Atalanta, parla Gasperini: “Toloi non c’è, gioca Gollini”

Atalanta, parla Gasperini: “Toloi non c’è, gioca Gollini”

Gasperini ha parlato alla vigilia della gara contro la Sampdoria in programma domani a Genova e fondamentale per il piazzamento in Europa. Vediamo le parole del tecnico.

di Giuseppe Ronco
Atalanta, Gasperini :

Atalanta a quota 41, Sampdoria 39, con la Champions a 47: i giochi sono aperti, e tra le contendenti all’Europa le formazioni di Gasperini e Gianpaolo possono giocarsi le proprie carte. Importantissima, in tal senso, sarà la gara di Domani a Genova, con i doriani che avranno tutta la voglia possibile di sorpassare in classifica gli orobici. Vediamo le parole di Gasperini:

LE PAROLE DI GASPERINI

SULLA PARTITA: E’ sicuramente uno scontro diretto a cui arriviamo leggermente davanti. Ci giochiamo l’Europa, è quasi una sfida ad eliminazione diretta, anche se per i verdetti è ancora presto.” Continua poi sempre sulla formazione di Gianpaolo :”Non siamo mai stati molto fortunati con loro da quando alleno io l’Atalanta: quattro sconfitte in cinque gare non dicono tutta la verità, perchè spesso abbiamo perso pur facendo ottime prestazioni.  Sia Quagliarella che Zapata alzano il livello della prestazione con i loro gol: sono stati due protagonisti importanti, ma la qualità la deve dare tutto l’organico.

SUL MOMENTO: E’ presto per tirare conclusioni: giochiamo domani e con il Chievo, poi durante la sosta penseremo a guardare la classifica. E’ un campionato molto equilibrato, ad eccezione della Juventus che esce sempre vittoriosa le altre hanno tutte alti e bassi, ogni gara sarà fondamentale.”

SUI GIOCATORI: “Siamo al completomanca solo Toloi  per una tendinopatia e speriamo di recuperarlo per la prossima settimana.Ho giocatori che mi danno grandissima possibilità di scelta: sulle corsie laterali Castagne, Gosens e Hateboer  esprimono tutti un calcio di egual livello che mi mette in difficoltà ogni giornata. Succede lo stesso a centrocampo, dove Pasalic è entrato nei meccanismi e sta facendo bene quando chiamato in causa.”

SUL PORTIERE: Gioca ancora Gollini: non ho mai cambiato il portiere da un giorno all’altro, ho fatto qualche turnazione estemporanea in vicinanza degli impegni infrasettimanali. Berisha ha giocato quasi un girone intero, con una buona striscia positiva: come giocatore mi garantisce più solidità ed esperienza, mentre Gollini ha qualche alto e basso ma margini di crescita maggiori per la giovane età. Ritengo ora sia il suo momento, soprattutto perchè con la Fiorentina ha giocato bene. Non è comunque una scelta definitiva di qui alla fine del campionato“.

Gara fondamentale, insomma, a cui entrambi le squadre approcceranno determinazione e voglia di vincere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy