Focus on: Ivan Rakitic, il fulcro della Croazia sulle orme di Xavi e Pirlo

Focus on: Ivan Rakitic, il fulcro della Croazia sulle orme di Xavi e Pirlo

Cardine fondamentale assieme al “gemello” Modric, dopo i successi di club è atteso alla consacrazione anche in nazionale

Commenta per primo!

Svizzero di nascita, dopo la trafila nelle varie selezioni giovanili rossocrociate, dal 2007 ha scelto definitivamente la nazionale croata, prendendo parte agli Europei del 2008 e 2012, e al Mondiale brasiliano del 2014, raccogliendo finora 75 presenze condite da 10 gol. Quattro le squadre di club delle quali ha vestito la maglia: dalle giovanili del Basilea, con cui ha esordito in prima squadra nel 2006 a soli 17 anni, passando per lo Schalke04 dove in tre stagioni e mezza si è meritato l’attenzione del Siviglia, club col quale ha vinto l’Europa League 2014 e messo a segno ben 32 reti e 41 assist in 149 presenze totali. Da qui l’interesse del Barcellona, che lo ha prelevato dagli andalusi a giugno 2014, scegliendolo per raccogliere la pesante eredità di Xavi, il profeta del tiki-taka blaugrana. Fiducia ben riposta, vista la vittoria in Champions League nella stagione d’esordio e i due successi nella Liga, impreziositi da 17 gol in 107 apparizioni.

IVAN RAKITIC: CARATTERISTICHE TECNICHE

Nato sulle orme del “gemello” Modric, ed erede di Xavi in maglia blaugrana, Ivan Rakitic è un regista centrale che ama giocare la palla ed avere la gestione del gioco, imbeccare i compagni e far fluire il calcio che esce divinamente dai suoi piedi. A differenza del catalano, è in grado di giostrare anche più avanzato nel ruolo di trequartista, come il Pirlo di inizio carriera, sfruttando le grandi doti balistiche in zona gol, che lo hanno portato a realizzare ben 97 reti tra club e nazionale, oltre agli innumerevoli assist.

IVAN RAKITIC: CHE UTILITA’ AL FANTAEUROPEO?

Fulcro di un nazionale piena di talento come la Croazia, Rakitic sarà titolare inamovibile nel 4-4-2 di Ante Cacic che, a seconda degli avversari, potrà essere anche tramutato in un più offensivo 4-2-3-1. Il biondo regista non può non essere consigliato anche per il Fantaeuropeo. Titolarità garantita, media voto alta e propensione al gol, ne fanno uno dei centrocampisti più ambiti e affidabili anche in previsione dell’evolversi del torneo. La Croazia non è una delle favorite alla vittoria finale, ma di certo una delle più autorevoli outsider, e il girone iniziale con Spagna, Turchia e Repubblica Ceca, le consegna il ruolo di damigella d’onore dei campioni in carica, con ottime possibilità di approdo agli ottavi di finale. Un dato da sottolineare è l’ottima FM di 7,1 ottenuta nell’ultimo Fanta Champions, grazie ad una MV di 6,3 impreziosita da 2 gol ed altrettanti assist in 10 presenze. Se cercavate un primo slot, lo avete trovato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy