Juventus, Allegri: “Dybala ha chiesto scusa: è in dubbio con Bernardeschi”

Juventus, Allegri: “Dybala ha chiesto scusa: è in dubbio con Bernardeschi”

Il tecnico bianconero è intervenuto alla vigilia della delicata trasferta a Reggio Emilia.

di Fabiola Graziano

Prima la clamorosa uscita dalla Coppa Italia per mano dell’Atalanta, poi il passo falso in Campionato contro il Parma. Quella passata non è stata di sicuro una bella settimana per la Juventus, uscita da entrambe le sfide con le ossa malconce e un bottino di 6 goal incassati. Ma Massimiliano Allegri non si è perso d’animo, malgrado i nervi tesi per via del “caso Dybala“, ed è pronto ad affrontare domani il Sassuolo con la stessa grinta di sempre.

LE PAROLE DI ALLEGRI

Su Dybala, rientrato negli spogliatoi prima del termine della partita contro il Parma, senza passare dalla panchina, per via del mancato ingresso in campo: “Ha chiesto scusa da ragazzo intelligente qual è. La società gli ha dato il numero 10 e Paulo è anche il Capitano quando non c’è Chiellini: non ha avuto un comportamento idoneo e consono alle sue responsabilità, ma ha chiesto scusa e il caso è chiuso. Ha capito l’esternazione sbagliata: nel gruppo ci vuole rispetto per i compagni, perché bisogna sapersi mettersi dalla parte opposta. In campo Paulo non ha cambiato posizione, è solo questione di chi gli gioca accanto. L’anno scorso giocavamo con Higuain e Mandzukic, quest’anno c’è Ronaldo. Ha avuto gli stessi palloni e le stesse occasioni, non gli ho mica detto di fare il terzino. La squadra deve essere fatta di giocatori che si compensano, non è che bisogna mandare i missili nella luna. Nel calcio ci vuole uno stopper e un libero. Alla gente piace riempirsi la bocca, e io che devo fare? Mi diverto”.

Su Douglas Costa: “Douglas ha fatto bene all’inizio, poi ha fatto la cavolata a Sassuolo e c’è stato l’infortunio a Valencia. I ragazzi devono essere bravi a gestirsi dentro e fuori dal campo. E’ giusto svagarsi perché sono ragazzi, ma devono essere bravi a gestirsi. L’incidente? Sono cose che capitano, fortuna che non è successo niente a nessuno. Dobbiamo essere tutti al massimo della condizione fisica e mentale”.

Sulla formazione: “Dybala è in dubbio con Bernardeschi: uno dei due gioca. In difesa potrebbe giocare De Sciglio insieme a Caceres, Rugani e Alex Sandro. Cancelo può essere un buon cambio, sia davanti che dietro. Khedira si può vedere in campo, ma dipende da chi gioca tra Dybala e Bernardeschi: se gioca Bernardeschi,  allora gioca pure Khedira, altrimenti gioca uno tra Bentancur ed Emre Can. Khedira è rientrato bene, mentalmente è fresco, domenica ha preso due pali e si è sentita la sua presenza, è un giocatore di alto livello. Matuidi sta bene, domenica ha fatto una buona partita: anche lui ha bisogno di avere accanto certi giocatori con certe caratteristiche. In porta rientra Szczesny, che aveva bisogno di un turno di riposo. Cancelo può giocare anche più avanti, come faceva Cuadrado quando giocavamo a tre: deve crescere in disciplina in campo, ma è un giocatore straordinario. Barzagli rientra prossimamente: se non con il Frosinone, sarà con la Champions”.

Su Caceres: “Martin è un grande giocatore. Ha fatto un’ottima partita e i difensori la fanno solo se vengono aiutati dal resto della squadra, cosa che nel secondo tempo non è successo. Dobbiamo essere squadra nella fase difensiva, quando gli altri hanno la palla e dobbiamo sacrificarci un po’. Eravamo vulnerabili perché la squadra difendeva male. Dopo il 3-1 con due punizioni battute veloci diamo un messaggio sbagliato. Caceres è un grande acquisto, sono contento di lui, può fare anche il terzino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy