Le Pagelle di Fiorentina-Juventus 1-2. Decidono Mandzukic, Morata e… Buffon!

Le Pagelle di Fiorentina-Juventus 1-2. Decidono Mandzukic, Morata e… Buffon!

La Juventus espugna anche il Franchi e chiude del tutto il discorso scudetto. Per la viola gol e errore dal dischetto per Kalinic.

Ennesima vittoria dei bianconeri che domani pomeriggio si siederanno davanti alla televisione a vedere Roma-Napoli, perché in caso di risultato dei giallorossi sarà scudetto matematico. Grande partita della Fiorentina che prova a tenere testa ad una Juventus grintosa, che passa in vantaggio con Mandzukic e poi difende il risultato fino a 10 dalla fine quando un errore di Bonucci regala il pareggio a Kalinic. Ma passano appena due minuti e Morata riporta avanti la Juve. Nel finale succede di tutto, e Buffon mette le mani sullo scudetto parando il rigore del 2-2 allo stesso Kalinic.

Pagelle Fantamagazine Fiorentina

Tatarusanu 5,5 – Non può nulla sul primo gol, leggermente insicuro nell’uscita sul secondo, per il resto si nota solo per un colpo di testa da libero vecchio stampo.
Astori 5,5 – Fosse sempre concentrato eviterebbe tanti inutili pericoli alla Fiorentina
Rodriguez 6 – Il ritardo su Mandzukic nel primo gol è l’unica pecca di un’ottima partita del capitano della Viola
Tomovic 5,5 – Troppo mollo su Pogba nel gol dell’1 a 0 alterna buone chiusure a gravi sbavature
Badelj 5,5 – Lavoro duro e sporco nella mediana, scalda anche i guantoni a Buffon nel primo tempo. Ma è meno preciso del solito.
Borja Valero 6,5 – Cervello e anima della squadra gioca a tutto campo senza sbagliare mai un pallone
Tello 5 – Pochi sporadici guizzi tra cross mal calibrati e passaggi imprecisi, ma la cosa peggiore è che quasi tutti gli appoggi sono retropassaggi
Alonso 6,5 – Prova maiuscola del laterale spagnolo, macina kilometri sulla fascia sinistra facendo sempre la cosa giusta tranne per quel colpo di testa nel primo tempo che poteva valere il provvisorio pareggio
Bernardeschi 6,5 – Il più propositivo per la Viola, segna un gol regolare annullato per un fuorigioco inesistente prova continuamente a creare gioco e pericoli.
Kalinic 6 – Un ottimo primo tempo dove lotta come un leone contro Bonucci & Co cala inevitabilmente nella ripresa ma ha ancora le forze di trafiggere Buffon per il provvisorio pareggio e di procurarsi il rigore del possibile pareggio, ma quell’errore pesa come un macigno.
Ilicic 5,5 – Svaria per tutto il fronte cercando di creare gioco ma spesso gli manca il colpo decisivo.
Zarate 6 – Entra con la voglia di lasciare il segno, prova ad impegnare Buffon dalla distanza ma è poco preciso, bravo invece a pressare Bonucci nel gol del 1 a 1.

Matias Fernandez 5 – Lento e svogliato, non è la sua stagione.
Roncaglia sv

Pagelle Fantamagazine Juventus

Buffon 8 – Cinque interventi come tre stelle nel cielo. Dio coi guanti.
Barzagli 6,5 – Nella vita si cresce, cambiamo le cose ed aumentano i dubbi, ma Andrea resta sempre una certezza.
Bonucci 5 – Porta un po’ di nuvole in casa di Buffon, ma non era comunque la sua migliore prestazione.
Rugani 6,5 – L’inizio è sottotono, esce forte e in tripudio nell’abbraccio per la vittoria. Se la sua prestazione fosse un grafico, sarebbe una curva in continua ascesa. Ricorderà la partita per il suo primo giallo in Serie A.
Lichtsteiner 6 – La corsa è da olimpiade, ma gli avversari di questo giro non sono da meno.
Khedira 6,5 – Una gara fatta di sostanza e perizia, forza e tecnica, pratica e abilità. Teutonico.
Lemina 7 – La vittoria della sua squadra proviene dal centrocampo e lui ci mette la firma con una penna gigante.
Pogba 7 – Di quanto è forte, è stato già detto, delle sue giocate acute, altrettanto, ma di quanto è importante nel risultato finale? Contrappeso.
Evra 6,5 – C’è solo da chiedere a Tello.
Dybala 6,5 – La verità è che ci aspettavamo che potesse quantomeno mettere una cornice a questo stupendo quadro, invece no. Oggi il pittore era stanco.
Mandzukic 7,5 – Monstre. Apre le marcature, mette in porta Pogba nella ripresa, lotta su ogni pallone. Immenso.
Morata 7 – Cercate sul dizionario alla voce “tempismo” e troverete il suo nome e la sintesi della sua gara. Immediato.

Asamoah SV
Cuadrado 5 – S’è rifiutato un paio di volte di fare il riscaldamento. E c’aveva ragione. Procura il rigore (generoso) che poteva compromettere la vittoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy