Casa Torino: Mihajlovic punta sui nuovi arrivi e conferma il modulo

Casa Torino: Mihajlovic punta sui nuovi arrivi e conferma il modulo

Sinisa Mihajlovic offre molti spunti interessanti in chiave fantacalcistica dopo la sofferta vittoria esterna sul campo del Benevento, avvenuta in pieno recupero grazie a Iago Falque.

Sinisa Mihajlovic, in conferenza stampa nel dopo partita, ha toccato molti temi interessanti, parlando sia dei singoli calciatori sia del modulo per il prosieguo della stagione.

Devo dire che sono contento, ma il calcio è fatto di episodi, e ci hanno dato ragione, oggi”, ha esordito il tecnico granata. “Il Benevento non meritava di perdere, capisco la delusione. Ma penso anche che non abbiamo rubato nulla. Nel secondo tempo abbiamo fatto un po’ meglio, abbiamo anche rischiato di più, cercando la vittoria. Fuori casa ancora manca quella ferocia per arrivare in Europa. Abbiamo creduto fino all’ultimo di vincere, esponendoci e rischiando di perdere. Ora abbiamo 3 gare in 7 giorni, cerchiamo di fare il meglio possibile“.

MIHAJLOVIC SUI SINGOLI

Su Sirigu:Lo abbiamo preso per parare il parabile, se no in porta potrebbe andare chiunque. Sappiamo che è un ottimo portiere, sta facendo quello che mi aspettavo da lui. Penso che queste gare, però, l’anno scorso le avremmo perse. Hart? Per adesso Sirigu ha fatto bene, forse c’è stato un salto di qualità. Ma non tiriamogli sfortuna addosso!“.

Su Niang: “È la prima partita, deve trovare forma fisica e intesa. Non è giudicabile. Con lui in forma, sicuramente certe situazioni che si sono presentate nel primo tempo sarebbe state condotte diversamente: non ha puntato l’uomo quando poteva”.

Su Belotti e l’attacco:Belotti è stato in ombra, perché non si è allenato al meglio in settimana: è stato un po’ male. Questa partita doveva essere decisa dai quattro attaccanti, e alla fine Ljajic ha fatto l’assist per Falque. Ma ripeto, manca la ferocia anche fuori casa, quando la troveremo, faremo sicuramente meglio“.

Su N’Koulou, Rincon e ancora Niang:Rincon lo conosciamo, N’Koulou ha esperienza e non perde mai la calma, Niang ci darà imprevedibilità, velocità e fisicità“.

MIHAJLOVIC SUL MODULO

“La mia squadra ha sempre dimostrato di giocare per vincere. Con chiunque giochi, che sia il Benevento o la Juve. Abbiamo la nostra mentalità e le nostre giocate, giocheremo sempre così. Io sono sempre stato così: se penso a difendermi con squadre forti, vado in difficoltà. Invece preferisco giocarmela, sempre”.

MIHAJLOVIC SUGLI INFORTUNATI OBI E ACQUAH

Obi e Acquah non so come stanno. Forse Obi un pochino peggio di Acquah, ma dobbiamo vedere. Ora bisogna dosare bene le forze nelle prossime partite, abbiamo solo Gustafson come eventuale sostituto. Dovremo inventarci qualcosa, nel caso. Anche per questo il mio lavoro è stimolante. Vedremo di riadattare eventualmente qualcuno. E quel qualcuno farà bene”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy