Serie A, le amichevoli: D.Ciofani gol, Pastore falso nueve e Lasagna sbaglia un rigore…

Serie A, le amichevoli: D.Ciofani gol, Pastore falso nueve e Lasagna sbaglia un rigore…

La Roma esce sconfitta contro il Benevento per 2-1: in campo oggi Udinese, Frosinone e Parma con diverse sorprese per il Fantacalcio

di Massimo Angelucci

In questi giorni di pausa causa impegni di Nazionale (questa sera l’Italia affronterà la Polonia nella prima gara della neonata Nations League) le squadre di Serie A scendono in campo per diverse amichevoli. Quest’oggi, per quanto riguarda le squadre della massima serie, sono scese in campo ParmaUdinese e Frosinone, mentre ieri è toccato alla Roma andare in campo e perdere di misura contro il Benevento.

ROMA – BENEVENTO, LA CRONACA DEL MATCH

Piove sul bagnato per la Roma, dopo la sconfitta in campionato contro il Milan all’ultimo secondo, arriva anche il ko in amichevole contro il Benevento per 2-1 maturato nella giornata di ieri. Certo, per i giallorossi capitolini c’era l’attenuante di avere in pratica una “squadra B” visto che in molti sono partiti verso le loro nazionali, ma questo non può essere certo un alibi per una squadra “che vuole competere per lo scudetto”, così ha detto l’allenatore Eusebio Di Francesco. Tutti gli occhi erano puntati su Javier Pastore, che si potrebbe definire “il gioiello” della campagna acquisti giallorossa. Purtroppo per lui e per tutti i tifosi romanisti, “El Flaco” ha di nuovo tradito le attese: schierato dal mister come mezzala nel 4-3-3 (forse un indizio per la partita casalinga contro il Chievo Verona? ndr), ha sbagliato molto sia in fase di palleggio che di copertura, tanto che il mister ha provato su di lui un nuovo ruolo, quello di punta centrale, o falso nueve, per una decina di minuti, fino a quando Karsdorp è uscito per infortunio al 17′ della ripresa. Da quel momento è tornato mezzala, senza successo. La partita della Roma è stata persa nella ripresa, dove la squadra è andata in confusione totale, confusione sfruttata prima da Insigne, grave errore di Juan Jesus, e poi c’è stato il raddoppio di Asensio al 32′ della ripresa. La rete della bandiera è stata siglata da Flavio Bucri, campione d’Italia under 17. Vittoria comunque meritata per il Benevento che ha festeggiato gli 89 anni di storia. Di Francesco avrà molto da lavorare in questi giorni, sia a livello fisico che psicologico, il morale della Roma non era certo dei migliori, prima che il Chievo Verona faccia capolino allo stadio Olimpico.

UDINESE, NUOVO MODULO IN AMICHEVOLE

Pareggio per 0-0 tra Udinese e Ceije. Tante, troppe le occasioni sprecate dai friulani che continuano a faticare sottoporta sulla falsariga del campionato: schieramento inedito per Velazquez, che punta subito sul tandem Lasagna – Teodorczyk con Pussetto e De Paul esterni larghi del 4-4-2. In porta ha fatto il suo esordio Musso, che però ha palesato alcune disattenzioni di non poco conto (una pericolosa uscita palla al piede che per poco non costava caro all’Udinese). Male Lasagna, protagonista suo malgrado di un grossolano errore dal dischetto (calciato debole e con poca convinzione). Bene Teodorczyk, che nei primi 45′ ha colpito anche una traversa con una bella torsione aerea. C’è ancora molto da lavorare per i bianconeri, nella speranza che la sterilità offensiva possa presto andare via. Di seguito la formazione andata in campo.

UDINESE (4-4-2): Musso (16′ s.t. Nicolas); Ter Avest, Nuytinck, Behrami (25′ s.t. Vasko), Samir; Pussetto (13′ s.t. Micin), Fofana, Balic, De Paul; Lasagna (21′ s.t. Mallè), Teodorczyk.

FROSINONE, CIOFANI TORNA A RUGGIRE

Roboante vittoria per 4-1 contro la Ternana per mister Longo. Davanti provata la coppia Daniel Ciofani – Ardaiz, con il bomber frusinate che si è finalmente sbloccato e adesso concorre per una maglia da titolare con Perica. Bene Vloet (mezzala sinistra, al rientro dall’infortunio) e Ariaudo (debutto da centrale, provera a insidiare Salamon). In gol anche Ghiglione, Brighenti (il più in forma di quest’inizio di campionato) e Chibsah. Questa la formazione andata in campo, con i rispettivi cambi.

FROSINONE (3-5-2): Bardi (1′ st Iacobucci); Goldaniga (15′ st Brighenti), Ariaudo (15′ st Salamon), Capuano (15′ st Verde); Ghiglione (15′ st Matarese), Vloet (15′ st Besea), Crisetig (15′ st Chibsah), Soddimo (15′ st Maiello), Beghetto (5′ st Molinaro); Ardaiz (15′ st Ciano), D. Ciofani (1′ st Perica).

PARMA, SORPRESA RIGONI IN MEZZO AL CAMPO

Pareggio per la squadra di D’Aversa contro il Livorno quest’oggi. Da segnalare c’è l’assegnazione di un calcio di rigore per i crociati: dal dischetto è andato Barillà, nonostante Inglese fosse presente in campo. Semplice coincidenza oppure segnala per quanto riguarda le gerarchie? Bene Gazzola, che insiderà Iacoponi dalle prossime giornate come terzino destro. Occhio a Rigoni provato come mediano puro, grande prestazione di Gervinho che continua il suo momento felice di forma. Di seguito ecco la formazione scesa in campo quest’oggi dei giallazzurri, con i rispettivi cambi.

PARMA (4-3-3) Frattali; Gazzola, Di Maggio (35′ st Bane), Bastoni (28′ st Carriero), Gagliolo; Deiola, Rigoni, Barillà; Gervinho (28′ st Siligardi), Inglese, Di Gaudio (1′ st Da Cruz). All. D’Aversa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy