• Arriva il Fantacalcio dei Mondiali: tutti i nostri consigli

Conferenza Juventus – Allegri: “I titolari certi sono Szczesny, Asamoah e De Sciglio”

Conferenza Juventus – Allegri: “I titolari certi sono Szczesny, Asamoah e De Sciglio”

Il tecnico bianconero ha parlato alla stampa del match casalingo contro l’Udinese.

di Fabiola Graziano

Una settimana ricca di emozioni contrastanti quella vissuta dalla Juventus, che si è ritrovata ad affrontare dapprima le rocambolesche vittorie contro Lazio e Tottenham e a partecipare poi commossa ai funerali di Davide Astori. A tirare le somme ci ha pensato Massimiliano Allegri, che nel tradizionale incontro della vigilia di Campionato con i giornalisti ha toccato diversi argomenti importanti in ottica fantacalcistica.

ALLEGRI SUGLI INDISPONIBILI

“Stanno tutti bene. Abbiamo due squalificati che sono Lichtsteiner e Alex Sandro. Gli altri, a parte Cuadrado e Bernardeschi, ci saranno tutti”.

ALLEGRI SU CUADRADO E BERNARDESCHI

Cuadrado oggi è andato a fare la visita in Germania e ci diranno quali sono le sue condizioni e quando potrà iniziare il recupero. Bernardeschi lunedì ha la risonanza e inizierà il percorso di rinforzo della gamba: dopo venti giorni sapremo se si dovrà operare, ma speriamo di no”.

ALLEGRI SULLA FORMAZIONE

“Noi bisogna pensare a quello che dobbiamo fare domani, ossia cercare di prendere tre punti. Sarà una partita difficile perché l’Udinese è una squadra fisica e noi veniamo da un dispendio di energie maggiore, per cui domani ci saranno alcuni cambi nella formazione titolare. Chi giocherà dal primo minuto? De Sciglio sta bene e domani rientra: i terzini saranno lui e Asamoah. In porta gioca Szczesny. Poi a centrocampo e in avanti ho ancora dei dubbi. Mandzukic? Mario è recuperato e può partire dall’inizio, ma devo ancora valutare chi far giocare in attacco”.

ALLEGRI SULLA LOTTA SCUDETTO CON IL NAPOLI

“Inizia una settimana dove ci sono tre partite importanti per noi, ma non decisive. Al momento il Napoli è ancora primo, a un punto davanti, e quindi noi pensiamo solo a fare il nostro e ad affrontare le partite una alla volta”.

ALLEGRI TRA HIGUAIN E LA CHAMPIONS

“Higuain era già consacrato in Europa, non aveva bisogno della prestazione di mercoledì contro il Tottenham. La cosa più importante, non per lui ma per tutti, è che mercoledì è stata fatta una vittoria straordinaria in un fortino come Wembley. Però dobbiamo mantenere il profilo basso e i piedi ben piantati per terra, perché non abbiamo ancora vinto niente e non possiamo permetterci distrazioni”.

ALLEGRI SULLE POLEMICHE DI POCHETTINO

“E’ abitudine che i dirigenti della Juve vengano nello spogliatoio nostro a fine primo tempo. Non ho nulla da dire sulle dichiarazioni di Pochettino: l’arbitro ha fatto una buona gara”.

ALLEGRI SU HÖWEDES

“Höwedes ora sta bene e l’altro giorno ha fatto per la prima volta una partita a tutto campo, ma una vera partita intera nelle gambe non ce l’ha ancora”. 

ALLEGRI SUI VETERANI

“La vecchia guardia, ossia Buffon, Barzagli, Chiellini, Lichtsteiner e Marchisio, è importante perché gli scudetti e le vittorie che la Juventus ha fatto in questi ultimi sei anni sono anche e soprattutto merito loro, per la loro tecnica e la loro mentalità, che è fondamentale nello spogliatoio e per far conoscere la Juve ai nuovi arrivati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy