Conferenza Torino – Mazzarri: “Belotti forse titolare. Ljajic? Contro la Sampdoria cambi forzati”

Conferenza Torino – Mazzarri: “Belotti forse titolare. Ljajic? Contro la Sampdoria cambi forzati”

Il tecnico granata Walter Mazzarri ha presentato il match contro l’Udinese in programma domani all’Olimpico Grande Torino.

Il tecnico granata Walter Mazzarri si è presentato in sala conferenze per introdurre la delicata sfida casalinga contro l’Udinese di Massimo Oddo.

MAZZARRI SU CHI SCENDERA’ IN CAMPO

“Modulo e giocatori li sceglierò dopo la rifinitura di oggi. Sicuramente i ragazzi stanno lavorando tanto per arrivare al top della condizione fisica. Non avrò grossi problemi nello scegliere la formazione di domani”.

MAZZARRI SUL TRIDENTE IAGO-BELOTTI-NIANG

“Lo vedrete domani. Se vuole guarderemo insieme alla partita. Sicuramente chi vuol giocare con me deve correre. E’ chiaro che gli attaccanti hanno i loro compiti, i centrocampisti altri. Il recupero immediato, il vedere una squadra compatta che attacca e difende insieme, sono cose che fanno tutti. E se non si sta bene fisicamente, se non c’è preparazione atletica adeguata, non si riesce a fare vedere la qualità tecnica. E’ un principio che porto avanti in maniera rigida e questo nel tempo pagherà”.

MAZZARRI SULLE ESCLUSIONI DI LJAJIC

“Se guardiamo la partita di domenica sono stati cambi forzati. Anche quello di Niang, che era stanco. Tra l’altro su di lui voglio farvi notare che è stato il giocatore che ha corso di più nel Toro del primo tempo. Poi nel secondo tempo è calato, non ci dava più una mano come ce la dava prima, e la Sampdoria è salita di livello. Ho messo Belotti che ci ha dato una grossa mano mentre eravamo in dieci. E poi i cambi di Obi e Rincon sono stati dettati per gli infortuni. Ho risposto, quindi, su Ljajic. Vedremo, in base alla situazione di domani, cosa succederà”.

MAZZARRI SU BELOTTI TITOLARE

E’ in pole… vedremo oggi cosa succederà”.

MAZZARRI SU NIANG DIFFIDATO

“In questo momento non ci penso. Domani c’è una partita importante e può succedere di tutto. Non si può pensare a preservarsi in alcun modo. E poi ho una rosa folta e completa, tutti sono a disposizione, solo Lyanco sta ancora fuori. Dopo l’Udinese penserò a chi fare giocare nella partita successiva, con la massima serenità”.

MAZZARRI SU ANSALDI

“Sta migliorando molto. E’ un giocatore forte, che mi piace tantissimo, può giocare da mezzala o da terzino. Se non partirà titolare, potrà essere un cambio importante a gara in corso”.

MAZZARRI SU DE SILVESTRI

“Mi ha detto che la mascherina che dovrà mettere non gli dà fastidio, ma oggi vedremo, faremo una partitella, vedremo come sta anche lui”.

MAZZARRI SU OBI

“E’ vero, questa settimana si è allenato a spizzichi e bocconi, ma ha comunque i novanta minuti nelle gambe. Può giocare lo stesso”.

MAZZARRI SULLA CONDIZIONE ATLETICA

“Sento spesso dire che le squadre di Mazzarri corrono tanto, ed è vero, ma le mie squadre non sono solo corsa. Alla Sampdoria, abbiamo fatto sette vittorie per tre a zero, correndo pochissimo, perchè avevamo giocato benissimo. Sula condizione fisica della squadra che ho trovato non voglio parlare, prima di me c’era un professionista importante. Certamente quando c’è un cambio di allenatore, lui adotta i metodi che usa da vent’anni. E all’inizio è normale che ci sia uno scombussolamento: si è visto nella gara contro il Sassuolo, che è stata l’unica partita in cui siamo stati un po’ strani”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy