Sampdoria, Giampaolo: “Defrel sta bene. E su Saponara…”

Sampdoria, Giampaolo: “Defrel sta bene. E su Saponara…”

Marco Giampaolo ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa, alla vigilia della sfida di domani sera tra Sampdoria e Bologna.

di Patrizia Monaco
Sampdoria Giampaolo 2018

Non è affatto positivo il periodo che sta attraversando la Sampdoria: l’ultimo vittoria dei blucerchiati risale quasi a due mesi fa, ovvero a quella trasferta contro l’Atalanta che sembrava testimoniare un ottimo stato di forma dei ragazzi allenati da Marco Giampaolo. Dopodiché c’è stata la pausa per le Nazionali e tutto sembra essere cambiato, segnando il lento declino della squadra genoana che invece appariva perfettamente in grado di poter lottare per la zona europea della classifica.

E se, fino alla 9a giornata, quella della Sampdoria rappresentava una delle difese migliori della Serie A, ad oggi i numeri parlano chiaro ed evidenziano una realtà ben diversa: sono infatti saliti a undici i gol subìti da Audero nelle ultime quattro giornate. Un dato allarmante su cui Giampaolo dovrà lavorare, nel tentativo di ritrovare la dritta via e recuperare qualche punto sulle dirette concorrenti per un posto in Europa League.

LE PAROLE DI GIAMPAOLO

Il primo passo verso un positivo cambio di rotta potrebbe essere fatto già domani sera, quando la Sampdoria affronterà in casa il Bologna di Filippo Inzaghi. Una partita che sembra essere a favore dei doriani, ma che assolutamente non deve essere presa sottogamba. Quando mancano più di ventiquattro ore al fischio di inizio di Sampdoria-Bologna, mister Giampaolo ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa.

Su Defrel e Saponara: “Stanno bene e saranno sicuramente convocati. Gregoire ha saltato un paio di allenamenti, Saponara soltanto mezzo”.

Su Barreto: “Sta recuperando, ci sono sensazioni positive, ma non so ancora quando sarà disponibile: è un giocatore importante per noi, non solo il giorno della gara ma anche durante la settimana. Rappresenta un po’ l’allenatore in campo“.

Su Andersen: “Farlo riposare? Non c’è motivo, agli errori bisogna saper reagire positivamenteSkriniar tre anni fa fece tre partite sbagliate, ma seppe reagire. Se gli errori li subisci diventa un problema”.

Su Vieira: “È un’opzione a cui sto pensando per la partita di domani perché è un giovane di qualità e che sa assumersi le sue responsabilità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy