Fiorentina, Montella: “Chiesa sarà convocato, ma non si è allenato”

Fiorentina, Montella: “Chiesa sarà convocato, ma non si è allenato”

In vista del derby toscano con l’Empoli, il mister della Fiorentina parla in sala stampa

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Conferenza stampa pre-partita per Vincenzo Montella, tecnico della Fiorentina, in vista della sfida tutta toscana contro l’Empoli al “Castellani” prevista per domenica alle ore 12.30 e valida per il 35esimo turno di campionato.

LE PAROLE DI MONTELLA

Sul incontro avvenuto in settimana con la squadra e sulla mentalità: “È stato chiaro, sincero e schietto. L’ultima partita è stata da dimenticare, ci siamo sentiti tutti impotenti e questo significa che non eravamo nelle condizioni mentali giuste per giocare. Vogliamo tornare a vincere per i tifosi, per noi e per la proprietà. I Della Valle stanno soffrendo così come siamo infelici noi e la gente. Do una spiegazione molto logica a questo: se negli ultimi mesi con un cambio di allenatore devi fare una semifinale di Coppa Italia complicata dopo il risultato dell’andata e la prepari nel migliore dei modi, poi però anche per un po’ di ingenuità vieni eliminato e ti cade il mondo addosso. Sembrava che dopo l’Atalanta fosse finita la stagione, il calciatore, soprattutto quello più giovane, lo avverte e perde la carica mentale necessaria”.

Sull’Empoli: “Gioca molto bene e sa come fare la partita, l’insidia domani è enorme. Dobbiamo arrivare in campo nelle condizioni mentali ottimali. Non siamo ancora salvi matematicamente, abbiamo bisogno di punti e li faremo domani. Pensiamo a vincere contro l’Empoli per l’onore più che per la classifica”.

Su Traoré e Rasmussen futuri viola: “Mi sembrerebbe irrispettoso parlare di due giocatori che si stanno giocando la salvezza con l’Empoli. Io parlo dei miei ragazzi e basta”.

Sulle ultime quattro partite: “Il risultato è figlio di tante cose. In tre di queste partite avremmo meritato sicuramente di più, la squadra ha risposto all’altezza del suo livello. Nell’ultima gara col Sassuolo invece siamo stati impotenti e questo non deve accadere. Dobbiamo fare meglio in difesa e anche in attacco, ma nelle precedenti tre partite la squadra ha dato la sensazione di essere in campo nel modo giusto”.

Su Chiesa influenzato: “Sarà convocato, ha voglia di esserci, ma nelle ultime ore non si è allenato”.

Su Edimilson: “Viene da un infortunio e ha fatto solo una partita dall’inizio. Lo voglio valutare perché ha qualità, per il futuro vedremo”.

Sulle condizioni del resto della squadra: “C’è qualche giocatore acciaccato, ma eccetto Chiesa stanno tutti bene”.

Sul futuro: “Io lo ripeto, credo nella proprietà. Ho percepito voglia di migliorare, dobbiamo ricreare unione ed entusiasmo. Vedere uno stadio come quello col Sassuolo rende complicato il mio lavoro, stiamo sprecando un vantaggio competitivo che potremmo avere in vista della prossima stagione. Intanto dobbiamo finire bene questa stagione. Poi stiamo lavorando per il futuro, ci stiamo organizzando e stiamo pianificando insieme alla società e al direttore. La proprietà ha sicuramente voglia di dare un senso a questa Fiorentina alla luce delle ultime partite e di questa classifica. L’importante è non farsi prendere dall’emotività nel momento nei giudizi, stiamo lavorando per migliorare la squadra. Ci sta di fare delle annate meno positive di altre”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy