Juventus, Allegri: “Douglas Costa si è rifatto male”

Juventus, Allegri: “Douglas Costa si è rifatto male”

Alla vigilia del tanto atteso ritorno contro l’Atlético Madrid, il tecnico bianconero ha dovuto rinunciare nuovamente all’esterno brasiliano che non è tra i suoi convocati per una ricaduta.

di Fabiola Graziano

Nel suo Allianz Stadium, domani sera, la Juventus è chiamata all’impresa nel ritorno degli ottavi di Champions League contro l’Atlético Madrid. Il ko dell’andata al Wanda Metropolitano infatti, costringerà i bianconeri a rimboccarsi le maniche per tentare di rimontare le due reti subite e provare a staccare il pass per i quarti. Massimiliano Allegri punta il tutto per tutto su Cristiano Ronaldo, mentre non potrà sicuramente contare sul contributo di Douglas Costa, sempre più ai margini di questa stagione visti i tanti ripetuti infortuni di cui è rimasto vittima.

LE PAROLE DI ALLEGRI

Sulla partita: “Siamo pronti, dovremo fare una grande partita e sicuramente la faremo. Loro sono una squadra molto quadrata, sono bravi sull’accorciare le palle a terra e dobbiamo essere bravi a saltarli”.

Sugli indisponibili: “Stiamo bene e siamo arrivati bene a questa partita. Dispiace perché Douglas Costa oggi si è rifatto male in allenamento e domani non l’avremo: è un segnale, vuol dire che domani non doveva giocare. Se cambia qualcosa la sua assenza? No, solo che al suo posto in panchina viene Nicolussi. Scherzi a parte, averlo era quasi una forzatura: ha fatto solo un allenamento e mezzo con la squadra e oggi ha sentito fastidio. Visto che la partita è importante e c’era bisogno di lui, meglio che sia successo oggi e non domani, mi sarei bruciato un cambio o avrei rischiato di rimanere senza cambi”. 

Sulla formazione: “All’andata ho detto che avrebbe giocato Dybala? Non dico il contrario, ma non affermo nulla. Devo valutare e scegliere: dopo l’assenza di Douglas Costa, ho pochi cambi in panchina con caratteristiche precise. Domattina, dopo la preparazione sulle palle inattive, sceglierò. Le palle inattive saranno importanti, a Napoli ci siamo sbloccati e magari Pjanic replicherà”.

Sull’attacco: “Credo sia molto difficile vedere in campo tutti e quattro gli attaccanti fin dall’inizio perché poi non avrei cambi in panchina, l’importante è che chi andrà in campo faccia quello che dobbiamo fare”.

Sulla possibilità di schierare la difesa a 3: “Non cambia niente, è il modo in cui affrontiamo la partita che deve essere diverso: bisogna essere veloci, bisogna verticalizzare molto e mettere loro pressione”.

Su Cristiano Ronaldo: “Ha talmente tanti gol fatti nelle gambe e in Champions che averlo con noi è un grande vantaggio. Perché credo possa invertire la tendenza visto che ha segnato un solo goal in questa Champions? Perché quella di domani è una partita importante e lui si esalta in gare così: ha fatto un solo gol, è vero, ma tra Valencia e la squalifica ha giocato appena cinque partite”.

Su Spinazzola: “Leonardo è cresciuto molto, adesso sta bene e può essere un possibile titolare. Deciderò domani. E’ vero che non ha mai giocato in Champions, ma in questi momenti magari uno con un po’ di incoscienza ci vuole. Magari è uno di quelli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy