Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Corea del Sud

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Corea del Sud

Inseriti nel girone di Germania, Messico e Svezia, i punti fissi dei coreani sono la difesa a 4 e il talento di Son.

di Francesco Spadano, @francespadano

banner_up

La Corea del Sud parteciperà alla sua decima edizione ai mondiali di calcio. Parliamo ovviamente di una squadra che nel suo miglior palmarès ha il quarto posto ai Mondiali del 2002 (organizzati proprio da loro e dal Giappone). Al di là di quella edizione, troviamo una squadra che in otto volte ha raggiunto la fase finale una sola volta. Quindi in questo girone parte ovviamente da cenerentola. Ma sappiamo che a volte il calcio può riservare sorprese.

Immagine

La probabile formazione (4-4-2): Seung-Gyu Kim; Yong Lee, Yeong-Seong Yun, Ban-Seok Oh, Young-Gwon Kim; Sung-Yong Ki, Ja-Cheol Koo, Se-Jong Ju, Jae-Seong Lee, Hee-Chan Hwang; Heu-Ming Son.

Il ct della Nazionale sudcoreana è Tae-Yong Shin. Il 47 enne, alla sua prima esperienza in un campionato mondiale, è un esperto di grandi palcoscenici, in quanto con il Seongnam ha vinto la Champions League asiatica, per partecipare poi al successivo mondiale per club arrivando quarto. Il suo modulo di gioco inculcato nella Nazionale è dato prevalentemente dallo schieramento della difesa a quattro.

In porta abbiamo il titolare fisso che è Seung-Gym Kim. In panchina si accomoda come secondo Jin-Hyeon Kim e come terzo portiere Hyeon-Uh Jo.

I centrali difensivi (con l’infortunio di Hyun-Soo Jang, che si spera possa essere al 100% dopo il problema fisico, ma sarà un’ardua impresa stando alle ultime notizie, per cui è molto improbabile la sua titolarità) sono Yeong Seon Yun e Ban-Seok Oh, con quest’ultimo in ballottaggio con Seung-Hyeon Jung per un posto da titolare, e Kyung-Won Kwon, ultima riserva come difensore centrale. A sinistra come terzino abbiamo Young-Gwon Kim titolare, mentre le sue riserve saranno Ju-Ho Park (più avanti nelle gerarchie) e Cheol Hong. A destra invece l’unica certezza è Yong Lee, con Yo-Han Ko relegato in panchina.

A centrocampo sicuri del posto saranno il capitano della Nazionale Sung-Yong Ki (attenzione al suo probabile posizionamento in difesa come centrale al posto di Oh, sempre se Jang non dovesse recuperare), mentre a sinistra Ja-Seong Lee. Con Ja-Cheol Koo che si sta riprendendo dall’infortunio ma dovrebbe partire dall’inizio (nel caso non ce la facesse scalpiterebbe Woo-Joung Jung), per l’altro posto ci sono Se-Jong Ju e Min-Uk Kim, con il primo in vantaggio per la mediana.

L’attacco sarà fondamentalmente rappresentato dalla stella Heung-Min Son, che agirà prevalentemente da seconda punta (occhio anche al modulo perché l’allenatore potrebbe schierarlo come trequartista, cioè nel suo ruolo naturale, anche se solo in caso di emergenza). Mentre la prima punta è rappresentata da Hee-Chan Hwang, con Skin-Uk Kim in panchina pronto ad aiutare la squadra nei momenti di difficoltà.

La formazione alternativa scelta da Shin sarebbe un 4-2-3-1. La porta e la difesa rimarrebbe uguale. In mediana perno centrale Sung-Yong Ki; Se-Jong Ju. La trequarti composta prevalentemente da Koo, Son e Lee. In attacco Hwang.

Immagine

Ban-Seok Oh 55% – Seung Hyeon Jung 45%

Ja-Cheol Koo 60% – Woo-Joung Jung 40%

Se-Jong Ju 65% – Min-Uk Kim 35%

Immagine

Heung-Min Son: il giovane Son è la punta di riferimento della squadra sudcoreana. L’attaccante, di proprietà del Tottenham, nelle 12 partite delle qualificazioni ai Mondiali di Russia ha realizzato 7 goal e 3 assist, risultando un giocatore decisivo per le giocate della squadra in fase di impostazione, in fase di realizzazione e come uomo assist. Viene definito come il più giovane promettente giocatore del calcio asiatico. In questa vetrina importante deve dimostrare il suo reale valore, tanto che grossi club inglesi e non solo, sono alla porta per un suo eventuale acquisto post-Mondiale. Non resta che a lui, con la sua esperienza europea e con i suoi dribbling, mettere in serio pericolo tutte le avversarie che affronterà in Russia. In termini fantacalcistici non ci resta che puntare su questo prezioso gioiello sudcoreano. Può essere considerato come un 3° slot. Altresì è l’unico che potrebbe portare la sufficienza in prestazioni pessime della sua squadra.

Immagine

Ban-Seok Oh e Cheol Yong: saranno prevalentemente delle riserve. Avendo pochissime presenze in Nazionale, in un palcoscenico così importante come il loro mondiale, il CT non vorrà rischiare di certo una brutta figura.

Immagine

Jae-Seong Lee: questo giovane di 25 anni, alla sua prima esperienza mondiale, potrebbe essere un ragazzo interessante. Nelle gare di qualificazione ha totalizzato 11 presenze, mettendo a referto 3 reti e 2 assist. Ovviamente si tratta di un 8° slot. Di certo contro squadre arcigne e ben strutturate come la Germania, potrebbe avere delle difficoltà, ma contro difese non irresistibili come Svezia e Messico, potrebbe inserirsi con i suoi assist e magari con un gol.

Hee-Chan Hwang e Ja-Cheol Koo: vi chiederete perché sono stati inseriti qui. Diciamo che la situazione infortuni non ha agevolato la loro preparazione in vista dei mondiali di calcio. Ovviamente parliamo di un attaccante e un trequartista che, seppur giocando in Europa, non giocano in squadre d’élite. Ma altresì la loro esperienza può essere fondamentale per cercare di trascinare la squadra e giocarsela contro tutti. Dal punto di vista fantacalcistico, si potrebbe dire di non svenarsi completamente per l’acquisto di questi calciatori, ma se avete la possibilità di riempire un 7/8 slot a CC e 6 slot in attacco, potete puntare su di loro. Ricordatevi sempre di tenere sott’occhio la loro condizione fisica prima e quella in cui poi si troveranno ad affrontare la fase a gironi, e perché no anche la fase ad eliminazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy