Mistero Pavoletti: ecco la verità sul suo infortunio

Mistero Pavoletti: ecco la verità sul suo infortunio

Il rientro di Leonardo Pavoletti continua ad essere un mistero. Proviamo a svelarlo.

“Il Genoa Cfc comunica che gli accertamenti effettuati all’Istituto Il Baluardo hanno evidenziato per Leonardo Pavoletti una lesione di 2° grado al bicipite femorale della coscia destra. I tempi di recupero sono subordinati all’evoluzione del quadro clinico”. Così, con questo asciutto comunicato, si era espresso il Genoa all’indomani dell’infortunio subito da Leonardo Pavoletti durante la gara casalinga contro la Lazio. Il parere degli esperti, per questa tipologia di infortuni, era che i tempi di recupero sarebbero stati intorno ai 30-40 giorni.

Infortunio Pavoletti, la strana evoluzione delle parole di Gasperini

Inizialmente il tecnico dei rossoblu aveva parlato di uno stop di due settimane. Previsione ottimistica, fatta al termine di Genoa Lazio e prima degli esami strumentali. Poi, in seguito, aveva accettato l’idea di aver perso il forte centravanti per un mese. Il 29 febbraio però, all’indomani della sconfitta di Verona contro il Chievo e quando i tempi avrebbero dovuto essere maturi per l’avvicinarsi almeno del rientro in gruppo dell’attaccante, così si esprimeva Gasperini in merito alla questione Pavoletti: “Leonardo resterà fuori altre 2-3 settimane, al momento non ci sono ancora buone notizie”. Trascorre un’altra settimana, ed il 6 marzo il Genoa vince faticosamente a Marassi contro l’Empoli per 1-0. Chiamato ancora a fare chiarezza sulla questione Pavoletti (i 30/40 giorni sono praticamente scaduti), ecco le sue parole in conferenza stampa: “Spero che Pavoletti rientri molto presto anche se le previsioni sul suo recupero non concedono ancora speranze nel breve periodo. Vedremo nelle prossime settimane.” A questo punto le previsioni, portano verso la fine del mese di marzo, praticamente due mesi di stop. Un errore di valutazione iniziale dello staff medico? Una guarigione del muscolo più lenta del previsto? Un eccesso di prudenza da parte dell’allenatore?

Infortunio Pavoletti, dov’è la verità?

Pavoletti, durante la gara contro la Lazio, sente tirare il bicipite femorale e si ferma immediatamente recandosi poi verso la panchina, con l’idea di accomodarsi sino al termine della gara. Ma poco prima di raggiungere i compagni, l’attaccante viene fermato da Gasperini: “non ho più cambi, rientra e stai lì davanti“. Pavoletti rientra in campo ed oltre a correre effettua anche uno scatto ed uno stacco di testa, tutte cose che, inevitabilmente, non fanno che aggravare il problema al bicipite. A quel punto la domanda è lecita: poteva trattarsi di una lesione di primo grado, aggravata successivamente sino alla lesione di secondo grado dalla decisione di restare in campo? Forse la prudenza di Gasperini, non sappiamo se giustificata o eccessiva, può essere spiegata così. Resta il fatto che per i fantallenatori che lo aspettano con ansia, l’attesa sarà ancora lunga.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy