• Arriva il Fantacalcio dei Mondiali: tutti i nostri consigli

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Polonia

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Polonia

La Polonia è la selezione che conta il maggior numero di calciatori provenienti dalla nostra Serie A. Scopriamo insieme chi di loro guiderà, insieme a Lewandowski, la nazionale polacca nel mondiale di Russia.

di Alessandro Mura

banner_up

La Polonia si ripresenta ad un mondiale di calcio dopo 12 anni dalla sua ultima apparizione, non si è infatti qualificata nelle ultime due edizioni svoltesi in Sudafrica e in Brasile. Sembra uno scherzo del destino, ma l’ultima volta che i polacchi si sono presentati ai blocchi di partenza della massima competizione è stato nel dolce mondiale di Germania 2006. Ora si apprestano a giocare in Russia, e saranno la selezione che più rappresenta la nostra Serie A, proprio nell’edizione della clamorosa assenza azzurra. Gli “italiani” selezionati dal ct Nawalka sono ben sette: Szczesny (Juve), Cionek (Spal), Linetty (Samp), Bereszynski (Samp), Kownacki (Samp), Milik (Napoli) e Zielinski (Napoli). Spetterà soprattutto allo juventino e ai due napoletani aiutare Robert Lewandowski nei match del girone H, che li vedrà contrapposti a Colombia, Senegal e Giappone.

POLONIA

Immagine

La probabile formazione (4-4-2): Szczesny; Piszczek, Cionek, Pazdan, Jędrzejczyk; Błaszczykowski, Krychowiak, Zielinski, Grosicki; Milik, Lewandovski.

In porta giocherà il portierone bianconero Szczesny, autore di una bella stagione seppur giocando da vice Buffon, con “solo” 21 presenze stagionali.

In difesa intoccabile Piszczek sull’out destro, i centrali saranno con ogni probabilità lo spallino Cionek e Pazdan, dato il forfait per infortunio dell’ex granata Glik. Meno certa la maglia da titolare del terzino sinistro, seppur Jędrzejczyk parta avvantaggiato su Rybus e Bereszynski.

A centrocampo sulle fasce giostreranno l’esperto Błaszczykowski (a destra) e Grosicki (a sinistra), coadiuvati da Krychowiak e Zielinski al centro.

L’attacco è il reparto da cui ci si aspetta di più in casa polacca: Milik e capitan Lewandowski andranno alla ricerca delle prime marcature personali in una fase finale del mondiale.

Immagine

Jędrzejczyk 40% – Rybus 30% – Bereszynski 30% (per una maglia): nel ruolo di terzino sinistro è bagarre a tre, Jędrzejczyk parte come favorito anche se dovrà vedersela con Rybus e BereszynskiDurante il girone di qualificazione il difensore del Legia Varsavia è stato il più utilizzato con 6 presenze da titolare. Solo due volte è partito dal 1′ Bereszynski, tuttavia le sue presenze sono avvenute nelle ultime due partite del girone. Rybus è un giocatore più offensivo rispetto ai due compagni e potrebbe trovare spazio qualora la nazionale polacca avesse bisogno di più spinta.

Milik 60% – Linetty 40%: il secondo ballottaggio in casa polacca riguarda due delle nostre conoscenze della Serie A. L’attaccante napoletano parte favorito, con lui in campo la Polonia giocherà con il 4-4-2 con Milik a fianco di Lewandowski. Se Nawalka dovesse invece preferirgli Linetty cambierebbe l’assetto tattico: 4-2-3-1 con il centrocampista della Samp in mediana e conseguente avanzamento di Zielinski sulla trequarti di gioco.

Immagine

Sono assenti in Russia Maczynski e Glik, i due giocatori hanno dovuto dire addio al sogno mondiale per problemi fisici.

Immagine

Lewandowski: è il faro e il miglior marcatore nella storia della nazionale polacca. Sulle sue spalle porta tutte le speranze del suo popolo e i 16 gol nelle 10 giornate di qualificazione sono un biglietto da visita invidiabile per qualsiasi calciatore. Impossibile non consigliarlo visto che sarà anche il rigorista della sua selezione.

Zielinski: il polivalente centrocampista del Napoli è un titolare indiscusso, sia come centrocampista centrale nel 4-4-2, sia come trequartista in caso di passaggio al 4-2-3-1. In nazionale non ha tuttavia ancora dimostrato tutto il suo valore, che sia il mondiale di Russia l’occasione giusta? Noi nel frattempo ve lo consigliamo, Piotr è pronto a prendersi la scena.

Immagine

Grosicki: l’ala sinistra potrebbe essere una bella scommessa low cost. Stagione positiva nell’ Hull City con 9 reti a referto e buono pure il suo cammino nelle qualificazioni con 3 gol in 9 presenze.

Milik: le sue qualità le conosciamo bene, sebbene i brutti infortuni ne hanno condizionato le ultime due stagioni. Ha concluso in crescendo il campionato italiano e si presenta al mondiale di Russia con una gran voglia di riscatto.

Szczesny: il portiere bianconero è sicuramente uno dei migliori estremi difensori del torneo. La Polonia non è tra le prime favorite del mondiale ma Wojciech ha tutte le carte in regola per ben figurare. Potrebbe regalarci qualche clean sheet.

Immagine

Jędrzejczyk: il terzino polacco non è un giocatore su cui puntare, è più propenso al malus che al bonus. Le sue 30 primavere potrebbero inoltre creargli qualche difficoltà quando si troverà di fronte attaccanti più giovani ed esplosivi.

Pazdan: il difensore ha più volte ben figurato in nazionale, ma quando lo ha fatto aveva accanto Glik a guidarlo. L’assenza dell’ex granata potrebbe fargli perdere sicurezza e con gli attaccanti presenti al mondiale questo non è concesso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy