Sampdoria, Fabio Quagliarella premiato con la Rete d’argento: “Europa? Perchè no”

Sampdoria, Fabio Quagliarella premiato con la Rete d’argento: “Europa? Perchè no”

Fabio Quagliarella premiato con la “Rete d’Argento”.

di Massimo Angelucci

Il bomber blucerchiato Fabio Quagliarella ha ricevuto dai soci del Sampdoria club “Gianni De Paoli” il premio “Rete d’argento” per il secondo anno consecutivo, riconoscimento che ha ritirato ieri. D’altronde, i suoi numeri parlano da soli: 16 goal in campionato, secondo solo a CR7 a quota 18 reti, pari al 41% delle reti totali dei blucerchiati, 39, dopo 23 gare. I soci del club blucerchiato non hanno potuto far altro che certificare con questo storico premio la “seconda giovinezza” del bomber di Castellammare di Stabia.

LE DICHIARAZIONI DI QUAGLIARELLA

“È una bella soddisfazione, qui lavoro con serenità e mi sento a casa. I tifosi soriani sono fantastici“. L’attaccante, ex Napoli e Juventus, non si fa abbattere dal clamoroso ko interno contro il Frosinone: “La delusione, lo ammetto, è stata grandissima. Non ci aspettavamo questo ko, ma bisogna riscattarsi subito, anche se il match contro l’Inter, (alle prese con la grana Icardi ndr), non si annuncia come una gara facile. Dopotutto, in Serie A di partite facili non ce ne sono“.

Nonostante i numeri da top player, Quagliarella non si comporta da star: “Se faccio così tanti goal, lo devo ai miei compagni che mi mettono in condizione di segnarli. Lavoriamo tutti per lo stesso obiettivo, non esiste una Quagliarella – dipendenza“.

Fabio fissa l’obiettivo stagionale blucerchiato: “Io navigo a vista, però la classifica è bella, anche dopo il ko con il Frosinone, e per un posto in Europa ci proveremo fino all’ultima giornata. Io all’inizio non ci pensavo, ma ora l’obiettivo deve essere quello“. Quagliarella è anche in corsa per il titolo di capocannoniere: “Già il fatto di lottare con Ronaldo è una grandissima soddisfazione. Se mi trovo lì è grazie a me, ai miei compagni, alla società ed ai tifosi soriani che mi fanno rendere al massimo ogni domenica”.

Quagliarella è un campione non solo doriano ma di tutta Genova. Il giorno in cui Fabio ha eguagliato il record di Gabriel Batistuta, in goal per 10 giornate consecutive, il Genoa ha pubblicato un tweet congratulandosi con l’attaccante blucerchiato: “È stato forse il complimento più bello perchè è stato un complimento che ha riguardato non solo il calciatore ma anche l’uomo. Ho sempre cercato di essere una persona seria, nei comportamenti e nelle interviste, e non ho mai detto nulla contro gli avversari. Penso sia stato apprezzato”.

Per Quagliarella ora c’è un’altra sfida da vincere: è stato recentemente convocato da Roberto Mancini per lo stage azzurro, ma continuando con queste prestazioni, nel 2020 potrebbe regalarsi un’ultima gioia azzurra: la convocazione per Euro 2020, il primo europeo itinerante della storia dell’Uefa per festeggiare i 60 anni della manifestazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy