errore.

Biraschi 5,5 –  Inizia come centrale, poi passa a destra a seguito dell’infortunio di Rosi. Prestazione da sufficienza piena su cui, però, pesa il non esser riuscito a fermare Brignola in occasione del gol partita del Benevento.

Izzo 6 – Valutazione leggermente inferiore rispetto al suo compagno di reparto a causa di qualche imprecisione nei disimpegni, per il resto fa sentire la sua presenza soprattutto quando aiuta la squadra a salire.

Rosi 6 – Esce al 28′, soffre a tratti Parigini ma nessun particolare demerito da segnalare.

Spolli 6 – Ampiamente sufficiente considerando soprattutto che entra a freddo per l’infortunio di Rosi.
Ballardini decide comunque di sostituirlo ma non c’è nulla di negativo da segnalare.

Hiljemark 6 – Voto a metà tra il 5,5 per la non particolare costruzione di gioco ed il 6,5 per l’impegno nell’inserirsi. Bellissimo uno-due con Lapadula ma il gol è negato solo da un eccezionale Puggioni.

Cofie 5,5 – Recupera diversi palloni, ma sarebbe stato lecito aspettarsi maggiore impegno, soprattutto con la fascia di capitano al braccio. Per lunghi tratti appare avulso dal gioco.

Bertolacci 5,5 – Ingaggia un duello con Cataldi a colpi di interventi duri. Rischia il rosso nel primo tempo, per il resto normale amministrazione ma da un calciatore come lui ci si aspetta sicuramente di più.

Omeonga 5 – Se da un lato è vero che Puggioni gli nega il gol, dall’altro è altrettanto vero che Letizia gli crea troppi grattacapi. Difensivamente si rende pericoloso per la sua stessa squadra. Pesa l’errore in occasione del gol del Benevento.

Salcedo 6 – Ha francamente poco tempo per mettersi particolarmente in mostra, ma riesce comunque a farsi vedere sotto porta con un tiro annientato da Puggioni.

Medeiros 5 – L’estro e la fantasia non gli mancano, ma nella sua frazione di gioco non riesce a rendersi particolarmente pericoloso e troppo spesso sbaglia l’intesa con Lapadula.

Lapadula 5,5 –  Come detto, non riesce ad intendersi con Medeiros, ma nel corso del secondo tempo migliora rendendosi utile con Hiljemark e con Rossi a cui apre diversi spazi portando via l’uomo avversario. Tuttavia, non sufficiente.

Giuseppe Rossi 6,5 –  Entra a gioco in corso ed il Genoa trova finalmente verve offensiva. Ci prova e ci riprova ma Puggioni gli dice no. Meriterebbe il 7 per il grande impegno ma la sua valutazione è leggermente minata anche dall’imprecisione nel tiro che, alla fine, non gli consente di trovare il gol.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy