Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Tunisia

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Tunisia

Sorteggiata nel Gruppo G dovrà vedersela con Belgio, Inghilterra e Panama per conquistarsi un posto agli ottavi. Le possibilità sono scarse, ma i ragazzi del CT Maâloul ci tengono ad onorare la massima competizione internazionale da cui mancavano dal 2006.

di Giovanni Sichel, @SichelGiovanni

banner_up

Grande ritorno per la squadra africana alla fase finale della Coppa del Mondo, che mancava alla Tunisia dal 2006. Dopo un grande girone di qualificazione chiuso senza mai perdere e il raggiungimento della 14esima posizione nel Ranking Fifa, i ragazzi del CT Nabil Maâloul dovranno vedersela in Russia contro Belgio, Inghilterra e Panama. Il girone sembra proibitivo, ma l’obiettivo è non rendere la vita facile a nessuno e fare bella figura.

TUNISIA

Immagine

Probabile Formazione (4-2-3-1): Hassen; Nagguez, S. Ben Youssef, Meriah, Maaloul; Sassi, Skhiri, Badri, Khaoui, Sliti; Khazri.

Il CT Maâloul si è dimostrato tatticamente molto duttile come allenatore, con una predilezione per una squadra compatta sì, ma a trazione anteriore. Il modulo più usato è sicuramente il 4-2-3-1, ma spesso a partita in corso potremo vedere anche il 4-3-3.

In porta cominciano già i primi ballottaggi. Il portiere che ha difeso la porta tunisina per tutta la qualificazione è stato il 33enne Mathlouthi, in forza all’Al-Batin, ma nelle ultime uscite della Nazionale è stato dato ampio spazio al classe ’95 Hassen, portiere dello Chateauroux. Il ballottaggio è serratissimo, ma pensiamo che per il giovane portiere potrebbe essere un’ottima vetrina. Il terzo invece sarà Farouk Ben Mustapha.

La linea dei quattro difensori vede a destra il ballottaggio fra Nagguez, terzino dell’Étoile Sportive du Sahel, e il terzino del Gent, Dylan Bronn. Il primo ci sembra in vantaggio nelle gerarchie del CT, grazie alla sua spiccata propensione alla sovrapposizione e per la capacità di cross. Al centro della difesa sicuri del loro posto, invece, sono S. Ben Youssef e Meriah, che beneficiano della pesante assenza di Abdennour. Alternativa a questi sarà una vecchia conoscenza del calcio italiano: Benalouane. Sulla fascia sinistra sarà titolare un altro terzino particolarmente votato alla fase offensiva: Ali Maâloul.

La mediana sarà composta da Ferjani Sassi, giocatore con caratteristiche principalmente difensive in forza all’Espèrance e il classe ’95, centrocampista del Montpellier, Ellyes Skhiri, quest’ultimo però in ballottaggio con il più esperto Mohamed Ben Amor. In caso di centrocampo a tre, dovrebbero essere loro i titolari. Più indietro nelle gerarchie Ghailene Chaalali, che gioca in patria.

I tre sulla trequarti offensiva saranno Naïm Sliti,  Anice BadriSaîf-Eddine Khaoui. Attenzione però perché Sliti è in ballottaggio con Bassem Srarfi, classe ’97 del Nizza, 3 gol in stagione ma grandissime potenzialità. Il CT sembra al momento preferire il primo, ma il secondo potrebbe trovare spazio anche a partita in corso.

Unica punta  Wahbi Khazri, che è il giocatore più importante della squadra tunisina, in forza al Rennes in Francia, dove quest’anno ha segnato 9 reti che hanno contribuito all’ottima stagione dei francesi e alla qualificazione alla prossima Europa League. ATTENZIONE però: nelle ultime amichevoli pre-mondiale, Khazri non è stato impiegato a causa di un infortunio. Il giocatore è stato comunque convocato, e si farà di tutto per farlo giocare. In caso non riuscisse a recuperare sono due le alternative: F. Ben Youssef e Khalifa.

Immagine

Hassen 65% – Mathlouthi 35%

Nagguez 65% – Bronn 35%

Skhiri 70%- Ben Amor 30%

Sliti 70% – Bassem Srarfi 30%

Khaoui 60% – F. Ben Youssef 25% – Khalifa 15% (con Kazri esterno destro, F. Ben Youssef/Khalifa punta centrale e Badri al centro)

Immagine

Khazri: è senza ombra di dubbio il giocatore più importante della Nazionale tunisina. Da lui passeranno le azioni offensive della squadra, ottimo piede sulle punizioni e rigorista della squadra. La Tunisia si affida al suo talento per cercare un’impresa. I match con Belgio e Inghilterra sembrano proibitivi, il consiglio è soprattutto per la gara contro Panama, dove la squadra cercherà sicuramente di vincere, affidandosi al suo giocatore più talentuoso. Attenzione però: come segnalato in scheda, negli ultimi giorni Khazri non si è allenato a causa di un infortunio. Il giocatore è stato convocato, ma un minimo dubbio sulla sua presenza resta. Dato che è stato convocato, quasi sicuramente dovrebbe essere titolare, confermandosi come nostro consigliato.

Badri: giocatore che più di tutti si è messo in mostra in questa fase pre-mondiale, con due gol nelle amichevoli con Portogallo e Turchia. Inizialmente inserito nelle possibili sorprese, il possibile forfait di Khazri lo fa salire di fascia, facendoci correre un bel rischio dato che si tratta di un giocatore sconosciuto ai più. Ci vogliamo però fidare e, preso a prezzo base o poco più, il buon Badri potrebbe darci delle soddisfazioni nel match contro Panama.

Immagine

Benalouane: non fatevi ingannare dal nome “famoso”. Benalouane non gioca con continuità da anni, l’ultimo ricordo in Italia è legato alla Fiorentina, con cui non ha mai giocato. Col Leicester pochissime presenze in Coppa nazionale e poco altro. Aggiungete che sembra dietro nelle gerarchie sia a Ben Youssef che a Meriah, mescolate il tutto e lasciate il buon Yohan molto, molto lontano dalle vostre rose.

Sassi/Skhiri: i due mediani della Tunisia avranno compiti prettamente difensivi, dovendo sorreggere un attacco che ha del talento da mostrare ma che potrebbe peccare per aiuto alla squadra. Ci sarà da “picchiare”, soprattutto nei match con Belgio e Inghilterra, dove la squadra potrebbe chiudersi dietro per poi cercare di ripartire.

Immagine

Bassem Srarfi: giocatore giovane, classe ’97, che già in questa stagione di Ligue 1 ha avuto molte occasioni di mettersi in mostra con la maglia del Nizza. Principale candidato ad essere uno dei giocatori più talentuosi di tutto il calcio tunisino per i prossimi anni, non dovrebbe partire titolare ma sicuramente entrerà a partita in corso per provare a scatenare il suo talento e la sua velocità.

Sliti/Khaoui: i due trequartisti della squadra sono giocatori talentuosi che possono occupare diverse zone di campo. Il primo si disimpegna principalmente sulla fascia sinistra, il secondo preferisce maggiormente la posizione centrale ed è abile sulle punizioni. Giocatori sconosciuti ai più, se presi a prezzo base e se si ha uno slot libero, potrebbero essere provati come carta a sorpresa nella partita contro Panama.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy