• Arriva il Fantacalcio dei Mondiali: tutti i nostri consigli

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Colombia

Fantamondiale Russia 2018: la scheda della Colombia

Il girone H ospita la Nazionale di James Rodriguez e compagni, che tenteranno di migliorare o quanto meno ripetere i risultati ottenuti a Rio 2014.

di Fabiola Graziano

banner_up EGITTO

La Colombia dovrà giocarsi l’accesso agli ottavi di finale di Russia 2018 con Giappone, Polonia e Senegal, all’interno di un girone dall’esito difficilmente pronosticabile. Il ct José Pékerman e il suo neo-vice Cambiasso si serviranno di stelle del calibro di James Rodríguez e Radamel Falcao per imporsi sulle avversarie e ottenere il passaggio del turno, arrivando così alle fase ad eliminazione diretta, dove negli ultimi anni i Cafeteros si sono spesso imposti. Difatti, a Rio 2014 fu raggiunto il miglior risultato della storia dei Mondiali per la formazione sudamericana, ovvero i quarti di finale, anche se è altresì vero che dopo la vittoria in Coppa America nel 2001, non ci sono stati ulteriori trofei. L’obiettivo dunque per questa nuova competizione è fare del proprio meglio per eguagliare il risultato dell’ultima volta.

COLOMBIA

Immagine

La probabile formazione (4-2-3-1): Ospina; Arias, C. Zapata, D. Sanchez, Mojica; C. Sanchez, Aguilar; Cuadrado, J. Rodríguez, Quintero; Falcao.

In porta toccherà con ogni probabilità ad Ospina, con Vargas che farà da secondo (dopo il ritiro di Mondragòn). Aggregato come terzo portiere J. F. Cuadrado.

La difesa a 4 sarà composta da Arias a destra, Cristian Zapata e D. Sanchez al centro, mentre sulla sinistra avrebbe dovuto agire Fabra, ma la rottura del legamento crociato anteriore in allenamento lo ha costretto alla ritirata, lasciando il posto momentaneamente a Mojica, in attesa di conoscere il sostituto convocato da Pékerman. Al centro invece è bagarre: il milanista fa parte delle spina dorsale della formazione di Pekerman e dovrebbe avere titolarità assicurata, ma è in recupero da un infortunio; l’altro posto se lo giocano Sanchez, in vantaggio, Mina e Murillo.

In mediana troviamo Carlos Sanchez sicurissimo del posto, perno della Nazionale. Accanto a lui dovrebbe agire Aguilar, ma il ballottaggio con Barrios e Uribe è serrato.

Sulla trequarti agiranno con tutta probabilità Cuadrado a destra e Quintero a sinistra, con quest’ultimo insidiato da Izquierdo. Al centro la stella dei Cafeteros, James Rodriguez. Muriel potrebbe essere un’alternativa sulla sinistra.

Capitolo attacco: Falcao è l’attaccante cardine di questa squadra, ma i continui acciacchi avuti in stagione potrebbero fargli saltare qualche partita. In panchina comunque ci sono giocatori, quali Bacca e Borja, pronti a sostituirlo in caso di necessità.

Immagine

D. Sanchez 40% – Mina 30% – Murillo 30%

Aguilar 40% – Uribe 30% – Barrios 30%

Quintero 60% – Izquierdo 40%

Immagine

C. Zapata: in recupero da un infortunio per un risentimento muscolare. In dubbio per la prima giornata.

Aguilar: anche lui sta recuperando da un infortunio muscolare subito a marzo. In dubbio per la prima giornata.

Fabra: rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro durante l’allenamento del 9 giugno. Si attende di conoscere il nome del sostituto che verrà convocato da Pékerman.

Immagine

James Rodríguez: il più atteso. Dopo una buonissima stagione al Bayern Monaco, condita da 8 gol, ci aspettiamo un grande mondiale dal nostro James. Sarà il fulcro del gioco e il calciatore con più qualità in squadra, nonché il battitore principale di piazzati. La prestazione maiuscola con l’Egitto in amichevole non fa che confermare le nostre impressioni: è sicuramente l’uomo su cui puntare. Top player.

Radamel Falcao: dopo aver saltato la competizione del 2014 per un infortunio, Radamel è pronto e determinato più che mai a fare bene questo mondiale. Arriva da una stagione non facile: 4 infortuni (tutti muscolari) negli ultimi mesi hanno minato le prestazioni del nostro capitano, limitandone a 6 i gol fatti in questo frangente. Tuttavia, sembra aver recuperato, come anche dimostrato nell’amichevole pre-Mondiale, e darà tutto per la squadra cercando di fare più goal possibili. El Tigre.

Immagine

David Ospina: titolare sicuro al 100% e in un girone senza grandissime squadre, il nostro portierone potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa. La difesa non è il punto forte della squadra, ma il quasi trentenne sa comportarsi degnamente in ogni situazione e questa competizione potrebbe essere per lui una sorta di riscatto personale, avendo dovuto fare il vice di Cech per tutta la stagione. 

Juan Guillermo Cuadrado: lo juventino arriva da una buona stagione in Italia dove ha messo a segno 5 gol e 10 assist. La sua velocità e rapidità di dribbling lo rendono imprevedibile per qualsiasi difesa: sulla fascia destra potrebbe fare buone cose. 

Santiago Arias: il terzino del Psv potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata in difesa. Ha disputato buone stagioni in Olanda, tanto da suscitare gli interessi della Juventus. Ha molta propensione di spinta e nell’ultimo campionato ha realizzato 3 reti e 6 assist. Assist-man.

Immagine

Yerry Mina: il giovane difensore del Barcellona è sicuramente un prospetto per il futuro, ma al momento non dà le giuste garanzie per puntarci. Arriva da sole 6 presenze con i catalani e nel reparto c’è troppa concorrenza.

Abel Aguilar: oltre a non essere un centrocampista offensivo (Abel infatti gioca da mediano accanto a Carlos Sanchez), non ha titolarità assicurata, arriva da un infortunio e la sua convocazione è stata in dubbio sino all’ultimo giorno. In panchina poi ci sono validi giocatori, come Barrios e Uribe, che possono sostituirlo. Va da sé che non risulta consigliato per questa competizione.


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy