UFFICIALE – Milan Skriniar ha rinnovato fino al 2023. L’Inter: “Perché insieme siamo più forti”

UFFICIALE – Milan Skriniar ha rinnovato fino al 2023. L’Inter: “Perché insieme siamo più forti”

di Giuseppe Pignataro

Tutti lo vogliono, dicono. Ma lui ha voluto fortemente rinnovare il suo contratto con l’Inter tanto da chiudere l’accordo in pratica da solo, senza aiuto di un agente. La notizia era nell’aria da qualche giorno, ora è arrivata l’ufficialità: Milan Skriniar ha rinnovato con l’Inter. La firma sul contratto è arrivata, la nuova intesa è fino al 30 giugno 2023. Un accordo arrivato dopo una lunga trattativa, con tanti top club – dal Manchester City al Barcellona – che negli ultimi mesi hanno provato a strappare lo slovacco al club del presidente Zhang.

Di seguito il comunicato ufficiale dell’Inter:

Insieme. Perché, insieme, siamo più forti. Milan Skriniar e l’Inter hanno gli stessi orizzonti. Ed è per questo che FC Internazionale Milano ha prolungato il contratto del difensore slovacco fino al 30 giugno 2023. Skriniar è arrivato in nerazzurro nell’estate del 2017, si è messo la nostra maglia e non se l’è più tolta. Un primo anno da record: 38 partite su 38 in campionato (con quattro gol), tutti i minuti della stagione disputati e il piazzamento nella top-11 di Opta. Un totem al centro della nostra difesa. In questa stagione Skiriniar, classe ’95, ha collezionato 44 presenze. È il difensore con la media più alta di passaggi riusciti a partita in questa Serie A, 65 a incontro, con una percentuale totale del 92,3%. Con la sua sicurezza ha vinto 221 duelli ed è il terzo difensore per palloni recuperati in Serie A. Con Skriniar in campo per l’intera partita l’Inter non ha subito gol in 15 occasioni nel torneo in corso. Numeri che descrivono al meglio l’importanza di Skriniar per la nostra squadra e i tifosi nerazzurri hanno dimostrato fin dal primo momento tutto il loro affetto nei suoi confronti. Avanti insieme, pronti per le prossime battaglie!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy