Le Pagelle di Sassuolo-Sampdoria 0-0, espulso Ranocchia, Berardi sbaglia un rigore, super Viviano

Le Pagelle di Sassuolo-Sampdoria 0-0, espulso Ranocchia, Berardi sbaglia un rigore, super Viviano

Al Mapei è 0-0, nel primo tempo espulso Ranocchia, ma la Sampdoria tiene fino alla fine. Gran protagonista Viviano che para un rigore a Berardi.

Termina 0-0 il secondo anticipo della 34a giornata di Serie A. Al Mapei Stadium una Sampdoria in inferiorità numerica per più di un’ora regge agli attacchi del Sassuolo soprattutto grazie a Viviano, autore di una prestazione magistrale. Espulso Ranocchia per per doppia ammonizione nel primo tempo. Berardi fallisce un calcio di rigore a pochissimi minuti dal termine. Un punto importante per la Sampdoria in chiave salvezza, un punto che serve a poco per il Sassuolo nella corsa all’Europa.

Pagelle Fantamagazine Sassuolo

Consigli 6 – Quasi mai impegnato.

Vrsaljko 6,5 – Dalla sua parte non soffre mai e mette cross a ripetizione, anche se quasi mai sfruttati.

Cannavaro 6 – Si prende praticamente a uomo Muriel, vincendo i duelli aerei ma soffrendo la velocità del colombiano.

Acerbi 6 – Difficile dargli di più, ma non per demerito suo; semplicemente gli avversari non lo impensieriscono mai lui amministra con ordine.

Peluso 6,5 – La superiorità numerica lo porta a spingere più del solito, con qualche incursione pericolosa.

Biondini 6 – Solita gara solida, che però finisce in anticipo per un problema muscolare; esce nel primo tempo per Duncan.

Duncan 5 – Troppi passaggi sbagliati.

Magnanelli 6,5 – La superiorità numerica lo aiuta perché ha più spazio per impostare; dietro copre bene e trova una bella conclusione dalla distanza, fermata solo da un ottimo Viviano.

Pellegrini 5,5 – Ordinato quanto c’è da difendere, acerbo quando si tratta di impostare. Esce nel forcing finale per Falcinelli.

Falcinelli SV.

Berardi 5,5 – Ingiusto dargli di meno. E’ vero, l’errore dal dischetto pesa, anche perché tirato male. Tuttavia si muove molto per tutto l’arco del match, riuscendo anche a creare buone cose, tra cui conquistarsi lui stesso il rigore. Peccato per l’errore nel finale che ha negato la vittoria ai suoi.

Defrel 6,5 – Gioca appena 26 minuti ed è costretto ad uscire per una brutta botta al naso, ma se il Sassuolo gioca per circa 70 minuti in superiorità numerica è merito suo, bravo a conquistarsi entrambe le ammonizioni di Ranocchia. Esce per Trotta.

Trotta 5 – A parte un’interessante conclusione di esterno, fermata da Viviano, sembra un pesce fuor d’acqua.

Sansone 6 – Cerca più di tutti il goal, insistendo un po’ troppo sulla conclusione a giro; ma è proprio con quella che sfiora la rete, negata da un insuperabile Viviano.

Pagelle Fantamagazine Sampdoria

Viviano 8 – Se non finisce tanto a poco il merito è solo suo, para anche un rigore a Berardi nel finale.

Diakite 6 – Magari a volte è troppo irruento, ma tiene bene la posizione.

Ranocchia 4 – Lascia in 10 la squadra al 28, con due gialli in 8 minuti.

Cassani 5,5 – Troppe volte si fa trovare fuori posizione, non aiuta abbastanza Dodo sulla fascia.

De silvestri 6– Spinge meno del solito per ovvi motivi, sempre l’ultimo ad arrendersi.

Fernando 5,5 – Quando la partita diventa di puro contenimento fa il suo, prima però non riesce a fare nulla di buono.

Barreto 5,5 – Suo il tiro più pericoloso della Samp in tutta la partita, peccato fosse nella sua porta.

Dodo 5 – Perde completamente il duello con Berardi, non lo tiene mai

Soriano 5 – Invisibile, esce nel secondo tempo, giusto per ricordare agli spettatori che era ancora in campo.

Correa 4,5 – Ha l’atteggiamento di chi gioca in spiaggia con gli amici, irritante.

Muriel 5,5 – Uno dei pochi che ci prova, mai assistito dai compagni prova qualche azione in solitaria senza fortuna.

Silvestre 6 – Entra per ridare equilibrio alla squadra, ci riesce, centralmente il Sassuolo non sfonda.

Kristcic 5 – Troppo ingenuo il rigore nel finale che tanto poteva costare alla Samp.

Quagliarella sv

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy