Conferenza Milan – Montella: “Triste per Conti, Abate il sostituto naturale”

Conferenza Milan – Montella: “Triste per Conti, Abate il sostituto naturale”

Vincenzo Montella in conferenza stampa ha parlato molto dei singoli: da Romagnoli a Calhanoglu, da Andrè Silva a Kalinic, da Suso a Kessiè. Vediamo gli spunti più interessanti in chiave fantacalcistica.

Il tecnico rossonero Vincenzo Montella ha parlato alla vigilia dell’incontro di domani pomeriggio a San Siro contro l’Udinese. Il mister napoletano ha parlato come sempre molto sui singoli, ha confermato la difesa a 3 anche se non bisogna dare troppo importanza al modulo e ha detto che ci sarà spazio per tutti con il turnover che riguarderà anche calciatori importanti.

Vediamo nella conferenza di Milanello gli spunti più interessanti in vista della 4a giornata della Serie A TIM.

MONTELLA SUI SINGOLI

Su Conti:E’ stata una giornata triste ieri, l’intervento di Conti è riuscito bene, spero che rientri il prima possibile. Da parte dei ragazzi gli auguriamo pronta guarigione“.

Sul sostituto di Conti:Abate si avvicina moltissimo alle caratteristiche di Conti e sono molto fiducioso. Può sostituirlo anche Calabria e qualcuno si può adattare in quel ruolo. Ho già in mente qualcuno ma vi lascio fare i compiti a casa (ride ndr)“.

Su Calhanoglu:Deve continuare a lavorare così, ho visto dal primo giorno un ragazzo di talento e grande determinazione. Mentalmente è un ragazzo che non si ferma durante la partita, questo è positivo. In Italia ci sono meno spazi, deve accelerare il tempo di giocata ma ci arriverà, è un ragazzo di grande disponibilità“.

Su Kessie:E’ un giocatore importante come ne abbiamo diversi, se sta bene gioca, poi ci sono le scelte tecniche. Non mi preoccupa il suo percorso“.

Su Kalinic:Ha fatto un’ottima partita, deve crescere un po’ di condizione ma sono molto soddisfatto della prestazione“.

Su Romagnoli essenziale per la difesa a tre:E’ l’unico mancino e questo mi ha condizionato. E’ importante avere un centrale mancino nella difesa a tre, fa la differenza“.

Su Bonucci:La storia di Bonucci dimostra che sia in grado di giocare sia a tre che a quattro. E’ in grado di giocare in un modo o nell’altro, poi dipende dalla squadra e dai compagni di reparto“.

Su Suso:E’ un calciatore importante, quest’anno quando ha giocato è stato sempre propositivo e risolutivo. Il modulo chiamatelo come volete. Ci sarà turnazione, coinvolgerà tutto, questo non è detto che sia una cosa negativa nel tempo“.

Su André Silva:Ha potenzialità evidente di calciatore importante, gli auguro di diventare uno degli attaccanti più forti d’Europa. Deve essere più cinico, ma giovedì lo ha dimostrato“.

Fonte Milan News.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy