Juventus, da regista a maratoneta: Pjanic al lavoro per la Spal

Juventus, da regista a maratoneta: Pjanic al lavoro per la Spal

Il centrocampista bianconero corre più di tutti, smistando i palloni che contano: fondamentale il suo pieno recupero in vista delle partite importanti che attendono la squadra di Allegri da qui alla fine del 2018.

di Fabiola Graziano
pjanic-juventus

Quando ci si sofferma a pensare a chi macina chilometri nella Juventus, i primi nomi che saltano in mente sono quelli di Alex Sandro, Joao Cancelo e Juan Cuadrado, malgrado quest’ultimo stia soffrendo quest’anno l’inevitabile turnover sulle fasce bianconere. Eppure, stando ai dati raccolti da Netco Sports e pubblicati dalla Lega Serie A, il bianconero che in media corre più di tutti è niente di meno che Miralem Pjanic. Con 10.905 km percorsi in media a partita infatti, il regista del centrocampo juventino precede i compagni di reparto Matuidi (10.746 km) e Bentancur (10.712 km), nonché Capitan Chiellini (10.681 km) e il già citato Alex Sandro (10.493 km).

PJANIC: CI SARÀ CON LA SPAL?

E chi lo avrebbe mai detto che la principale fonte di gioco bianconera fosse pure quello con più miglia nelle gambe? Manco a dirlo infatti, oltre a correre tanto, Pjanic è anche uno dei perni di questa Juventus, quello che assieme a Dybala fa da raccordo tra difesa e attacco, quello che smista palloni, nonché quello che grazie all’eleganza e alla precisione dei suoi tocchi dà vita a tante potenziali occasioni per far male agli avversari.

Una pedina indispensabile dunque, nell’undici titolare di Massimiliano Allegri e dei suoi fantapossessori che, seppur privati dei bonus pesanti che il bosniaco regalava su punizione fino a prima dell’arrivo di Cristiano Ronaldo, rimangono comunque ancorati agli assist e ai buoni voti di Miralem, che in tal senso continua a essere un’autentica garanzia.

È allora comprensibile il panico diffusosi in tutto l’ambiente bianconero e in quello fantacalcistisco alla notizia della sostituzione di Pjanic per affaticamento muscolare all’89’ della partita della sua Nazionale contro l’Austria dello scorso giovedì: la sola idea di perdere un pezzo così pregiato della propria rosa aveva mandato in paranoia tifosi e fantallenatori, che avevano iniziato a ipotizzare all’istante eventuali cambi tattici per cercare di sostituire Miralem nel migliore dei modi nel match casalingo contro la Spal.

Tuttavia, ci ha pensato lo stesso highlander del centrocampo bianconero a tranquillizzare tutti, mostrandosi già domenica sul proprio canale Instagram alle prese con esercizi di recupero nella palestra della Continassa, mentre i suoi compagni si godevano il primo dei due giorni di riposo concessi da Mister Allegri. Pericolo scampato quindi? Ancora presto per dirlo con certezza visto che ieri, alla ripresa degli allenamenti, il bosniaco ha svolto lavoro personalizzato. Nell’ambiente però, filtra un cauto ottimismo: la sensazione generale è che con la Spal Pjanic possa essere in campo e, in tal caso, di sicuro riprenderà a correre più degli altri, per cercare di contribuire a un’ulteriore vittoria della sua Juve e, perché no, anche a quella delle fantarose in cui è presente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy