Focus on – Alen Halilovic, Milan: la scheda al Fantacalcio

Focus on – Alen Halilovic, Milan: la scheda al Fantacalcio

Una squadra dal passato glorioso. Un giovane talento da rimettere in carreggiata. Le strade del Milan e di Halilovic s’incrociano con un obiettivo in comune: ritrovare se stessi e crescere insieme.

di Matteo Previderio

Un curriculum che dà l’idea di aver a che fare con un calciatore ormai in fase calante. Un talento mai esploso, capace di stupire alla Dinamo Zagabria, ma non in grado di reggere l’impatto con una realtà come quella blaugrana. Eppure Alen Halilovic è un classe 1996, appena 22enne quindi, con un futuro davanti a sé, tutt’altro che privo di belle speranze.

Muove i suoi primi passi da professionista nella Dinamo Zagabria, debuttando in Prima Squadra all’età di 16 anni. Dopo due anni in patria, firma un quinquennale con il Barcellona, giocando però solo nella squadra B, eccezion fatta per una partita di Copa del Rey, in cui disputa circa 30′ della ripresa al fianco dei “grandi”. Dopo l’esperienza negativa al Barça, si trasferisce in prestito allo Sporting Gijon, per volare poi successivamente a titolo definitivo, in Germania, per la precisione ad Amburgo. Poche gioie anche in terra tedesca dove, tra Campionato e DFB-Pokal, colleziona appena 7 presenze ed un solo gol.

A gennaio 2017 passa in prestito al Las Palmas, squadra in cui ha disputato anche l’ultima stagione, chiudendo la Liga con 20 presenze, 2 gol e 2 assist, e contribuendo in modo negativo alla retrocessione in Segunda Division. Ora, il presente ed il futuro di Alen si chiama Milan. Per lui un contratto triennale con società e tecnico pronti ad una “mission possible”: far brillare nuovamente la stella di Halilovic!

ALEN HALILOVIC: LA SCHEDA AL FANTACALCIO

Halilovic, come detto in precedenza, arriva nel club rossonero come una scommessa: rappresenta infatti il classico giocatore che può dare tanto, così come niente. Nell’ultima avventura in Liga, troppo pochi 2 gol e 2 assist per incidere positivamente nel Las Palmas. Inoltre, un brutto infortunio alla caviglia ne ha condizionato la stagione, costringendo il croato ad uno stop di 4 mesi.

Tatticamente parlando, nasce trequartista, ma in Spagna ha spesso giocato come esterno d’attacco, preferibilmente sulla corsia di destra. Quindi, al momento risulterebbe la riserva naturale di Suso, ma non è assolutamente da escludere che Gennaro Gattuso possa trovare per lui una posizione diversa, per valorizzare al meglio le sue qualità, così come fatto con Çalhanoglu la stagione scorsa.

In ottica Fantacalcio dunque, acquistare il mancino croato può rivelarsi un buon colpo, solo se strappato ai propri avversari per pochi crediti. Investire troppo su di lui potrebbe penalizzarvi, sia in termini di titolarità, sia nella gestione dei crediti, che potrebbero essere utilizzati per giocatori più affidabili e con una maggiore titolarità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy