Inter, Martinez: «Mi trovo bene qui. L’Infortunio? Lunedì nuovi esami»

Inter, Martinez: «Mi trovo bene qui. L’Infortunio? Lunedì nuovi esami»

Il centravanti dell’Inter, Lautaro Martinez, durante un’intervista alla televisione argentina, ha parlato dell’infortunio e della sua nuova avventura all’Inter

di Marco Spartà, @marcosparta91
Martinez

Il neo acquisto dell’Inter, Lautaro Martinez, non ha iniziato al meglio la sua stagione. Dopo un precampionato molto promettente, in cui ha trovato diverse volte la via della rete, El Toro sembra essersi spento in questo avvio di stagione, un po’ come successo al resto della squadra. L’Inter, difatti, ha raccolto 4 punti nelle prime tre gare di campionato in un avvio non proprio secondo le aspettative. Martinez, insieme al capitano nerazzurro Mauro Icardi, è stato convocato dal commissario tecnico dell’Argentina, Lionel Scaloni, per le amichevoli contro Guatemala e Colombia. Sfortunatamente però, a causa di un piccolo problema fisico. affaticamento al polpaccio sinistro, il giovane attaccante non sarà a disposizione della Seleccion.

Intervistato dalla televisione argentina TNT Sport, Martinez ha affermato di combattere con questo dolore al polpaccio da diverse settimane. «Ho sentito un po’ di dolore il giorno di Bologna-Inter – ha proseguito l’attaccante nerazzurro – per questo motivo non sono sceso in campo. Sono venuto qui in ritiro, ho fatto gli esami e la decisione è stata quella di saltare queste due partite per non rischiare di aggravare la situazione, ci sono tanti match importanti davanti». Martinez ha, poi, confessato di voler fare meglio con la maglia nerazzurra così da poter essere convocato nuovamente in Nazionale. Il calciatore, classe 1997, ha spiegato che i medici del club milanese volevano che rientrasse in Italia il giorno stesso degli esami, ma in accordo con lo staff della Seleccion ha deciso di rimanere in ritiro sino ad oggi, per poi sostenere nuovi esami lunedì. L’ex attaccante del Racing de Avellaneda, ha parlato anche del calcio italiano, ritenuto molto tattico e anche fisico, e della sua nuova squadra: «Per fortuna ho fatto un ottimo precampionato e nelle amichevoli mi piaceva la posizione in cui mi impiegava Spalletti. Mi trovo molto bene a Milano ed all’Inter, ci stiamo preparando per la Champions che per me è una sfida importante, un sogno che si realizza».

Ultime dichiarazioni dedicate al compagno di reparto e connazionale Icardi con cui confessa di aver un ottimo rapporto: «Mauro dal primo momento in cui ho messo la firma sul contratto per l’Inter mi ha chiamato, si è preoccupato per me, si è interessato sul dove andassi a vivere e mi chiedeva se avessi bisogno di qualcosa. È stato Mauro a presentarmi personalmente non solo agli altri compagni ma a tutti i dipendenti dell’Inter. È importante avere uno come lui al mio fianco, anche perché è il capitano e viene rispettato anche dai compagni di spogliatoio. Nel precampionato abbiamo giocato diverse partite insieme e provato movimenti dove io andavo alcuni metri più avanti e lui indietro, e viceversa. Di Icardi mi piacciono i movimenti che fa dentro l’area perché è molto difficile marcarlo per i difensori. Per me i suoi movimenti sono importanti perché riesce a generare spazi nei quali posso inserirmi sia io che gli altri giocatori che giocano avanzati».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy