Sassuolo, De Zerbi: “Locatelli non gioca; Marlon out. Vogliamo il decimo posto”

Sassuolo, De Zerbi: “Locatelli non gioca; Marlon out. Vogliamo il decimo posto”

Prima del match contro il Torino, l’allenatore neroverde ha parlato alla stampa.

di Carlo Cecino

Dopo aver ottenuto la salvezza matematica nella gara della scorsa domenica contro il Frosinone, il Sassuolo ora può disputare le tre gare finali del campionato con la testa sgombra. Però mister De Zerbi, come ha annunciato ai microfoni nella conferenza di oggi, vuole che i suoi mantengano la massima concentrazione da qui alla fine della Serie A, partendo dall’incontro di domani contro il Torino. Ma andiamo a rivedere le principali dichiarazioni del tecnico del Sassuolo.

DE ZERBI IN CONFERENZA STAMPA

Sulla gara di domani :”Non faremo regali o contentini. Abbiamo una squadra importante in molti elementi ed i punti valgono ancora di più adesso, perché un obiettivo ce l’abbiamo, vale a dire difendere il decimo posto, che per noi equivale a una Champions League“.

Sul Torino :”Sicuramente è motivante giocare in uno stadio come il Grande Olimpico, contro una squadra che lotta per l’Europa. Loro sono molto forti, Izzo è un ottimo giocatore, ma sono contento dei miei“.

Sulla formazione :”Tutti disponibili tranne Marlon, che non è a pieno regime, poi Locatelli ha avuto un inizio settimana complicato per cui non gioca, altrimenti avrebbe giocato, e Adjapong non è pronto per giocare dall’inizio. Ho sempre ruotato molto i miei giocatori in questa stagione. Domani scenderanno in campo i migliori undici che ho a disposizione“.

Sul percorso del Sassuolo in A: “Il Sassuolo è fortunato ad avere la proprietà che ha, la famiglia Squinzi ha costruito una cosa importante in una piazza piccola, questo spiega la forza che ha. Stiamo crescendo come squadra, come impianti, come tutto. Adesso diventa tutto più difficile, perché dopo sei anni di salvezza bisogna fare uno step in più. Secondo me possiamo farlo. I giocatori non sono gli stessi che ho incontrato dieci mesi fa, Ferrari è maturato tantissimo, Berardi è diventato completo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy