Casa Juventus: emergenza in difesa e triello tra Benatia, Chiellini e Rugani

Casa Juventus: emergenza in difesa e triello tra Benatia, Chiellini e Rugani

Report del mercoledì: tutte le ultime news dalla sede bianconera.

Commenta per primo!

Se la scorsa settimana avevamo esordito con un “Non poteva andare meglio di così”, oggi non possiamo fare altro che affermare “Non poteva andare peggio di così” per riassumere il disastroso weekend della Juventus. Difatti, complice forse la stanchezza fisica e mentale del match europeo con il Siviglia, l’armata di Massimiliano Allegri ha fallito il primo dei sei appuntamenti con la vittoria che l’attendono da qui a Natale, concedendo al Genoa di Ivan Juric di batterla con un secco 3-1. Tuttavia, a preoccupare non è stato tanto il risultato, quanto l’atteggiamento in campo della squadra, apparsa talmente stanca, spaesata e priva di idee da abbandonare il terreno di gioco a testa bassa, senza concedere alcuna intervista post-gara, ad eccezione di quella del tecnico livornese. E come se la clamorosa e inaspettata sconfitta non fosse bastata, a metterci il carico da novanta sopra ci ha pensato anche la sfortuna, viste le tegole dei gravi infortuni occorsi a Bonucci e Dani Alves che si sono abbattute su una difesa già orfana di Barzagli e Chiellini. Ora dunque, per Madama l’obiettivo principale è non farsi prendere dallo sconforto: un incidente di percorso può capitare a chiunque, così come gli infortuni vanno messi in conto per chi lavora col proprio corpo. L’essenziale è riuscire a invertire da subito la rotta nonostante le pesanti defezioni nella propria retroguardia, per confermarsi alla testa della classifica tenendo a debita distanza le dirette contendenti che, ovviamente, nell’ultimo turno di Campionato hanno accorciato a -4 il gap con i bianconeri.

JUVENTUS: REPORT ALLENAMENTO

E allora, niente riposo per i Campioni d’Italia in carica, che già da lunedì hanno ripreso ad allenarsi in quel di Vinovo in vista dell’insidia Atalanta, in programma sabato 3 dicembre alle 20:45. Dopo l’analisi tattica della débâcle genoana, la squadra si è divisa in due gruppi: da un lato, i protagonisti della sconfitta di domenica hanno svolto normale lavoro defaticante e di scarico, mentre il resto della compagine bianconera si è dedicata a una sessione fisico-atletica. Martedì mattina all’insegna di esercizi volti a migliorare il possesso e la circolazione della palla, affinché la tecnica accantonata contro il Genoa riaffiori nuovamente tra le fila bianconere. Stamane è in programma una nuova seduta di allenamento e vedremo se a essa parteciperà anche Paulo Dybala, che nei giorni scorsi ha continuato a svolgere lavoro differenziato assieme a Marko Pjaça. Ancora inevitabili sedute fisioterapiche per Andrea Barzagli e prime cure per Leonardo Bonucci.

JUVENTUS: REPORT INFORTUNATI

Dani Alves: frattura composta del perone sinistro. Recupero indefinito, ma dovrebbe rimanere out per almeno 90 giorni.
– Leonardo Bonucci: lesione muscolare del bicipite femorale della coscia sinistra. Out almeno per 45-60 giorni.
Andrea Barzagli: lussazione della spalla sinistra. Il suo rientro in campo è stimato per gennaio 2017.
Paulo Dybala: lesione muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Probabilmente indisponibile.
Marko Pjaça: contusione ossea al perone. Il suo rientro in campo è stimato per il 2017.
– Rolando Mandragora: procede il recupero del centrocampista dopo la frattura al quinto metatarsale del piede destro. Indisponibile almeno fino a gennaio 2017.

JUVENTUS INTERVISTE: CHIELLINI

E a tirare su il morale della squadra pubblicamente ci ha pensato Giorgio Chiellini, che non più tardi di lunedì sera ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Premium Sport e Sky Sport in cui ha invitato i compagni a fare tesoro della sconfitta patita contro il Genoa per ripartire più forti di prima già con l’ostica Atalanta, con la quale il numero 3 bianconero dovrebbe tornare definitivamente a disposizione di Mister Allegri: “Oggi ci siamo confrontati e abbiamo analizzato la partita, come d’altronde facciamo sempre, anche se ovviamente è meglio farlo dopo una vittoria… Quanto è accaduto ci farà bene: ieri abbiamo avuto un approccio che la Juve non si deve permettere, ne siamo consapevoli, così come siamo consci di avere davanti a noi ancora molti margini di miglioramento. Attenzione però, noi guardiamo anche alla stagione che stiamo facendo: in un calcio che è sempre più livellato, come dimostrano i campionati delle varie nazioni europee, noi stiamo facendo un’ottima stagione, primi in Italia e in Europa. E questo non dobbiamo dimenticarlo. Abbiamo una grande cavalcata davanti a noi da qui a Natale, al termine della quale vogliamo confermarci primi in Campionato e in Champions, e vincere la Supercoppa. Per questo abbiamo bisogno che i tifosi ci facciano sentire tutto il loro entusiasmo. Sabato avremo di fronte la più bella favola di questo Campionato, ossia l’Atalanta che gioca bene e valorizza al massimo i giovani, ma con il dovuto rispetto, penso che tutto quello che accadrà nelle prossime partite dipenda principalmente da noi. Quanto a me, ora sto bene e lavoro sodo: avevo bisogno di allenarmi dopo un periodo di inattività, ma ora sono a disposizione”.

FANTAPILLS

fantapills– Miralem Pjanic: nella sconfitta di Genoa ha realizzato il goal della bandiera con una punizione capolavoro, che ha regalato sì un’amara consolazione ai tifosi bianconeri, ma anche un bel +3 ai suoi fantallenatori. La sua presenza contro l’Atalanta sembra scontata e quindi, perché non puntare di nuovo su di lui e sulla sua infallibile mira?!?

– Gonzalo Higuain: a digiuno di goal da circa un mese (l’ultima rete risale al rigore guadagnato e trasformato il 2/11 in Champions League contro il Lione, ndr.), per lui è ormai tempo di sbloccarsi. Certo, se i compagni di squadra gli dessero una mano in tal senso sarebbe meglio, ma qualcosa ci dice che il bomber argentino ha in canna tanti bonus.

– Difesa: completamente da ricostruire a causa dei gravi infortuni. All’assenza prolungata di Barzagli, si sono aggiunte purtroppo quelle di Bonucci e Dani Alves, ragion per cui è probabile che per i prossimi due mesi Mister Allegri opti per uno schieramento a 4 fisso, composto da Lichtsteiner-Benatia-Chiellini-Evra, con Rugani pronto a soffiare il posto a uno tra Chiellini e Benatia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy