Pagelle Atalanta – Genoa 2-1: Barrow entra e cambia la partita! – Voti Fantacalcio

Pagelle Atalanta – Genoa 2-1: Barrow entra e cambia la partita! – Voti Fantacalcio

L’attaccante entra all’inizio del secondo tempo e segna subito il vantaggio orobico. Castagne raddoppia, nel finale gioia per Pandev.

di Voti Fantamagazine

Nella cornice del Mapei Stadium l’Atalanta continua ad inseguire il sogno dell’Europa che più conta. Partita mai in discussione, controllata dagli uomini di Gasperini fin dai suoi esordi. È il redivivo Barrow – appena entrato – a sbloccare la contesa nella ripresa; di Castagne il sigillo che chiude il match. Inutile il gol allo scadere di Pandev. Genoa al limite del non pervenuto, ormai risucchiato definitivamente nella lotta per non retrocedere.

PAGELLE ATALANTA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Atalanta

Gollini 6 – pressoché inoperoso fino al bel colpo di reni con cui respinge la “testata” di Romero. Incolpevole sul gol di Pandev.

Djimsiti 7 – dietro non rischia nulla. Si inventa assist-man in uno degli accompagnanti offensivi chiesti dal mister ai suoi centrali difensivi.

Hateboer 6 – Arretrato nella linea a tre, gioca con maturità e non fa rimpiangere i compagni di ruolo.

Palomino 6 – il più sporco e impreciso del trittico difensivo, ne esce comunque sufficiente.

Gosens 6,5 – L’ostruzione di Zapata gli nega la gioia del gol ma non cancella una prestazione di pressoché totale proiezione offensiva.

Castagne 7 – da un suo spunto nasce il gol – poi annullato – di Gosens. Nella ripresa appoggia in rete il più facile del palloni, chiudendo la contesa.

De Roon 6,5 – Centrocampista di lotta e di governo, manda in porta Barrow con una giocata decisiva per sbloccare il match.

Freueler 6 – Polmoni e corsa al servizio della squadra, denari che gli appartengono e che vengono troppo poco spesso reclamati. Meno propositivo di quanto ci ha abituato.

Ilicic 6,5 – così com’è di natura, si accende ad intermittenza. Quando lo fa, però, ne nasce spesso un’azione da gol.
Zapata 6 Fa a sportellate come suo solito ma non trova il guizzo vincente.

Barrow 7 – Entra e insacca, sbloccando un match che poteva evocare ricordi di partite recenti.

Pasalic 5 – brutta prestazione, dopo le ultime uscite tutto sommato positive. Avulso dal gioco, Gasperini lo cambia all’intervallo.

Pessina 6 – Entra quando la partita è già di fatto terminata.

Ibanez SV.

Pagelle a cura di Giacomo Degli Esposti

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Radu 5,5 – Non si può addossare a lui la colpa, ma sul primo gol poteva fare qualcosa in più: arriva sulla palla ma non riesce a deviarla verso l’esterno come avrebbe dovuto.

Biraschi 6,5 – Primo tempo da incorniciare per Biraschi, che è tornato per quarantacinque minuti quello di inizio stagione. Dalla sua parte non passano né Gosens né Zapata, molto spesso impegnato anche in dei buoni anticipi. Nella ripresa fatica di più, come tutta la linea difensiva, ma insieme a Romero è quello che entra meno in difficoltà.

Romero 7 – Solita prestazione monstre dell’argentino che annulla Zapata in tutta la prima frazione. Monumentale nonostante un piccolo problema muscolare accusato dopo il primo quarto d’ora di gara, è l’unico a reggere anche nel secondo tempo. Nel finale fa anche l’attaccante meglio di Lapadula e Sanabria messi assieme, sfiorando il gol con un colpo di testa e servendo l’assist di tacco a Pandev.

Zukanovic 4,5 – Errore imperdonabile sul gol di Barrow, che gli prende il tempo con troppa facilità per involarsi verso la porta. Da lì in poi la situazione precipita e lui fatica a tenere il passo del ragazzino fino alla inevitabile sostituzione. Anello debole di una difesa impeccabile fino a quel momento della gara.

Criscito 5,5 – Inizia subito bene in una gara per niente semplice, dato che dalla sua parte gravitano sia Ilicic che un Castagne in ottima forma fisica. Nella ripresa si eclissa e fatica a tenere il passo degli avversari. Evidenti le sue responsabilità sul secondo gol, quando lascia Castagne libero di colpire dall’interno dell’area piccola.

Lerager 5 – Mai nel vivo del gioco, si nota più perché si ostacola con i compagni di reparto che per suoi meriti. Sostituito ad inizio ripresa.

Radovanovic 5 – Come sempre in difficoltà nel gestire il pallone, nella ripresa fatica anche in fase difensiva, quando è evidente la mancanza di filtro del centrocampo.

Veloso 5,5 – Ci prova un paio di volte da lontano senza grande fortuna. Per il resto la solita partita ordinata e senza acuti, con qualche amnesia palla al piede e di posizionamento in campo.

Bessa 5,5 – Anche lui non molto coinvolto nella manovra offensiva, si vede più che altro per qualche bel dribbling da cui partono i contropiedi del Genoa. Fatica però poi a compiere la scelta migliore nel liberarsi del pallone, tranne in occasione del gol quando serve una bella palla in profondità a Romero. Nel finale spara in curva un buon pallone dal limite dell’area: poteva fare meglio.

Kouamè 5,5 – Solita partita fatta di sportellate e qualche buona giocata, nonostante venga servito poco e male. Troppo spesso sacrificato fin dentro la propria area in marcatura, sull’esterno non rende mai al 100%.

Lapadula 5 – Lotta su ogni pallone nella prima frazione. Bravo nel far salire la squadra e nel fare da sponda per i compagni, risulta anche più efficace del solito nel pressing. Imperdonabili però i soliti errori sotto porta: nel finale di primo tempo spreca una buona occasione di testa e negli ultimi minuti di gara sbaglia addirittura un gol fatto, superato sullo slancio Gollini.

Pandev 6 – Non cambia le sorti della gara ma nel finale rimane freddo sull’assist di Romero. Prende un’ammonizione evitabile considerando che era diffidato ed alla prossima c’è una sfida fondamentale per le sorti del Genoa.

Pereira 5,5 – Prandelli lo ripropone nella ripresa nonostante le pallide prestazioni delle ultime giornate. Emblematici della sua gara i passaggi all’indietro nei minuti di recupero, con tutto il resto della squadra ad attendere il cross in area.

Sanabria 5,5 – Buttato nella mischia nell’ultimo quarto d’ora nella speranza di trovare il pareggio, tocca meno palloni di Romero nell’area avversaria.

Pagelle a cura di Alessandro Vai

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy