Analisi Arbitri 20a Giornata – Probabilità di rigori e cartellini

Analisi Arbitri 20a Giornata – Probabilità di rigori e cartellini

Rubrica esclusiva targata Fantamagazine: analizziamo gara per gara le probabilità di rigori e cartellini in base alle statistiche degli arbitri.

di Damiano Fagotti, @damiano_fagotti

Nuovo appuntamento con Analisi Arbitri, la rubrica esclusiva targata Fantamagazine che si occupa di analizzare le statistiche di tutti gli arbitri delle partite di giornata. Vi mostreremo, gara per gara, le probabilità di rigori e cartellini in base alle statistiche degli arbitri, regalandovi informazioni utili per sciogliere gli ultimi ballottaggi. Ecco l’analisi arbitri della 19a giornata.

N.B. – Le statistiche sono quelle aggiornate della nuova stagione 2017/18. Essendo un’analisi prettamente statistica, più giornate trascorreranno, più le previsioni diverranno probabili.


CHIFFI DI PADOVA (CHIEVO – UDINESE)

Si prospetta una partita molto intensa tra le due squadre. Il Chievo, reduce da un filotto negativo di risultato, vorrà portare a casa i tre punti. D’altra parte l’Udinese gioca bene ed esprime un calcio gradevole. L’arbitro designato è Chiffi, che lavora prevalentemente in serie B e che finora in questa stagione ha arbitrato solo una partita in serie: Atalanta Spal.
Chiffi ha la tendenza a tirare spesso fuori il cartellino giallo: 4.4 cartellini in media in 7 partite di B. Nella suo unico precedente in A (Atalanta-Spal) ha estratto solo due gialli. In quella partita però estrasse un rosso diretto. Anche in serie B per ora in 9 partita solo un rosso diretto. Occhio che la partita potrebbe essere larga di cartellini. Ad oggi nessun rigore fischiato sia in serie B sia in serie A. Ricordiamo tuttavia che l’Udinese è al pari di Sassuolo e Lazio la squadra che ha più ricevuto rigori a favore.

Cartellini Gialli: 2/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 1/partita – Alto rischio cartellino rosso
Rigori: 0/partita – Basso rischio calcio di rigore


VALERI DI ROMA (FIORENTINA – INTER)

Ormai quasi al livello di molti fischietti internazionali, la crescita esponenziale di Valeri continua in questa giornata dove si troverà ad arbitrare un match molto interessante in chiave europa. Partita dunque che si prospetta particolarmente frizzante, come da precedenti. Negli ultimi sei confronti fra le due compagini, infatti, sono stati ben 5 i cartellini rossi (quasi uno di media a partita) e 31 i gialli (più di 5 a gara). Tuttavia, mentre l’Inter accumula più cartellini lontana da Milano (più di due a partita), la Fiorentina è una squadra abbastanza disciplinata tra le mura del Franchi con una media vicina ad una singola sanzione per match. Per quanto riguarda il fischietto, Valeri non è tra i più severi della Serie A: finora ha alzato 27 gialli ed 1 rosso in 8 presenze da primo. Attenzione anche ai diffidati: nelle file viola sono sul taccuino dei cattivi tre leader come Astori, Badelj e Chiesa, mentre l’Inter ha in diffida il solo Brozovic. Più probabile, comunque, che la così detta “ammonizione tattica” venga spesa più avanti in casa viola, visto che alla prossima ci sarà un interessante scontro diretto con la Samp. L’Inter, invece, alla prossima affronterà la Roma per poi andare a Ferrara: anche qui avrebbe poco senso per il croato farsi ammonire venerdì. Per quanto riguarda i rigori, entrambe ne concedono pochi (solo 1 l’Inter, 3 la Fiorentina) e ne calciano un discreto numero (4 la Fiorentina, 5 i milanesi). Valeri finora ne ha concessi 2 in 8 apparizioni.

Cartellini Gialli: 3.38/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,13/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,25/partita – Basso rischio calcio di rigore


DAMATO DI BARLETTA (TORINO – BOLOGNA)

Ritorna il fischietto pugliese dopo Roma Cagliari, partita segnata profondamente dall’intervento del Var. Il Torino ha cambiato il proprio allenatore perciò vorrà innanzitutto ottenere una vittoria davanti al proprio pubblico. Il Bologna d’altro canto è una squadra piuttosto “cattiva”: 44 cartellini gialli sommati a 3 rossi. Damato tira fuori statisticamente 3.7 cartellini a partita. Perciò ci aspettiamo che molti di questi siano della squadra ospite. 4 sono i rigori assegnati in 9 partite dal fischietto di Barletta, una percentuale piuttosto alta. Il Bologna però ancora non ha avuto occasione di presentare un proprio giocatore sul dischetto, mentre il Torino ha avuto la possibilità di calciare solo un rigore.

Cartellini Gialli: 4.25/partita – Alto rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,5/partita – Medio rischio calcio di rigore


MANGANIELLO DI PINEROLO (BENEVENTO – SAMPDORIA)

Dopo la direzione di Chievo Bologna ritorna ad arbitrare Manganiello. Partita tutto sommato che non presenta grandi difficoltà. La squadra di casa è quasi spacciata ma in casa ha ottenuto i suoi primi 3 punti e vorrà ripetersi. Un uso molto moderato dei cartellini da parte del fischietto di Pinerolo: solo 2.25 in media in 8 partite. Due rossi nello storico di Manganiello: il doppio giallo a Poli e il rosso diretto a Bizzarri.
Due i rigori assegnati in 8 partite tra cui quello molto contestato in Roma Crotone.

Cartellini Gialli: 2,25/partita – Basso rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,25/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,28/partita – Basso rischio calcio di rigore


ABISSO DI PALERMO (NAPOLI – VERONA)

Altra partita interessante per Abisso, che aveva già diretto il Napoli in occasione della sfida interna col Cagliari. Contro un Verona in piena lotta salvezza – e che è andato vicino a fare lo sgambetto alla diretta avversaria degli azzurri per lo scudetto appena una settimana fa – gli uomini di Sarri cercheranno di riscattare la sconfitta di Coppa Italia subita per mano dell’Atalanta. Partita contrassegnata da una forte rivalità, che all’andata ha visto assegnare un rigore ai gialloblu e un rosso ad Hysaj. Abisso rimane comunque un arbitro poco propenso ad estrarre cartellini, mentre è secondo solo a Rocchi nell’assegnazione dei calci di rigore (con una media di addirittura 0,88 a partita). Entrambe le squadre, peraltro, ne hanno ottenuti 5 a favore, mentre il Napoli è quella ad essersene vista assegnati il minor numero a sfavore (1).

Cartellini Gialli: 3,75/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,25/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,88/partita – Alto rischio calcio di rigore


GIACOMELLI DI TRIESTE (GENOA – SASSUOLO)

Si tratta del rientro in campionato, dopo aver diretto in settimana in Coppa Italia, per Giacomelli dopo le polemiche relative a Lazio-Torino. Per l’occasione viene scelta una gara non di grido ma comunque importante per il Genoa in chiave salvezza, mentre i neroverdi hanno raggiunto una posizione piuttosto tranquilla. Due squadre tra le più ammonite, con il Genoa che risulta addirittura la più fallosa del campionato. Giacomelli è invece tra gli arbitri meno propensi ad estrarre cartellini. Discorso analogo per i rigori, dal momento che il fischietto della sezione di Trieste ne ha assegnato appena uno nel corso delle otto partite arbitrate finora.

Cartellini Gialli: 3,13/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,50/partita – Medio rischio cartellino rosso
Rigori: 0,1/partita – Basso rischio calcio di rigore


TAGLIAVENTO DI TERNI (SPAL – LAZIO)

Per una squadra come la Lazio, che ultimamente lamenta molti torti arbitrali, non poteva che essere scelto uno degli attuali migliori arbitri in circolazione. Lo certifica anche l’ultima partita da lui diretta, Juve-Roma. La Spal è la squadra che ha più cartellini gialli in serie A. Inoltre gli spallini sono ancor scottati dalla direzione della gara contro la Sampdoria nel turno precedente, a causa di un rigore molto dubbio. Aspettiamoci una gara molto nervosa con molti cartellini da ambo le parti, soprattutto dal lato di casa. Tagliavento estrae di norma 4 cartellini a partita in media. Dal lato rigori, la Lazio, assieme a Sassuolo e Udinese, è la squadra a favore della quale sono stati fischiati più rigori. La Spal ne ha avuti 3.

Cartellini Gialli: 4,38/partita – Alto rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,13/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,25/partita – Basso rischio calcio di rigore


GUIDA DI TORRE ANNUNZIATA (ROMA – ATALANTA)

Sarà Guida il fischietto designato per la partita Roma Atalanta. La partita si prospetta calda, soprattutto da parte romanista. La squadra di casa vuole ottenere i tre punti dopo un periodo non positivo. La Roma è comunque la squadra meno ammonita della serie A. Due i diffidati per i giallorossi: Nainggolan e De Rossi. Anche l’Atalanta si distingue in questa speciale classifica: solo 27 ammoniti. Ciò fa della squadra di Bergamo la seconda squadra meno ammonita, proprio dopo la Roma. Guida ha una media di circa 3.44 cartellini a partita perciò no ci aspettiamo una partita ricca di cartellini. Un solo rigore fischiato in 9 partite.

Cartellini Gialli: 3,38/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,25/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,1/partita – Basso rischio calcio di rigore


MARESCA DI NAPOLI (MILAN – CROTONE)

Si affrontano due squadre che hanno circa lo stesso numero di cartellini gialli (28 e 29 rispettivamente). Percentuale che aumenta per i pitagorici in trasferta. Maresca si trovato ben 4 volte ad estrarre un cartellino rosso (2 volte per doppio giallo). 3 i rigori fischiati in 9 partite. Il Milan e il Crotone non eccellono in questa classifica.

Cartellini Gialli: 3,75/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,5/partita – Medio rischio cartellino rosso
Rigori: 0,37/partita – Medio rischio calcio di rigore


CALVARESE DI TERAMO (CAGLIARI – JUVENTUS)

Ancora Juventus per il fischietto di Teramo Galvarese che solo ieri si trovava allo Stadium da quarto uomo nel derby di coppa con il Torino. Di fronte ai bianconeri, però, ci sarà questa volta un Cagliari da poco uscito vittorioso dal campo dell’Atalanta e in cerca di punti per chiudere più in fretta possibile il discorso salvezza. La storia recente di questo match, però, sicuramente non sorride ai padroni di casa, che nelle ultime sei partite disputate sono riusciti a strappare un solo pareggio a fronte delle cinque vittorie dei piemontesi. In questi confronti, inoltre, da segnalare i 12 gialli (2 a partita in media) e 1 rosso (Barella nello scorso campionato) per il Cagliari contro le 8 ammonizioni (1,3 circa di media a partita) della Juventus. Valori, dunque, che rispecchiano a pieno anche la disciplina delle due squadre in questa stagione: i sardi in casa confermano la media di due gialli e zero rossi a partita, mentre i bianconeri viaggiano su un ammonizione e zero rossi medi a partita lontani dallo stadium. Due squadre, dunque, abbastanza disciplinate ed entrambe senza giocatori in diffida (il Cagliari ha però due squalificati: Miangue e Joao Pedro). Ad alzare le possibilità di cartellino, però, è lo stesso Calvarese. L’arbitro di Teramo, infatti, non è sicuramente uno dei più permissivi della massima serie con una media di ben 4 gialli e 0,11 rossi estratti a partita. Nonostante questo, finora ha concesso solo un calcio dagli undici metri (in Sampdoria-Crotone) in 7 partite arbitrate. A concederne molti, però, è il Cagliari che ne ha subiti ben 6 da inizio stagione, calciandone 4. Gli ospiti, dal canto loro, pareggiano il dato dei rigori calciati dei padroni di casa ma ne hanno concessi solo 3 alle compagini avversarie.

Cartellini Gialli: 4/partita – Medio rischio cartellino giallo
Cartellini Rossi: 0,14/partita – Basso rischio cartellino rosso
Rigori: 0,14/partita – Basso rischio calcio di rigore


Analisi Arbitri a cura di Valerio Blasi Xella, Michele De Lia, Damiano Fagotti e Alessandro Vai

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy