Conferenza Milan – Gattuso: “André Silva deve dare di più in settimana”. E su Donnarumma…

Conferenza Milan – Gattuso: “André Silva deve dare di più in settimana”. E su Donnarumma…

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia della sfida di domani a Bergamo contro l’Atalanta di Gasperini.

di Stefano Giustini, @Alobrasil74
Gattuso Milan

Il mister rossonero Gennaro Gattuso ha parlato nella sala stampa del centro sportivo di Milanello in vista della partita di domani alle ore 18:00 contro l’Atalanta nello scontro diretto per l’accesso ai gironi di Europa League. Da Donnarumma ad André Silva, vediamo gli spunti più interessanti per il Fantacalcio.

LE DICHIARAZIONI DI GATTUSO

Su André Silva: “Sapete tutti cosa penso di lui. Ha talento e tecnica, ma in questo momento deve migliorare tanto perché quando gli fornisco le opportunità deve sfruttarle. Deve fare molto di più, il talento è innegabile, ma deve fare di più. I calciatori devono farsi aiutare, quando c’è voglia deve dimostrarlo anche durante la settimana“.

Su Donnarumma: “Ieri a Milan TV subito si è preso le sue responsabilità. Ha fatto due errori, ma ci sta nello sport ad alto livello. Ma il bello del calcio è avere subito un’altra possibilità e potersi rifare subito, cercare di farsi perdonare“.

Sulle poche alternative ai titolari: “Se giochiamo con il 4-3-3, per far un certo calcio abbiamo bisogno di certe caratteristiche e se oggi vogliamo i due esterni di fantasia, oltre a Suso e Çalhanoglu, non c’è altro. Le scelte vanno fatte a secondo degli uomini che ho a disposizione, non per la fiducia“.

Se lo preoccupa lo stato di salute dell’Atalanta: “Non è questo momento solo, è due anni che vanno al massimo. Hanno forza fisica, mentalità e giocano a tutto campo. Servirà essere attenti alla loro aggressione, poi vengono sempre in avanti ed è necessario non sbagliare nulla. Se perdi palla in uscita, ti fanno male“.

Se è meglio il settimo posto o stare fuori dall’Europa League: “Sto dibattito non me lo sono mai posto. Siamo la squadra che ha giocato di più in Italia, 57 partite in 52 settimane. In caso di settimo posto dovremmo trovarci qua intorno all’11 giugno, con sei partite di preliminari ed inizia il campionato che sei stanco. Ma non è quello il problema, non fasciamoci la testa e pensiamo all’Atalanta. Però sicuramente preferisco fare l’Europa che rimanere solo in Serie A con una a settimana“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy