Empoli, Iachini: “Ho tanti dubbi di formazione. La Gumina ha qualità”

Empoli, Iachini: “Ho tanti dubbi di formazione. La Gumina ha qualità”

Il neo-tecnico dei toscani ha presentato il match casalingo contro l’Udinese.

di Fabiola Graziano

Beppe Iachini è arrivato da pochi giorni sulla panchina dell’Empoli e già si appresta ad affrontare la sua prima sfida contro la squadra di Velazquez. Per la gara, in programma domani alle 15:00, il mister non ha ancora deciso la formazione titolare, anche se trapela una sorta di ottimismo dalle sue parole.

LE PAROLE DI IACHINI

Sul modulo: “Sto cercando di valutare bene quella che è la condizione generale, le idee da portare dentro, sulla base delle esperienze passate. Stiamo lavorando su più situazioni tattiche, abbiamo tanti margini di miglioramento. Non ho la bacchetta magica per stravolgere la squadra, ma spero già da domani di vedere qualcosa. Siamo ripartiti dalle fondamenta. Come il Sassuolo dello scorso anno questo Empoli può interpretare più moduli anche con la difesa a 3 e magari anche nel corso della stessa partita. Abbiamo esterni di gamba come Pasqual, Antonelli, Di Lorenzo. La serie A è cambiata la cosa che è importante è avere la superiorità numerica. Vogliamo verificare bene quello che i ragazzi hanno percepito. Non possiamo regalare niente a nessuno, non possiamo metterci a fare la sfilata. Vogliamo andare dentro e fare punti. C’è poco da stare a guardare al bellino, andiamo a prenderci i punti. Poi dopo magari andremo anche a pensare al bel gioco”.

Sulla formazione: “Considero tutti titolari perché in ogni partita ci sono diverse partite da giocare con i cambi. Quindi è importante chi parte titolare ma anche chi subentra che spesso è colui che decide la partita stessa e ti aiuta a portarla a casa. I dubbi sono tanti, dobbiamo verificare molte cose sotto il punto di vista dell’aspetto fisico. Io difensivista? Nel calcio si danno delle etichette sbagliate, io sono stato un centrocampista di rottura e si pensa che le squadre di Iachini siano solo quelle che non fanno giocare. Invece ho sempre avuto giocatori di qualità”.

Sul portiere titolare: “Devo parlarne con Marchisio, diventa importante nelle gerarchie dare una certezza e non stare a variare. Bisogna partire con una situazione. Abbiamo due ottimi portieri e sceglieremo al meglio”.

Su La Gumina: “Nino è un ragazzo che ho fatto esordire a 17 anni nel Palermo, ha qualità. Dobbiamo poter tornare a far bene tutti, per la società. Io non mi aspetto solo da lui, ma da tutti tanto lavoro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy