Benevento, Brignoli eroe di giornata: suo il gol del pareggio contro il Milan

Benevento, Brignoli eroe di giornata: suo il gol del pareggio contro il Milan

Prima rete per il portiere giallorosso, che sancisce il definitivo 2-2 contro il Milan e la conquista del primo punto in classifica. Ecco i precedenti riguardanti i ‘portieri goleador’.

Commenta per primo!

Sembrava una classica domenica di inizio dicembre. Appunto, sembrava. A movimentare la giornata calcistica di Serie A – valida per la 15a giornata di Campionato – ci ha pensato un protagonista inatteso: Alberto Brignoli, estremo difensore del Benevento. Il perchè? Ve lo spieghiamo subito…

BRIGNOLI-GOL: IL FATTO

Minuto 94′ della partita: Abate, superato in velocità da un pimpante D’Alessandro, spende il fallo sull’esterno sannita, venendo ammonito dal direttore di gara. La posizione, di per sè, non è pericolosa e non permette una conclusione diretta in porta. A calciare la punizione è Cataldi: palla scodellata in mezzo ed inserimento da dietro di Brignoli (casacca verde, inconfondibile), che scappa ai marcatori milanisti e sfrutta alla perfezione i due uomini di vantaggio che il Benevento portava in area in quella situazione di gioco. Il resto? È già storia: colpo di testa chirurgico che si infila dritto dritto all’angolino basso di destra, con Donnarumma che può solo guardare il pallone insaccarsi. A fine partita lo stesso Brignoli, ancora incredulo, dichiarerà: “Dalla panchina sentivo ‘sali sali’: eravamo sotto 2-1 non c’era più nulla da perdere: ho chiuso gli occhi e sono andato a saltare. Ho fatto un tuffo da portiere non da attaccante, ma è andata bene…”.

GOL PORTIERI: I PRECEDENTI STORICI

Per risalire alla prima rete messa a segno da un estremo difensore in Serie A bisogna tornare indietro nel tempo, esattamente al 23 febbraio 1992: la gara in questione è un Atalanta – Cremonese di metà Campionato e Michelangelo Rampulla, in quella stagione in forza ai grigiorossi, decise di catapultarsi in area di rigore nei minuti conclusivi del match, segnando di testa (proprio come il collega Brignoli) la rete del definitivo 1-1. Gol clamoroso se lo si guarda da un punto di vista prettamente storico, ma inutile nei fatti concreti: la Cremonese, dopo un mediocre Campionato, retrocedette in Serie B. Poco male: l’impresa resterà comunque negli annali. Cronologicamente parlando, la rete più recente assegnata ad un portiere nel Campionato italiano è quella di Massimo Taibi: il 1 aprile 2001, durante un Reggina-Udinese, il portierone amaranto andò a saltare in area di rigore dopo la concessione di un angolo: con un bel colpo di testa spedí il pallone in rete, mandando in visibilio i tifosi calabresi ed eguagliando il record di Rampulla. Ci sarebbe poi anche un terzo caso, la cui dinamica non è ancora oggi molto chiara: nel corso di un Inter-Juventus (stagione 2002/2003) Francesco Toldo, in un mischione furibondo in area, si ritrovò a toccare il pallone con il piede, depositandolo alle spalle di Buffon: su decisione della Lega, però, il gol venne assegnato a Christian Vieri, con conseguente ”ira funesta” dei vari fantallenatori che lo avevano schierato titolare in quel turno.
Citando i due casi ”ufficialmente” riconosciuti dalla Lega Calcio, appare evidente una curiosa coincidenza: le squadra in cui militavano Taibi e Rampulla, portieri ”goleador”, sono entrambe retrocesse a fine stagione. Non un buon viatico per il Benevento, che spera di salvarsi ma deve fare i conti (anche) con questo pesante tabù.

BRIGNOLI AL FANTACALCIO

Brignoli, portiere 26enne arrivato dalla Juventus in prestito con obbligo di riscatto, conferma quindi la propria titolarità nella porta sannita in ottica Fantacalcio. Dopo un avvio turbolento  – a causa del dualismo con Belec che lo vedeva sfavorito sulla carta – è riuscito a scalzare definitivamente il portiere sloveno – complici le diverse papere dell’ultimo periodo –  prima con Baroni in panchina e poi riconfermandosi titolarissimo pure con De Zerbi.

Interessante anche il dato statistico inerente le leghe Magic Gazzetta:  da quest’anno, infatti, grazie all’introduzione del bonus differenziato per ruolo, la rete siglata da un portiere va a sommare un corposo bonus di +5 al voto di base assegnato dal pagellista. Una manna del cielo per chi l’ha schierato. Ecco, proprio questo è il dilemma: siamo sicuri che qualcuno lo abbia realmente fatto?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy