Focus on: Dele Alli, l’Inghilterra ha trovato l’erede di Steven Gerrard?

Focus on: Dele Alli, l’Inghilterra ha trovato l’erede di Steven Gerrard?

Eletto miglior giovane della Premier League 15/16, l’eclettico centrocampista classe 96 è pronto a stupire

He is probably the best young midfielder I have seen in many years. Probably going back as far as Paul Gascoigne.” Con queste parole (si tratta probabilmente del miglior giovane centrocampista che io abbia mai visto dai tempi di Paul Gascoigne) sir Alex Ferguson ha espresso il suo parere su Dele Alli, centrocampista “box to box” del Tottenham eletto quest’anno, al suo esordio in Premier League, “Giovane dell’anno PFA 2016” e membro della “Squadra dell’anno della PFA 2016“.

Dele Alli: storia e caratteristiche tecniche

Cresciuto nel settore giovanile del Milton Keynes Dons, a febbraio 2015 Alli firma il contratto con il Tottenham ma rimane in prestito a Milton Keynes per tutto il resto della stagione 2014-15, collezionando 39 presenze e 16 reti nella League One, e portando i Dons verso la promozione in Championship. Vince anche il Football League Awards come giovane giocatore dell’anno. L’8 agosto 2015 debutta in Premier League con la maglia del Tottenham contro il Manchester United e il 22 agosto 2015 segna il suo primo gol in Premier contro il Leicester City. Ad ottobre 2015 viene convocato per la prima volta in nazionale per le partite di qualificazione a Euro 2016, contro Estonia ed Lituania e il 17 novembre seguente, alla sua prima partita da titolare, segna anche il suo primo gol nella vittoriosa amichevole contro la Francia sempre a Wembley.

Alli è un centrocampista moderno “box to box”, in grado di ricoprire più ruoli a centrocampo e di essere presente in entrambe le fasi di gioco, sia difensiva che offensiva. Precisione e potenza di tiro sono sue caratteristiche, come pure la capacità di inserimento senza palla, il colpo di testa sui calci piazzati, la tecnica per offrirsi come sponda e per assist in profondità. Molto abile anche nel dribbling, grazie alla sua agilità e tecnica. In virtù di tutte queste caratteristiche la stampa inglese non ha tardato a vedere in lui un nuovo Gerrard, che è stato idolo e modello proprio di Dele Alli.

Dele Alli: che utilità al Fantaeuropeo?

Hodgson, invece, ha già espresso il desiderio che Alli possa rivelarsi un nuovo Robson, ma in definitiva, che sia in un 4-2-3-1, o sul vertice alto di un centrocampo a rombo, l’intenzione del tecnico inglese è quella di designare Alli come motore e fulcro delle manovre di attacco. La prima stagione in Premier si è chiusa con 10 goal e 9 assist in 33 partite, numeri eccezionali considerando l’età del giocatore e il fatto che fosse la stagione di debutto. Ma se c’è una cosa che non manca, a Dele Alli, è proprio la personalità ed il carattere, tanto che forse sono proprio questi che potrebbero rivelarsi i suoi limiti, se non riuscisse a trattenere una certa, pericolosa esuberanza. In conclusione l’Inghilterra si presenta a questi Europei, per la prima volta dopo tanto tempo, come una solida pretendente al titolo. La scena sembra decisamente pronta per uno dei talenti più promettenti del calcio mondiale. Se davvero c’è la stoffa per emulare Gascoigne, Robson e Gerrard, l’occasione giusta è proprio questa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy