Juventus, la rivincita di Szczesny: da flop a top tra Manchester e Milan

Juventus, la rivincita di Szczesny: da flop a top tra Manchester e Milan

Wojciech Szczesny contro il Milan si è rifatto con gli interessi della brutta prestazione contro il Manchester United.

di Massimo Angelucci

La vita del calciatore è fatta così: un errore e ti crocifiggono, una partita maiuscola e diventi subito l’eroe. Dopo il ko contro il Manchester United, per Wojciech Szczesny non devono essere stati giorni facili, viste le numerose critiche che gli sono piovute addosso. Contro i Red Devils il portiere della Juventus ha commesso un errore sul goal del definitivo 1-2, con la mancata uscita che ha causato l’autogol di Alex Sandro e gli attacchi che ne sono seguiti, tra cui due commenti pesantissimi di ex giocatori dello United, e che non hanno fatto altro che caricare l’estremo difensore per il big match di San Siro. Contro i rossoneri, il portiere polacco ha giocato una partita maiuscola e ha riscattato la prova grigia contro la squadra di Josè Mourinho, confermando le doti che aveva già dimostrato di avere nell’anno di apprendistato sotto l’ala di Gigi Buffon. Il segreto? La continua comunicazione con i compagni di reparto: “La comunicazione con i compagni di reparto è molto importante per un portiere”.

SZCZESNY: TRA IL RIGORE PARATO A HIGUAIN E LA TITOLARITÀ

Il tiro dagli undici metri parato a Gonzalo Higuain è stato senza dubbio l’apice della grandissima serata di Szczesny: “Mi ha aiutato conoscere Higuain, però era anche una doppia sfida perchè anche lui mi conosceva“. Una parte del merito ce l’ha però anche Cristiano Ronaldo, che ha dato dei consigli poco prima del penalty al portiere polacco. Quest’ultimo lo ha confermato nell’intervista post-partita: “Cristiano mi ha detto di tuffarmi in anticipo perché Gonzalo calciava forte“. E meno male per la Juventus, per i tifosi juventini e per i suoi fantapossessori, che Wojciech abbia seguito il consiglio del fuoriclasse portoghese, respingendo il tiro del Pipita reo di aver sentito forse troppo il confronto con gli ex compagni.

Ma Wojciech Szczesny ha dimostrato la sua freddezza, bravura e lucidità tra i pali, non solo sul penalty. D’altronde, non può essere altrimenti se vuoi mantenere il posto da titolare nella Juventus: “Perin è un portiere di altissimo livello, la sua concorrenza mi aiuta a tirare fuori il meglio di me“. Per ora, però, il ruolo da titolare, dopo qualche titubanza nelle amichevoli estive, sembra essere nelle mani salde del polacco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy